The news is by your side.

Puglia/ Fascicolo sanitario elettronico, al via sperimentazione

39

Finalità, contenuti, modalità operative e di adesione da parte delle farmacie al progetto di sperimentazione del Fascicolo sanitario elettronico che inizia oggi, in Puglia l’11 maggio 2020, sono stati i temi presentati nel corso del webinar “Il Fascicolo sanitario elettronico in Puglia: l’attivazione, i farmacisti, la farmacia”, organizzato dalla Consulta regionale degli Ordini dei Farmacisti e Federfarma Puglia, che si è svolto online, lo scorso venerdì 8 maggio.

Gli step per l’attivazione in farmacia

Il Fascicolo sanitario elettronico, uno step importante che rientra nel progetto più ampio della “Farmacia dei servizi”, permetterà ai cittadini, nel rigoroso rispetto della privacy, di avere la propria storia clinica disponibile in digitale, aggiornata e consultabile in ogni momento e, soprattutto, condivisibile con i professionisti e le strutture sanitarie che li hanno in cura, il tutto connesso al sistema sanitario regionale e, successivamente, a quello nazionale.

La sperimentazione e i benefici che il fascicolo sanitario elettronico potrà apportare saranno anche importanti, non solo nell’emergenza sanitaria epidemica da Covid-19, ma anche nella presa in carico dei pazienti e nella semplificazione dei processi per l’erogazione della ricetta dematerializzata.

L’attivazione del Fascicolo sanitario elettronico richiederà, da parte del cittadino, tre permessi fondamentali: un permesso libero ed informato, un consenso alla consultazione da parte dei professionisti della salute ed un consenso al pregresso, al fine di avere una storia clinica completa per ogni richiedente. Tutto avverrà nel pieno rispetto del Gdpr 2018, il regolamento europeo n. 2016/679 in materia di protezione e sicurezza dei dati personali sensibili. La raccolta dei consensi sarà curata attraverso i sistemi gestionali delle farmacie, opportunamente integrati con il sistema di Fse regionale (Sist Puglia).

Formazione online per i farmacisti

Contestualmente all’inizio del periodo di sperimentazione, sarà obbligatorio per i farmacisti il corso online formativo. Il corso, che avrà una durata di circa tre ore, permetterà al farmacista, tramite un questionario di valutazione, di ricevere un certificato che gli ordini di competenza forniranno alla regione per documentare l’avvenuta partecipazione alla formazione.

Il Protocollo per l’attivazione del Fse rappresenta il primo passo della sperimentazione sui nuovi servizi erogati dalla farmacia, approvato in Conferenza Stato-Regioni nello scorso ottobre, e conferma il ruolo fondamentale svolto dai farmacisti nella sanità territoriale. L’obiettivo è un nuovo processo di governance sanitaria, che consentirà di sviluppare i vantaggi del fascicolo sanitario elettronico a beneficio del cittadino a cui verrà garantita una migliore assistenza, minori disagi e i vantaggi di una maggiore sinergia tra operatori sanitari.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright