The news is by your side.

NOTIZIE UTILI

159

Il 730 precompilato, sarà a disposizione dei contribuenti a partire dal 30 aprile 2021.

Nella precompilata 2021 saranno presenti i dati della Certifi­cazione Unica, i compensi di lavoro autonomo, i compensi corrisposti per l’attività libero professionale, i dati relativi alle locazioni brevi. Nella Cer­tificazione Unica saranno, inoltre, indicati il reddito di lavoro dipendente o di pensione, le ritenute Irpef, le trat­tenute di addizionale regionale e comunale, i compensi di la­voro autonomo occasionale, i premi di risultato, i rimborsi di oneri erogati dal datore di lavoro e i dati dei familiari a carico. Oltre ai vari redditi a conoscenza dell’Agenzia delle entrate, in precompilata saranno indicati anche i vari oneri deducibili/detraibili dal reddito del contribuente com­prese le spese sanitarie, fu­nebri, universitarie, scolasti­che.

Non saranno riportati, nella precompilata, i redditi che de­rivano da pensioni estere e quelli di terreni e fabbricati situati all’estero, nonché i red­diti di capitale certificati.

Si potrà accedere alla pre­compilata 730 tramite il si­stema Pubblico di Identità Di­gitale (Spid), la Carta d’iden­tità elettronica (CIE), la Carta nazionale dei servizi (CNS), le credenziali dei servizi telema­tici dell’Agenzia delle Entrate ossia Entrate o Fisconline. Le modifiche e l’invio saranno ammesse dopo circa due set­timane. Chi presenta il 730 precompilato senza modifiche o con modifiche che non in­cidono sulla determinazione del reddito o dell’imposta, non sarà sottoposto a controllo for­male.

A decorrere dal 1° aprile 2021 le sigarette elettroniche e tutti i prodotti da inalazione senza combustione costituiti da sostanze liquide, contenenti o meno nicotina, esclusi quelli autorizzati all’immissione in commercio come medicinali, devono contenere avvertenze

in italiano e saranno assog­gettati ad imposta di consumo al 15% e al 10%, dal 1° gennaio 2021, al 20% e 15%, dal 1° gennaio 2022,25% e al 20%, dal 1° gennaio 2023. Fino al 31 dicembre 2020 le percentuali erano rispettivamente del 10% e 5%. È previsto che il venditore sia tenuto alla preventiva pre­stazione di una cauzione pari al 10% dell’imposta gravante su tutto il prodotto giacente .

Aumenta lo stipendio mensile minimo dei collabo­ratori domestici che varierà da 645,50 a 1.405,88 euro. La paga oraria minima, invece, per chi presta la propria collaborazio­ne con contratto a ore, oscil­lerà da 4,69 euro a 8,33 euro per il profilo più alto e quindi per coloro che offrono prestazioni maggiormente qualificate. Per i collaboratori di lavoro do­mestico (colf, badanti, baby sit- ter) a pieno servizio o a mezzo servizio, se sono occupati per gran parte della giornata, sono previste anche indennità di vitto e alloggio. Per le badanti, invece, cioè coloro che assi­stono di notte persone disa­giate e autosufficienti, la re­tribuzione minima viene por­tata da quest’anno a 1.021,27 euro al mese. Sale invece e oscilla tra i 586,83 e i 680,71 euro al mese la retribuzione da corrispondere in favore dei la­voratori conviventi.

Nelle assemblee di condominio si può ap­provare il bilancio senza invio preventivo della relativa delibera e delle voci relative al consuntivo. La Corte di Cas­sazione ha ribadito che non sussiste «un obbligo, per l’amministratore condominiale, di allegare all’avviso di convo­cazione anche i documenti giu­stificativi o i bilanci da ap­provare, non venendo affatto pregiudicato il diritto alla pre­ventiva informazione sui temi in discussione». Ogni condo­mino, infatti, ha facoltà di richiedere, anticipatamente e senza interferire sull’attività condominiale, le copie dei do­cumenti oggetto di (eventuale approvazione: ove non avanzi tale richiesta, non può poi chiedere l’illegittimità della successiva delibera assemblea­re di approvazione motivan­dola con l’omessa allegazione dei documenti contabili all’av­viso di convocazione.

Chi investe un pedone nei pressi delle strisce pedonali può essere accusato di omi­cidio colposo in caso di morte della vittima. Lo ha stabilito la Corte di Cassazione che ha ribadito che «in tema di cir­colazione stradale, il condu­cente di un veicolo è tenuto ad osservare in prossimità degli attraversamenti pedonali la massima prudenza e a man­tenere una velocità particolarmente moderata, tale da consentire l’esercizio del di­ritto di precedenza, spettante in ogni caso al pedone che attraversi la carreggiata nella zona delle strisce zebrate, es­sendo ,al riguardo, ininfluente che l’attraversamento avvenga sulle dette strisce o nelle vi­cinanze».

Dal 15 febbraio 2021, sono consentite le prove selettive dei concorsi banditi dalle pub­bliche amministrazioni come i concorsi per la scuola o per gli enti locali. I concorsi possono tenersi con il limite massimo di 30 candidati per ogni ses­sione o sede di prova. Il Di­partimento della Funzione Pubblica ha emanato il pro­tocollo di svolgimento dei con­corsi pubblici, validato dal Comitato tecnico scientifico. Ol­tre alle prevedibili disposizio­ni in materia di sanificazione e disinfezione, il provvedimento prevede il tampone obbliga­torio per i candidati, da ef­fettuare non oltre 48 ore prima della data della prova scritta.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright