The news is by your side.

Vieste – INTITOLATA ALL’ASSISTENTE SOCIALE ROSSELLA PRATTICHIZZO LA “COMUNITÀ EDUCATIVA PER MINORI” A SAN FRANCESCO

1.509

La Giunta comunale, in considerazione del fondamentale compito dell’assistente sociale per garantire i diritti umani e lo sviluppo sociale, ha deliberato di dedicare la neonata “Comunità educativa per minori” alla memoria dell’assistente sociale Rossella Prattichizzo (che ha svolto la sua attività presso il Comune di Vieste) “per la profonda dedizione il forte senso di responsabilità che ha contraddistinto il suo operato nella sua breve esistenza”.

Lo scorso data 20 febbraio la Regione Puglia aveva autorizzato al funzionamento la “Comunità per minori” ubicata nel complesso monumentale di “S. Francesco” a Vieste. “La comunità educativa è struttura residenziale a carattere comunitario di tipo familiare, caratterizzata dalla convivenza di un gruppo di minori con un’equipe di operatori professionali che svolgono la funzione educativa come attività di lavoro. – si spiega nella delibera – È rivolta a minori per i quali non è praticabile l’affido o per i quali si è in attesa dell’affido stesso. La Comunità educativa è struttura avente caratteristiche funzionali ed organizzative orientate al modello relazionale familiare, a carattere professionale. La comunità educativa assicura accoglienza e cura dei minori, costante azione educativa, assistenza e tutela, gestione della quotidianità ed organizzazione della vita alla stregua di quanto avviene nel normale clima familiare, coinvolgimento dei minori in tutte le attività di espletamento della vita quotidiana come momento a forte valenza educativa, stesura di progetti educativi individualizzati, gestione delle emergenze, socializzazione e animazione”.

In tale ambito, come indicato dal Codice Deontologico, “l’assistente sociale contribuisce a promuovere, sviluppare e sostenere politiche sociali integrate, finalizzate al miglioramento del benessere sociale e della qualità di vita dei membri delle comunità, con particolare riferimento a coloro che sono maggiormente esposti a situazioni di fragilità, vulnerabilità od a rischio di emarginazione, tenuto conto del livello di responsabilità che egli ricopre e in funzione degli effetti che la propria attività può produrre”.

Rossella Prattichizzo, in servizio presso il Comune di Vieste dall’agosto del 1985, il 13 ottobre del 2000 è venuta a mancare all’affetto dei suoi cari e di tutti i colleghi “che hanno avuto modo di apprezzarne le doti e le qualità umane e con cui ha saputo costruire quotidianamente vincoli indissolubili fatti di parole dolci e piccoli gesti”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright