The news is by your side.

Danni da cinghiali: devastati campi di grano e avena a Monte Sant’Angelo

50

Gli ungulati hanno allettato e distrutto i cereali. Nei giorni scorsi erano stati avvistati branchi in zona

Un campo di avena è stato in parte distrutto e il grano tenero biologico certificato è stato allettato dai cinghiali. È accaduto a Monte Sant’Angelo, in località Sitizzo, nei terreni della Società Cooperativa Agricola Ag.Ar.Tur. 2013, di cui fa parte Leonardo Santucci, componente della giunta provinciale CIA Capitanata e responsabile del Gie (Gruppo di Interesse Economico) Zootecnia.

Qualche sera fa, aveva avvistato un gruppo di cinghiali nella zona e ieri l’amara sorpresa. La scorribanda ha devastato il grano appena spigato che dovrebbe maturare nella prima settimana di luglio e il campo di avena.

Pochi giorni fa, CIA Puglia aveva denunciato come la fauna selvatica avesse conquistato le campagne nel post-lockdown. Non solo ungulati ma anche lupi. A metà maggio, a Lucera, in località San Giusto, due asinelli sono stati sbranati. Le imprese agricole e zootecniche sono in balia dei branchi. “Il numero degli esemplari presenti sul territorio ormai è fuori controllo. Chiediamo ancora una volta di superare la logica degli indennizzi – afferma il presidente regionale CIA Puglia Raffaele Carrabba – L’agricoltore non viene risarcito adeguatamente a fronte dei danni subiti. Abbiamo riempito dossier in tutte le province e presentato alla Regione Puglia le nostre proposte. Ci auguriamo che accolga la nostra richiesta di riaprire un tavolo regionale per affrontare il problema”.

 

[iframe src=”https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fciaagricoltoripuglia%2Fvideos%2F2754147431486851%2F&show_text=false&width=734&height=734&mute=0&appId” width=”734″ height=”734″ style=”border:none;overflow:hidden” scrolling=”no” frameborder=”0″ allowTransparency=”true” allow=”encrypted-media” allowFullScreen=”true” ]

error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright