The news is by your side.

NOTIZIE UTILI

210

Prorogato il superbonus 110% fino al 30 giugno 2022. Nel rispetto di determinate condizioni la proroga può arrivare fino al 31 dicembre 2022. Attenzione, per le spese sostenute nel 2022 la detrazione è suddivisa in 4 rate annuali di pari im­porto anziché 5. Anche per le spese in proroga 2022 è ammessa l’opzione per lo sconto in fattura o per la cessione della detrazione. A tal proposito, in alter­nativa alla detrazione del.110 %, il con­tribuente può optare per un contributo anticipato sotto forma di sconto dai for­nitori dei beni o servizi (sconto in fat­tura) o per la cessione del credito cor­rispondente alla detrazione spettante. La cessione può essere disposta in fa­vore dei fornitori dei beni e dei servizi necessari alla realizzazione degli inter­venti; di altri soggetti (persone fisiche, anche esercenti attività di lavoro au­tonomo o d’impresa, società ed enti, di istituti di credito e intermediari finan­ziari). I soggetti che ricevono il credito o che applicano lo sconto hanno, a loro volta, la facoltà di ulteriore cessione.

Al via dal 4 gennaio le iscrizioni Onli­ne per l’anno scolastico 2021-2022 che si potranno effettuare fino al 25 gennaio 2021 e esclusivamente online. Le iscri­zioni devono essere fatte dai genitori i cui figli devono frequentare le classi prime delle scuole di ogni ordine e gra­do a partire dalla primaria. Per la scuo­la dell’Infanzia permane la modalità cartacea, mentre per le paritarie l’ade­sione alla procedura di iscrizione Onli­ne all’almo scolastico 2021-2022 è facol­tativa. È possibile effettuare le iscri­zioni online per l’anno scolastico 2021-2022 dalle ore 8:00 alle 20:00 e fino al 25 gennaio 2021, inoltrando la domanda alla scuola prescelta. Pef le iscrizioni online per l’anno scolastico 2021-2022 il Miur ha informato che anche quest’an­no le famiglie avranno il supporto della App Scuola in chiaro, sempre arric­chita e aggiornata nella fase di iscri­zione permettendo di orientarle verso la scelta del miglior istituto.

La sospensione dell’esecuzione dei provvedimenti di sfratto degli immo­bili, anche ad uso non abitativo, è pro­rogata sino al 30 giugno 2021. Il prov­vedimento è valido solo se la procedura di sfratto è stata avviata per morosità. Il blocco degli sfratti non impedisce ai locatori di avviare nel primo semestre del 2021, nuove procedure dei crediti. Possono, infatti, rivolgersi al giudice per chiedere l’ordinanza di rilascio del­l’immobile, a cui però non può essere data esecuzione fino al 30 giugno ap­punto.

Diminuiscono le sanzioni amministrative pecuniarie per le violazioni al codice della strada. Esclusi dalle modifiche gli importi dei divieti di sosta, per l’utilizzo del cel­lulare alla guida e per il mancato uso della cintura di sicurezza. Caleranno invece gli importi per la mancata co­pertura assicurativa (da 868 euro a 866 euro), per il superamento della velocità nella fascia oltre i 40 km/h ed entfo i 60 km/h (da 544 euro a 543 euro) ed oltre i 60 km/h (da 847 a 845 euro), in pratica le violazioni più gravi.

Arriva la cassa integrazione per i lavoratori autonomi. Si chiama ISCRO, indennità straordinaria di continuità reddituale e operativa ed è pari al 25%, su base semestrale, dell’ultimo reddito certificato dall’Agenzia delle Entrate. Inizia a decorrere dal primo giorno suc­cessivo a

quello in cui è stata presentata domanda. È a disposizione di coloro, iscritti alla Gestione separata INPS, che svolgono per professione abituale attività di lavoro autonomo e che han­no prodotto un reddito da lavoro au­tonomo nell’anno precedente a quello in cui si presenta la domanda inferiore al 50 % della media dei redditi da lavoro autonomo conseguiti nei tre anni pre­cedenti a quello di inoltro della doman­da. I richiedenti devono aver dichia­rato, nell’anno che precede quello di presentazione della domanda, un red­dito non superiore a 8.145,00 euro; es­sere in regola con il pagamento dei con­tributi previdenziali; avere la partita IVA attiva da almeno 4 anni. La do­manda per la ISCRO deve essere pre­sentata allINPS direttamente dal lavo­ratore in modalità telematica entro il 31 ottobre di ciascun anno

Ennesimo rinvio per la partenza del­la lotteria degli scontrini. Dopo la pub­blicazione in Gazzetta Ufficiale del De­creto “Milleproroghe”, ora la proroga è ufficiale almeno fino al 1° febbraio, ma si aspetta comunque ima comunicazio­ne dell’Agenzia delle entrate e dell’A­genzia delle dogane. Il rinvio è stato stabilito per permettere ai commer­cianti di avere il tempo per aggiornare i registratori di cassa.

I termini di scadenza relativi a vaglia cambiari, cambiali e altri titoli di cre­dito e ogni altro atto avente efficacia esecutiva, che ricadono o decorrono nel periodo dal 1° settembre 2020 al 31 gen­naio 2021, sono sospesi fino al 31 gen­naio 2021 e i protesti o le constatazioni equivalenti già levati nel predetto pe­riodo sono cancellati d’ufficio. La bella notizia per i clienti morosi è stata sta­bilita dalla legge di bilancio. Per i de­bitori che invece hanno già pagato, la legge chiarisce che: “Non si fa luogo al rimborso di quanto già riscosso.” Resta in piedi invece il regolamento della Ue che prevede che dal 1° gennaio 2021, chiunque ha un debito finanziario mag­giore di 100 euro (e di 500 euro per le imprese) e un ritardo nei rimborsi di oltre 90 giorni finirà nell’elenco dei cat­tivi pagatori e sarà segnalato nella Cen­trale Rischi della Banca d’Italia, se l’im­porto supera l’l% dell’esposizione to­tale verso l’istituto di credito.

Il Codacons ha presentato una istanza di diffida alla Presidenza del Consiglio dei ministri e al ministro del­la Salute, Roberto Speranza, chiedendo di modificare il modulo che si sotto­scrive al momento della vaccinazione anticovid con l’imposizione della sot­toscrizione di un esonero di respon­sabilità. Per l’associazione è “da rite­nersi contrario ai principi del nostro ordinamento e, quindi, nullo, nella par­te che prevede un esonero di respon­sabilità in favore dell’azienda produt­trice e del personale sanitario per even­tuali reazioni avverse, danni a lunga distanza ovvero inefficacia della vac­cinazione”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright