The news is by your side.

S. GIOVANNI ROTONDO/ SI INTENSIFICANO I CONTROLLI DELLA POLIZIA LOCALE SUI POSSESSORI DI CANI

228

Proseguono senza sosta i controlli sui possessori di cani sul territorio di San Giovanni Rotondo da parte degli agenti della Polizia Locale. Si tratta di una specifica attività per il rispetto dell’Ordinanza n. 212/2013, relativa proprio alla circolazione dei cani e l’igiene del suolo pubblico, e del nuovo Ordinamento di Polizia Locale, approvato ad ottobre 2020.

Le verifiche saranno volte ad accertare che i cani padronali rispondano a tutti i requisiti previsti per legge, quattro semplici regole che i loro possessori devono rispettare e che rendono più vivibile la convivenza uomo-animale:

  • presenza del microchip, che va applicato entro 15 giorni dall’inizio della detenzione;
  • obbligo di conduzione al guinzaglio della lunghezza massima di 1,5 m nelle aree urbane e nei luoghi aperti al pubblico, fatte salve le aree per cani individuate dal comune;
  • obbligo di museruola al seguito, da applicare in caso di necessità e di rischio per l’incolumità di persone o animali o su richiesta delle Autorità competenti;
  • obbligo di presenza del kit per la raccolta delle deiezioni.

«La convivenza con gli animali di compagnia è cosa prevalentemente privata tra le mura domestiche. In pubblico, per la fruibilità degli spazi all’aperto in compagnia con il proprio amico a quattro zampe, si è provveduto a posizionare raccoglitori per le loro deiezioni. Se, tra gli indici per stabilire la qualità della vita a San Giovanni Rotondo, conta la presenza di raccoglitori specifici, la stessa si abbassa con le deiezioni sparse per le strade della città– ha commentato l’Assessore all’Ambiente, Antonio Cafaro -. Le regole da seguire quando usciamo a spasso con il cane sono normate da leggi e per controllare il rispetto delle regole continua la campagna di sensibilizzazione, con più intensità, da parte della Polizia Locale. Basta poco per migliorare la convivenza sociale: condividere gli spazi e lasciarli come vorremmo trovarli».

«Prendere un cane con sé non è un gioco, comporta obblighi morali e giuridici e responsabilità importanti di cui ogni padrone deve farsi carico – ha spiegato il primo cittadino Michele Crisetti -. Mi auguro che con questi controlli in corso non si riscontrino tanti inadempimenti: questo vorrebbe dire che i proprietari dei nostri amici a quattro zampe hanno ben chiare le norme da rispettare. Come recita uno slogan molto bello trovato in rete:“Sii civile, non far fare brutta figura al tuo cane, fatti trovare preparato!”».

La violazione del rispetto delle regole perla circolazione dei cani e l’igiene del suolo pubblico comporta una sanzione amministrativa che va da 35 € a 500 €.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright