The news is by your side.

ITALIA VIVA/ ALDO RAGNI: “ASSEGNO UNICO, RIFORMA EPOCALE CHE GUARDA AL FUTURO”

209

Gentile direttore,

le notizie legate alla pandemia ed alla cronaca di questi giorni stanno togliendo spazio ad un provvedimento di portata storica approvato in via definitiva dal Parlamento nei giorni scorsi: l’assegno unico ed universale.

Per la prima volta nella storia del nostro Paese tutti i nuclei familiari avranno una somma mensile, circa 250€, a disposizione di ogni figlio a prescindere dal fatto che i genitori siano lavoratori dipendenti o autonomi.

Un provvedimento che rappresenta una vera e propria rivoluzione nelle politiche a sostegno delle famiglie nel nostro Paese.

Perché l’assegno verrà erogato dalla nascita a 21 anni; perchè per la prima volta sarà riconosciuto anche alle partite iva; perché vedrà un importo maggiorato in base al reddito, al numero dei figli e ad eventuali disabilità.

Certo non sarà sufficiente un aiuto economico per rispondere alla drammatica crisi demografica che ha investito il nostro Paese ma per intanto è importante che, dal 1 luglio, parta l’assegno unico ed universale.

Va comunque ricordato che questa misura, che è uno dei pilastri del profilo programmatico di Italia Viva, rientra nel progetto più complessivo che la Ministra Elena Bonetti

sta realizzando: il Family Act.

Cosa significa? Che finalmente anche nel nostro Paese ci sarà una visione organica delle politiche familiari su educazione, natalità, sostegno alla genitorialità, lavoro femminile e autonomia dei giovani.

Aldo Ragni

coordinatore provinciale Italia Viva


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright