The news is by your side.

Vieste – APPROVATO IL PROGETTO ESECUTIVO PER UN “WATERFRONT”, UN PERCORSO TURISTICO PER LA FRUIZIONE DI PIAZZA MARINA PICCOLA, PIAZZETTA LUNGOMARE MATTEI, FARAGLIONE DI PIZZOMUNNO E PIAZZA VITTORIO EMANUELE II

435

La Giunta comunale, in base all’istruttoria del Responsabile del Servizio Lavori Pubblici, arch. Giuseppe La Tosa, e sulla scorta della  relazione dell’assessore ai Lavori Pubblici  Mariella Pecorell, ha approvato gli elaborati progettuali esecutivi inerenti i lavori relativi al “Intervento per la sistemazione di un percorso turistico    per la fruizione delle aree di Piazza Marina Piccola, Piazzetta Lungomare Mattei, il faraglione di Pizzomunno e Piazza Vittorio Emanuele II” per una spesa complessiva di € 2.689.396,41.

Si tratta di un vero e proprio progetto di waterfront, ovvero di un progetto di riqualificazione di aree in rapporto con l’acqua, di cui ne è un esempio base il classico lungomare. Sono tratti di coste marine (o di fiumi), attrezzati con piste ciclabili, percorsi pedonali e, spesso, organizzati come parchi e aree protette (parchi fluviali del Ticino, del Po, dell’Arno, del parco costiero del Ponente Ligure). L’ambito più specifico del waterfront, tuttavia, è legato al fronte d’acqua portuale. È il recupero del rapporto della città nei confronti delle aree portuali a definire l’oggetto dei progetti di waterfront. Resta in comune tra i diversi fronti d’acqua la centralità del ruolo dello spazio pubblico, la funzione di struttura di interconnessione, di luogo strategico per la valorizzazione culturale, urbana, sociale, paesaggistica del territorio.

L’assessore Pecorelli ha infatti evidenziato come nelle linee programmatiche di questa amministrazione sono state inserite:  – misure per la riqualificazione del centro storico e dell’abitato della città, delle vie, vicoli, piazze principali e larghi a ridosso delle antiche mura urbiche che presentano quasi tutti un’unica costante, quella del rapporto diretto con il mare; – la sistemazione di unpercorso turistico attraverso l’elaborazione di proposte che focalizzano l’attenzione sullo spazio urbano, sulla sua qualità e vivibilità e sullo stretto rapporto con il mare; – la manutenzione delle vie, dei vicoli e delle piazzette dell’abitato che nel lungo periodo hanno messo a nudo tutta la loro fragilità ed incompiutezza, del pericolo dei tratti degradati e l’inadeguatezza dell’immagine turistica che ci si aspetta di trovare rispetto alla reputazione che Vieste si è guadagnata nei lunghi anni di turismo, tuttora in fase di costante crescita.

Si è perciò deciso di affidare il progetto esecutivo per un “INTERVENTO PER LA SISTEMAZIONE DI UN PERCORSO TURISTICO    PER LA FRUIZIONE DELLE AREE DI PIAZZA MARINA PICCOLA, PIAZZETTALUNGOMARE MATTEI, LE AREE CONTERMINI ILFARAGLIONE DI PIZZOMUNNO E PIAZZA VITTORIO EMANUELE II” agli architetti Paola Cecilia Minervino e Roberto Fini, incardinati nel settore tecnico e servizio lavori pubblici del Comune;

Dall’analisi degli atti progettuali è scaturito un quadro economico per la realizzazione dell’opera per un importo complessivo di € 2.689.396,41.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright