The news is by your side.

VACCINI E VACANZE: AI RITMI ATTUALI LA PUGLIA SAREBBE LA PRIMA A RAGGIUNGERE L’IMMUNITA’ DI GREGGE

314

La campagna di vaccinazione anti-Covid prosegue e all’orizzonte si intravvede un nuovo scoglio: con l’estensione dell’intervallo tra le due dosi per i vaccini Pfizer e Moderna per molti italiani il richiamo rischia di cadere in piena estate. Un calendario che potrebbe incidere sul tasso di adesione di chi deve ancora ricevere la prima iniezione. È in corso una riflessione tra Regioni e Governo per capire se si possa completare la vaccinazione nel proprio luogo di vacanza in Italia.

E’ arrivata così la proposta della vaccinazione nei centri di villeggiatura. Se davvero si percorrerà questa strada (che comporterebbe una redistribuzione delle dosi tra sistemi sanitari regionali), la sfida riguarderà le Regioni più frequentate dagli italiani per le vacanze estive. Se si guarda ai risultati dell’estate del 2020, la prima segnata dalla pandemia da Covid, la classifica (dati Istat) per il periodo luglio/settembre vedeva ai primi sei posti Toscana (prima con una quota dell’11,9%), Trentino Alto Adige, Emilia-Romagna, Puglia, Campania e Sardegna. Sapranno tutte far fronte a una eventuale platea allargata di vaccinandi? Una prima risposta orientativa potrebbe venire guardando all’andamento delle loro campagne vaccinali.

Nel 2020 la Puglia ha perso il primato, detenuto nei due anni precedenti, di meta più frequentata dagli italiani per le loro vacanze lunghe d’estate. L’anno scorso è scivolata al quarto posto. Se l’efficienza del sistema di vaccinazione funzionasse da incentivo nella scelta della destinazione delle ferie per il 2021, la Regione potrebbe esercitare una forza d’attrazione in chi dovrà fare la seconda dose tra luglio e agosto. La Puglia, infatti, è tra le più efficienti a “consumare” i vaccini che riceve: attualmente viaggia a un tasso di utilizzo del 91% (ma il 12 maggio aveva toccato il 96%), la linea indicata come ideale da Figliuolo per garantire anche un margine sui richiami, sfruttando anche il “trascurato” Janssen. Se riuscisse a tenere il ritmo di vaccinazioni degli ultimi sette giorni il presidente pugliese Michele Emiliano potrebbe essere il primo a tagliare il traguardo dell’immunità di gregge per la sua regione: il 19 agosto.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright