The news is by your side.

COVID – I TEST RAPIDI NEGLI STUDI MEDICI SLITTANO ALL’11 GENNAIO

340

Medici di base e pediatri di libera scelta pugliesi saranno ob­bligati, come da accordo siglato lo scorso 20 novembre, ad effet­tuare i tamponi antigenici ai pa­zienti Covid e a svolgere attività’ di contact tracing solamente dal prossimo 11 gennaio. Slitta quin­di in Puglia l’avvio dell’intesa che avrebbe dovuto essere messa in pratica da fine novembre, un rin­vio dovuto al ritardo con cui e’ stata attivata la piattaforma re­gionale di gestione dei pazien­ti sospetti Covid. E’ quanto deci­so durante l’ultimo Comitato re­gionale permanente tra Regione Puglia e medici che si e’ tenuto il 23 dicembre scorso: “In ragione della necessaria attività’ forma­tiva e del periodo festivo – si leg­ge nel verbale finale -si concor­da che, operativamente, gli obbli­ghi rinvenienti dall’accordo sot­toscritto in data 20/11/2020 e ri­chiamati dall’ordinanza presi­denziale decorreranno dal giorno 11/01/2021”. E

L’intesa prevede che i medici di base e i pediatri deb­bano effettuare, nei propri stu­di o in strutture individuate dalle Asl, i test rapidi ai contatti stret­ti asintomatici al termine della quarantena di 10 giorni. Non solo: dovranno prendere in carico il pa­ziente con sintomi Covid e preno­tare il tampone molecolare; pot­ranno disporre l’isolamento fidu­ciario ad esito positivo del tam­pone, stabilendo la data di inizio e fine della quarantena.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright