The news is by your side.

REGIONE/ “SALVO” IL PIANO CASA PASSANO LE CORREZIONI

230

È «salvo» il Piano casa pugliese: è stata appro­vata all’unanimità la proposta di legge, a firma Fabiano Ama­ti (Pd), di modifica alla legge regionale a sostegno dell’at­tività edilizia che aveva l’obiet­tivo di salvare la proroga al 31 dicembre 2021 dopo alcuni ri­lievi del Mibact. L’Aula ha proceduto all’abrogazione di una singola disposizione per evitare il contenzioso. Amati ha evidenziato il fatto che il Piano casa rappresenta la «conferma delle politiche fon­date sull’ecoedilizia, in quan­to solo così si evita di con­sumare suolo ed è da intendere come uno strumento di eco­nomia ad elevato tasso di ren­dimento». Aggiungendo poi po­lemicamente: «Perché ogni volta che si parla di proroga si apre un dibattito ostile? Mi­stero». A questa proposta di modifica sono stati presentati due emendamenti dal capo­gruppo di FI, Stefano Lacatena, sui quali il governo si espresso negativamente, tro­vando però condivisione nella maggioranza. Alla fine, però, Lacatena ha accettato di ri­tirare gli emendamenti con la promessa di un nuovo inter­vento legislativo: «Pensare alla riqualificazione urbana del territorio contro le specula­zioni edilizie e a beneficio esclusivo della comunità pu­gliese: è questo l’obiettivo dell’emendamento alla legge sul Piano Casa che abbiamo presentato in Consiglio regio­nale – spiega quest’ultimo -. deputati Alberto Losacco e Mauro D’Attis, interlocutori dei ministri Dario Franceschini e Maristella Gelmini, ha posto in essere un confronto fondato sulla leale collabora­zione per giungere al ritiro del ricorso presentato dal Gover­no nazionale avverso la legge di proroga del Piano casa. Il lavoro – conclude – ha final­mente trovato ieri giudizio unanime».  

L’abbiamo ritirata, assecon­dando la richiesta di appro­fondimenti della maggioranza, ma la ripresenteremo nelle prossime ore come testo di legge».

Da parte sua, Amati rin­grazia quanti lo hanno assi­stito nel percorso: «Un gruppo di lavoro qomposto da me, dal collega Filippo Caracciolo, dal­la Presidente del Consiglio re­gionale Loredana Capone, dai deputati Alberto Losacco e Mauro D’Attis, interlocutori dei ministri Dario Franceschini e Maristella Gelmini, ha posto in essere un confronto fondato sulla leale collabora­zione per giungere al ritiro del ricorso presentato dal Gover­no nazionale avverso la legge di proroga del Piano casa. Il lavoro – conclude – ha final­mente trovato ieri giudizio unanime»


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright