The news is by your side.

MATTINATA/ NUOVE STRUTTURE SPORTIVE NELLA RINATA VILLA COMUNALE

165

Passeranno minimo, se tutto va bene, 90 giorni (come da quadro economico) per la fine dei lavori (partiti alcuni giorni fa) inerenti il pro­getto di rigenerazione dell’area verde della villa comunale di Corso Matino a Mattinata, posizionata all’ingresso del paese provenendo da Manfredonia. Orientativamente, a metà settembre, e se tutto dovesse filare liscio, l’opera do­vrebbe essere realtà e restituita così alla collettività per la sua fruizione globale.

A svolgere i lavori è la Restart srl di San Paolo Civitate. «Dando seguito alla finalità di riqualificare e valorizzare ogni area del paese, abbiamo colto al balzo due finanziamenti» rivela il tren­tenne vicesindaco nonché assessore ai Lavori pubblici Luigi Falcone (“mister 563 voti” alle amministrative di settem­bre 2020) che intrattiene le deleghe di infrastrutture, mobilità e viabilità urbana, arredo urbano e manutenzioni per la cura del paese, protezione civile e servizi cimiteriali. A dar retta quanto sostiene il giovane assessore dovrebbe essere radioso il futuro che attende l’area verde della villa comunale: «Sa­remo uno dei primi paesi della Capi­tanata ad avere un campo da Padel, sport ormai sempre più in voga e ama­tissimo».

«Per il primo finanziamento – argo­menta Falcone- si prevede l’assegna­zione ai comuni di contributi, per cia­scuno degli anni dal 2020 al 2024, in favore di investimenti in materia di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile. Per il Comune di Mattinata, l’importo del contributo concesso ammonta a 70mila euro per ogni annualità. Per quanto riguarda il secondo – continua – la medesima legge assegna ai cornimi delle Regioni Abruz­zo, Basilicata, Campania, Molise, Pu­glia, Sardegna e Sicilia un contributo da destinare in investimenti in infrastrut­ture sociali per ciascuno degli anni dal 2020 al 2023. Al comune di Mattinata – rientrante nella fascia demografica 5.001-10.000 – è stato assegnato un con­tributo di circa 42mila euro per ciascun anno. Per la progettazione utilizzeremo due annualità». Poi il vicesindaco si sofferma sull’attuale stato di salute dell’area: «Purtroppo, negli anni pas­sati, la villa è stata scarsamente manutenuta ed ha subito un deterioramen­to notevole. Quindi, abbiamo deciso dapprima di implementare la pubblica illuminazione della zona, con interven­to terminato lo scorso inverno. Con le risorse assegnate, invece, realizzeremo una charging station completa di dieci mezzi elettrici noleggiabili (bici e bighe), una nuova area attrezzata dove il campo da calcio sarà sostituito da uno da Beach Volley e uno da Padel con annesso spogliatoio esterno, un percor­so vita immerso nel verde perimetrale, un campo da bocce e un parco giochi per la gioia dei nostri bambini. Un’area che ci proietta nella direzione del nuovo sviluppo urbanistico internazionale, at­tento alle esigenze di tutti i cittadini. Siamo certi – è l’auspicio del giovane vicesindaco – che la riqualificazione del­la villa comunale farà da apripista per le tante progettazioni che questa ammi­nistrazione intende realizzare».

Francesco Trotta


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright