The news is by your side.

DIMISSIONI LANDELLA, ITALIA VIVA FOGGIA: “DEGRADO DEL DIBATTITO POLITICO, MENTRE LA CITTÀ AFFONDA”

130

“Dopo la squallida vicenda che ha portato agli arresti di due consiglieri comunali di Foggia è arrivato l’annuncio delle dimissioni del Sindaco Landella. Non possiamo non prendere atto ancora una volta del degrado che accompagna il dibattito attorno al Comune di Foggia”. E’ il commento di Italia Viva Foggia dopo la decisione del primo cittadino di Foggia di rassegnare le proprie dimissioni che giungono al termine di un periodo tribolato per l’Amministrazione Comunale del capoluogo. Al netto di una ferma condanna per atti che sfregiano l’istituzione e offendono la nostra città è però necessaria una riflessione franca e libera che non sfoci nella misera propaganda di parte. “Assistiamo in queste ore alla lettura di comunicati stampa che possono iscriversi alla sagra dello sdegno più ipocrita – dicono Rosa Cicolella e Aldo Ragni, coordinatori provinciali di Italia Viva Foggia -. Non c’è dubbio che l’esperienza della Giunta Landella deve chiudersi al più presto ma c’è un tema cruciale per la rinascita della città di Foggia che è quello della rappresentanza”.

Le questioni sono aperte: come giudicare la trasversalità di rappresentanti istituzionali che nella propria città rappresentano una coalizione e che invece alle recenti elezioni regionali con grande disinvoltura ne hanno sostenuto un’altra per poi tornare nella propria città alla coalizione di origine? Non si sarebbe dovuto urlare allo sdegno anche allora? “Non lo si è fatto perchè faceva comodo, perchè bisognava vincere – affermano Cicolella e Ragni -. E noi continuiamo a ripetere che le peggiori sconfitte a volte passano da una vittoria elettorale. Perchè a perdere non è questa o quella coalizione ma la città che affonda”.

Esattamente quello che sta accadendo alla città di Foggia. “Le competenze, i meriti o una diversa visione della politica sono rappresentati come un inutile e perdente ingombro. È arrivato il momento di pretendere scelte coraggiose. È arrivato il momento di gettare nella nostra città il seme del cambiamento rappresentato dall’orgoglio di quelle ragazze e di quei ragazzi che non ne possono più di dover far anticamera fuori dalle stanze degli assessori o dei consiglieri per chiedere ‘per favore’ – continuano i due coordinatori provinciali di Italia Viva Foggia -. Non basta festeggiare le dimissioni del Sindaco se poi gli schemi riproposti alle prossime consultazioni resteranno inesorabilmente gli stessi. La vittoria elettorale non può più essere l’obiettivo ma lo strumento col quale arrivare all’obiettivo. Altrimenti continueremo ad assistere alle partenze senza ritorno dei nostri figli e alla ferita di Foggia che si allarga ogni giorno di più”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright