The news is by your side.

La Puglia è oggi una Terra ideale per la Felicità; essere felici però parte soprattutto da noi stessi. Come? Ce lo spiega Mikhail Litvak, uno dei più grandi psicologi del mondo

28

La Puglia ha tutte le caratteristiche del luogo ideale per un futuro (prossimo) in un ambiente sereno e confortevole: natura, mare, aeroporti, borghi, banda ultra larga per il digitale, clima benefico tutto l’anno. Cosa manca?

Questo periodo di coronavirus sta portando il mondo a riflettere, tra ansie ed incertezze, su cosa è davvero essenziale e cosa no. La clausura forzata ha fatto scattare a tutti il “cervello rettile”, quello legato alla sopravvivenza ed agli istinti primari dell’essere umano: lotta o fuga, sicurezza, famiglia, comunità. In questa logica si sta assistendo ad un ritorno, (almeno ideale) ad una vita più sana e produttiva, luoghi più naturali dove svolgere le attività principali, relazioni più qualitative, strumenti e strategie più flessibili e gestibili.

Insomma “alzare la qualità della Vita” ricominciando dai concetti più essenziali e fondamentali. Uno su tutti che ci sta accomunando in questo periodo è: la ricerca della Felicità. Una ricerca che l’uomo persegue sin dall’alba dei tempi. Quali sono i parametri per trovarla oggi, nel III millennio e dopo questa forzata, ma globale, “pausa di riflessione”?

Cominciamo dal Luogo: la Puglia ha tutte le caratteristiche del luogo ideale per un futuro (prossimo) in un ambiente sereno e confortevole: natura, mare, aeroporti, borghi, banda ultra larga per il digitale, clima benefico tutto l’anno. Cosa manca?

Ciò che manca in questo momento in tutto il pianeta: elevare la struttura di pensiero ad un livello superiore rispetto a prima, migliorare la nostra mente e, di conseguenza, le nostre relazioni con gli altri. Abbiamo visto come l’innovazione di una comunità passi per la qualità delle nostre frequentazioni (curva di Rogers), miglioriamo il nostro mondo e superiamo le difficoltà aggregandoci ed interagendo con persone positive e costruttive. Ma prima di poterlo fare noi stessi dobbiamo diventare positivi e costruttivi. Come? Ci dà 21 interessanti spunti dottor Mikhail Litvak, psicologo e psicoterapeuta russo ritenuto tra i più importanti e famosi studiosi del mondo, per i suoi anni di studi alle spalle, per i suoi oltre 30 libri sulla psicologia popolare e per le sue interviste internazionali.

Ecco le 21 regole che il dott. Litvak ci consiglia di considerare per cambiare la nostra vita e migliorare le relazioni che coltiviamo:

1) Non inseguire la felicità: la felicità non è un bene materiale, non la si può trovare nelle persone né tanto meno negli oggetti, è un qualcosa che risiede dentro di te. Quando leghi la tua felicità a fattori esterni (come altre persone) non sei più il regista della tua vita, dipendi da ciò che fanno gli altri. La felicità la vivrai invece percorrendo il tragitto per raggiungere i tuoi obiettivi. Impara a sviluppare le tue abilità e segui i tuoi obiettivi, allena la tua mente a trovare positività riflettendo sui tuoi risultati: la felicità è in quel percorso.

2) Non dipendere dai giudizi altrui: non curarti del pensiero altrui su di te, se ti senti una brava persona, intelligente e dignitosa, hai la sicurezza di te stesso e di chi sei, non hai bisogno di sentirti classificare dagli altri. La cosa importante è essere soddisfatto di te stesso e sicuro delle tue qualità.

3) Se vuoi qualcosa, agisci per ottenerla, non chiedere il permesso o l’approvazione degli altri. Devi avere il controllo della tua vita; se desideri qualcosa, cerca di ottenerla con tutte le tue forze. Chiediti: “Di cosa posso essere orgoglioso oggi?” “Cosa potrei fare di meglio domani?” Entrambe queste domande possono aiutarti a sentirti meglio e in armonia con te stesso senza dipendere da nessun altro.

4) Sii una persona matura, che ha cioè la conoscenza e sa come usarla. Gli immaturi spesso hanno la conoscenza ma non sanno cosa farsene e per questo vivono per criticare gli altri. Rifletti prima di agire e di parlare, ma soprattutto non fare del male a te stesso e agli altri. Una persona matura parlerà di una situazione in modo diretto e affronterà i problemi come un adulto. Una persona immatura sarà frettolosa o cercherà di evitare e delegare i propri problemi piuttosto che affrontarli. Quando inizi a pensare come una persona matura, puoi utilizzare la tua conoscenza e convertirla in azione.

5) Pianifica sempre le tue azioni e le tue priorità nella vita per raggiungere efficacemente i tuoi obiettivi. Sei tu che hai il controllo, scegli tu cosa è più importante per te e cosa non lo è. Il risultato sarà avere la felicità al tuo fianco. Assicurati che le tue azioni siano ben pianificate perché la vera felicità può essere trovata solo quando lo saranno. Più aspetti per cambiare la tua situazione in meglio, più diventa difficile cambiare. Se vuoi qualcosa, fai funzionare le azioni in modo da poterla guadagnare. Non perdere tempo ad aspettare che ciò che desideri arrivi da te.

6) Non si può eliminare definitivamente una persona dalla propria vita; non sforzarti di farlo, cerca di mantenere un buon ricordo e vai avanti. Le persone non buttano via un’altra persona dalle loro vite. È solo che alcune persone avanzano più velocemente e altre non riescono a tenere il passo.

7) Impossibile soddisfare e compiacere tutti: se cerchi di farlo ti sentirai a disagio ed emotivamente stanco. Non puoi piacere a tutti e non piacerai, quando afferrerai questo concetto, vivrai molto meglio. Spesso ti ritrovi a passare troppo tempo a cercare di compiacere gli altri e creare situazioni piacevoli sentendoti poi a disagio. Pertanto, impara che non puoi soddisfare tutte le persone per tutto il tuo tempo e accetta ciò che non puoi cambiare gli altri.

8) Tieniti lontano da chi ti aiuta solo in maniera interessata: chi ti ha fatto un favore e poi cerca di farti sentire ingrato o colpevole, o ti rinfaccia ciò che ha fatto per te, ringrazialo, salda il debito e tienilo fuori dalla tua vita.

9) Chi non ha buone qualità personali e non riesce a raggiungere i propri obiettivi non ha una vita felice e parla male degli altri, critica le azioni altrui. Costoro giudicano incessantemente altre persone, sono sempre pronti a fare un elenco dettagliato dei difetti degli altri. Possiamo concludere che le loro critiche sono in realtà dirette a una parte nascosta di sè stessi e non al nostro comportamento. Non essere così e ignora quelli che parlano male di te. Non dovresti lasciarti disturbare dalle loro opinioni. Piuttosto, dovresti cercare di concentrarti sul tuo lavoro, migliorare te stesso e prestare attenzione alle cose importanti invece che ai loro insulti e alle loro critiche.

10) Non reprimere i tuoi sentimenti di sconforto e tristezza: anche quelli servono a conoscerti meglio e a spingerti a raggiungere i tuoi sogni. Può essere difficile e spiacevole, ma vivendo la tua tristezza a pieno andrà via prima e ti insegnerà qualcosa di profondo, è un’opportunità per approfondire te stesso.

 11) Parlare con gli amici e con le persone che apprezzi è utile, ma scambiare pareri anche con chi non ti sta molto simpatico è ancora più costruttivo. Parla coi tuoi nemici: diventerai più consapevole dei tuoi difetti e delle cattive abitudini che non riesci a vedere in te. Prova a immedesimarti nel tuo nemico, immagina di diventare quella persona, usa la tua immaginazione. Vedere la situazione dalla prospettiva dell’altra persona è molto difficile, ma molto importante. Parlare con i tuoi nemici ti renderà consapevole dei tuoi svantaggi. Puoi imparare molto.

12) Fantastica solo su sogni realizzabili: ti aiuterà a mantenere i piedi per terra e a non perdere la concentrazione. Mantenendo realistici i tuoi sogni lo saranno anche i tuoi obiettivi ed eviterai frustrazioni. Crea una descrizione del sogno, scrivi le cose che vuoi ottenere nella tua vita e visualizzale. Ciò che sogniamo finirà per essere la nostra realtà

 13) Non perdere prezioso tempo con persone superficiali solo per avere compagnia, quando sei una persona utile per natura, a volte permetti alle persone di trarre vantaggio da te. Puoi essere gentile cortese ma devi mantenere i confini. Meglio investire il tempo nel leggere un buon libro anziché sprecare sprecarlo. Un libro porta sempre benefici più intelligenti e gratificanti rispetto alla superficialità.

14) Non concentrarti sulla vita degli altri, non è quella che devi approfondire: concentrati su cose costruttive e approfondisci materie ed argomenti che possono aiutarti nella tua, di vita.  Riflettere e studiare materie a te utili è molto meglio per il tuo benessere mentale piuttosto che scavare a fondo nella vita degli altri.

15) Il primo grande nemico che hai sei te stesso: prendine consapevolezza e supererai più facilmente gli ostacoli. Puoi essere il tuo più grande sostenitore o il tuo peggior nemico, perché puoi procurarti più danni di chiunque altro intorno a te. Quindi, affrontati per primo. Quando riuscirai ad affrontare te stesso non temerai altri nemici.

16) Ci sarà sempre qualcuno che non ti apprezza e che ti criticherà, cercando di interrompere il tuo cammino; non curarti di costoro, quando raggiungerai i tuoi obiettivi quelle critiche non avranno più senso né valore. Smetti di lasciare che cose o persone dall’esterno controllino il tuo destino. Devi rimanere calmo ed essere certo di poter sempre controllare il tuo atteggiamento, la tua attenzione e i tuoi comportamenti.

17) Non temere di parlare con le persone, soprattutto quelle appena conosciute: questo le porterà a pensare positivamente di te. La comunicazione è alla base della vita.

18) Se dopo una delusione vivi un momento di solitudine, non viverlo in maniera triste, coltiva questo momento e pensa in maniera positiva. La solitudine non è negativa anzi, spesso è davvero preziosa: è un modo per crescere mentalmente, emotivamente e spiritualmente. È naturale sentirsi soli quando viviamo un distacco. Questo stato d’essere indica una maturazione in corso ed una crescita spirituale. Tornerai presto al tuo equilibrio e, trascorso un determinato periodo di tempo, avrai migliorato le tue capacità, anche in termini di produttività.

19) Non esiste una logica maschile o femminile, la logica non dipende dal genere, siamo gli stessi esseri umani: semplicemente alcune persone sono sagge e altre no. Contano l’abilità di essere saggi e di pensare correttamente.

20) La felicità aumenta quando la condividi e rendi felici altri esseri umani. Condividi la gioia, anche con i tuoi nemici, fagli sapere che ti senti bene, è un utilissimo modo per accrescerla. Creare giusti confini è essenziale nella propria vita, tuttavia, non essere egoista della tua felicità, condividila con i tuoi amici e rivali. Vederli felici aumenterà la tua felicità.

21) Impara a vivere per te stesso, non per mostrarti agli altri: il bisogno di dimostrare qualcosa agli altri potrebbe farti sprecare la vita cercando solo di compiacerli.  Ama te stesso. Anziché “dimostrare” agli altri sii aperto ad accettare le cose in modo pro-positivo.

Bene, la Terra felice ce l’abbiamo. Riempiamola di persone serene, interattive e costruttive

Gino Tafuto

pugliapress.org


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright