The news is by your side.

MATTINATA/ L’UMILTÀ DEL PRESEPIO L’ARROGANZA DEL SINDACO

529

Cari concittadini,
nei giorni scorsi l’amministrazione comunale ha deciso di “allietare” le (poche) ore serali di queste festività natalizie sperperando i fondi dell’IMPOSTA di….SOGGIORNO (!!!)

Queste le due misure adottate:

a) Sono stati spesi 4.000€ per il servizio di NOLEGGIO ed installazione di un video proiettore per la riproduzione di immagini natalizie sulla facciata esterna del palazzo comunale. Fondi attinti direttamente dall’imposta soggiorno che, come si dovrebbe sapere, è un’imposta utilizzabile per tutte quelle iniziative e attività con EFFETTO DIRETTO E INDIRETTO NEL SETTORE TURISTICO.

Ora, tralasciando l’aspetto estetico della proiezione, quale effetto ha questo spreco di fondi pubblici in un periodo con così tante restrizioni?

DI TURISTI, anche quelli di prossimità, NON SE NE VEDE NEMMENO L’OMBRA!!!

L’anno scorso con la stessa somma erano state finanziate un complesso di iniziative natalizie mediante il coinvolgimento delle diverse realtà associative del territorio, sicuramente più attraenti e vivacizzanti dell’immagine sghemba e monocolore proiettata su Palazzo Barretta.
Solo l’arroganza, se non la superbia del potere, potevano portare a vietare la tradizionale capanna del presepio in piazza Aldo Moro, che da decenni le associazioni mattinatesi erano solite allestire, in collaborazione con la Parrocchia!

Ci auguriamo che questi fatti non smorzino l’entusiasmo e la passione con cui questi ragazzi da sempre coinvolgono i cittadini mattinatesi in iniziative sociali e culturali.

b) È stata data vita alla più grande opera di ruffianeria della storia politico amministrativa di Mattinata sperperando – per l’acquisto di stelle di Natale regalate alle attività commerciali – 1.300€ sempre dell’imposta di cui sopra che dovrebbe avere, come detto, un effetto nel settore del turismo! Ma qui L’EFFETTO È SOLO DI ALTO MARKETING viste le figure coinvolte.

L’iniziativa sarebbe stata lodevolissima qualora la mano tesa fosse partita dalle tasche degli amministratori (come si voleva far intendere) e non dai fondi comunali!

E dire che di questo modus operandi ne avevamo già avuto ampia testimonianza in comunicazioni Facebook con cui il Sindaco si attribuiva meriti evidentemente non suoi (vedasi i bagni pubblici aperti prima ancora di aver nominato la giunta o il ritorno alla coscienza civica con la palizzata realizzata in zona Agnuli…). Il teatrino delle ruffianerie e illusioni non potrà godere di prolungato gradimento e consenso. Se si vuole dare effettivo ristoro alle esigenze del nostro tessuto commerciale, si risponda alla nostra proposta sulla sospensione del canone di occupazione suolo pubblico (COSAP). Proposta che è ancora lì a prendere polvere da due mesi.

Chissà se il sindaco, negli incontri con gli operatori turistici, riferirà loro delle modalità con cui sta scialacquando i fondi dell’imposta di soggiorno che attendono di essere destinati al TURISMO!!!

Signor Sindaco, se non lo sa, le facciamo presente che ci sono interventi di manutenzione che attendono di essere realizzati con quei fondi (es. la recinzione di protezione del sentiero di Monte Saraceno è completamente dissestata!!). Questi sono gli interventi che riqualificano l’immagine turistica del nostro meraviglioso paese e non quelli che servono a fare becera propaganda augustea.
Il ruolo delle OPPOSIZIONI nel quadro delle istituzioni DEMOCRATICHE del nostro PAESE è quello di chiedere conto dell’azione amministrativa!

Ci auguriamo che il Sindaco abbandoni il vizio di mistificare la realtà a suo piacimento, con l’obiettivo di distogliere l’attenzione dalla risposta ai quesiti che gli vengono LEGITTIMAMENTE posti propinandoci ogni volta la storiella dell’associazione nata e poi abbandonata per entrare in politica….infangando donne e uomini INCENSURATI con l’etichetta del malaffare!

Restiamo in attesa di risposte precipue e pertinenti per l’interesse della collettività, certi del tanto invocato garbo istituzionale!

Gruppo politico

Destinazione Mattinata


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright