The news is by your side.

BOOM PER IL TURISMO DI PROSSIMITÀ, SOPRATTUTTO AL CENTRO (68%) E SUD ITALIA (80%).

129

Nel Nord Italia, invece, è  l’undertourism ad andare per la maggiore con il 67% delle preferenze. Poi ancora, il viaggio ibrido vacanza-lavoro riguarderà quasi un terzo degli uomini (27,25%) e poche donne (17,25%). «E tra chi tradisce il partner il fenomeno del viaggio ibrido è ancora più esiguo: appena il 12,25%» puntualizza Alex Fantini, fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com, che ha promosso il sondaggio.

L’aumento dello smart working ha determinato una crescita della propensione a programmare un viaggio che consenta anche di lavorare nell’ambito della vacanza. Ma non necessariamente un viaggio a lungo raggio. Molti, al contrario, optano per un turismo di prossimità, soprattutto gli uomini (72%), coloro che sono infedeli (72%) e coloro che vivono nel Centro (68%) e Sud Italia (80%) e nelle Isole (73%).

Il sondaggio è stato realizzato nel mese di aprile da Incontri-ExtraConiugali.com —il principale sito di incontri extraconiugali in Italia— in modalità Computer Assisted Telephone Interviewing su un campione di 4.000 persone maggiorenni.

«I risultati evidenziano la fotografia di un nuovo turismo in cui vi è la tendenza a privilegiare le mete poco frequentate (undertourism) e nel contempo la formula ibrida vacanza-lavoro» spiega Alex Fantini, fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

Ad optare per i viaggi a medio o lungo raggio è il 34% degli italiani: il 40% tra le donne ed il 28% tra gli uomini. E soprattutto i residenti del Nord Italia dove la percentuale sale al 57%, per scendere al 32% nel Centro Italia, al 27% nelle Isole ed al 20% nel Sud Italia. E, poi ancora, optano per i viaggi a medio o lungo raggio i partner fedeli (40%), mentre i traditori che scelgono mete lontane sono appena il 28%.

Il viaggio ibrido vacanza-lavoro riguarda invece quasi un terzo degli uomini (27,25%) e poche donne (17,25%). Tra chi tradisce il partner il fenomeno del viaggio ibrido è ancora più esiguo (12,25%): i fedifraghi preferiscono non lavorare in vacanza e riservare il tempo “libero” per organizzare una scappatella, meglio se vicino casa, preferendo tra i tantissimi itinerari della nostra Penisola, che spaziano dalla montagna al mare, passando per la campagna.

L’undertourism è invece una tendenza più diffusa tra le donne (62,81%), tra i partner fedeli (65,75%) e tra gli abitanti del Nord Italia (67%).

«In questi tempi incerti non vi è niente di meglio del turismo di prossimità e non solo per i fedifraghi. Una meta dietro l’angolo risolve l’ansia da cancellazione volo e così facendo si può viaggiare in tutta libertà scegliendo dove e quando fermarsi» conclude il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

I viaggiatori si aspettano misure di prevenzione più efficaci, protocolli di pulizia migliorati e opzioni di cancellazione più flessibili. Restano, però, un 36% di viaggiatori ancora «molto preoccupati per il contagio», il che porta questi vacanzieri a preferire affitti a breve termine ed alloggi alternativi agli hotel.

Escludendo la parte del campione del cluster dei fedifraghi, risulta che a volere evadere con una relazione al di fuori del matrimonio o della coppia è il 25% dei “fedeli”.

E, se un tempo si pensava maggiormente alla scappatella sotto l’ombrellone, secondo quanto ha potuto rilevare Incontri-ExtraConiugali.com quest’estate è la città l’ambiente ideale per tradire per il 78% degli uomini e per il 64% delle donne. Le vacanze invece saranno destinate precipuamente al partner ufficiale, alla famiglia ed agli amici. (idealistaweb.com)


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright