The news is by your side.

ISCHITELLA/ CHIESA DEL PURGATORIO, PARTITA LA RACCOLTA FONDI PER IL RESTAURO

81

È partita la campagna di raccolta fondi online per il restauro della chiesa del Purgatorio di Ischitella chiusa al pubblico dopo un sisma del settimo grado verificatosi il 30 settembre 1995. Da allora, è cominciato il suo lento, inesorabile de­clino. Le crepe hanno causato infiltrazioni che, negli anni, hanno in­debolito la struttura della volta. Gli stucchi hanno cominciato a sgretolarsi e qualche settimana fa, per il forte vento, sono cadute molte tegole e adesso la situazione peggiora più velocemente. Urge un tempestivo consolidamento di tutta la struttura data la situa­zione di precarietà dell’edificio. La chiesa del Purgatorio è sicuramente la più bella del paese. Edi­ficata tra il 1705 e il 1715, è ima chiesa che ha da raccontare mille e più vicende per importanza storica e artistica. Il suo in­terno è a navata unica e si mostra in uno stile tardo barocco, intriso di tenue cromie e foglie d’oro che adornano i maestosi stucchi presenti su tutta la volta a botte e le pareti laterali. Maestoso e suggestivo ne è l’altare maggiore in cui sue figure inerenti alla morte fanno da guardia alla maestosa pala del napoletano Gennaro Abbate. La tela, opera del 1715 donata dall’allora prin­cipe della città Alfonso Pinto, rappresenta la Vergine della Mercede che intercede per le Ani­me purganti, titolari della chiesa. Pochi ricordano la chie­sa del Purgatorio aperta, i rintocchi della sua cam­pana, le candele accese sull’altare durante le fun­zioni, il suono dell’antico organo. Sarà possibile do­nare anche tramite bo­nifico bancario intestato alla “Parrocchia Santa Maria Maggiore”, con Iban del conto dedicato IT91M0538778700000043135128, causale “Re­stauro Chiesa del Purgatorio” o portando anche personalmente il proprio contributo al sacerdote don Berardino Iacovone. È dunque scattata la corsa contro il tempo.

A.LS.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright