The news is by your side.

IL DISCO DELLA SETTIMANA/ THE MAGNETIC FIELDS Quickies

58

I Magnetic Fields sono uno dei tesori nasco­sti della musica. Non è una vera band, perché fa tutto il quasi geniale Stephin Merritt, classe 1965 di Boston, che da trent’anni manda avan­ti questo progetto sognante, malinconico, iro­nico. Sembra di tornare all’operetta, ai Beatles e ai Beach Boys con la disillusione del tempo e la libertà che può avere un artista senza brame di classifica. Solo i Magne­tic Fields possono avere un titolo come The biggest tits in history e permet­tersi un disco di 28 canzoni che sono racconti brevi, arguti, sognanti. Semplici pennellate che la musica accompagna e talvolta, come Kraftwerk in a blackout e My stupid boyfriend, esalta con arrangiamenti essenziali. Disco ra­ro e divertente. Imperdibile.

THE MAGNETIC FIELDS Quickies (Nonesuch)

Kekko Pennelli

In ascolto:

The Magnetic Fields – The Day the Politicians Died

{youtube}-dfkW9OLlFM{/youtube}


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright