The news is by your side.

SCUOLA/ PER IL GOVERNO A SETTEMBRE SI TORNA IN CLASSE SENZA MASCHERINE

106

Un rientro in classe a settembre liberi dalle mascherine. È l’obiettivo al quale punta il governo sulla base dei numeri attuali, in netto decremento, della pandemia da Covid-19 nel nostro Paese. Un traguardo che po­trebbe dunque essere rag­giungibile, anche se il di­battito resta aperto e bisogna fare ancora i conti con i ritardi delle Regioni sul fron­te delle vaccinazioni agli ado­lescenti tra 12 e 16 anni, condizione importante pro­prio per garantire che il ri­torno tra i banchi avvenga in sicurezza: «Noi siamo pronti a vaccinare, ma non abbiamo ad oggi le dosi per farlo», è la denuncia dei pediatri. Lo stop alle mascherine nelle aule scolastiche è tra i segnali che vanno dati, come spiega il sottosegretario alla Salute Andrea Costa. «Con i numeri e il ritmo della cam­pagna vaccinale in corso e l’obiettivo dell’immunità di gregge per fine settembre – ha spiegato – è logico pensare che i ragazzi possano tornare in classe senza le masche­rine, pur mantenendo la di­stanza tra di loro». Per Costa infatti «è importante che la politica dia dei traguardi, delle prospettive, altrimenti rischiamo di non essere cre­dibili. Dobbiamo alimentare un clima di fiducia verso i vaccini e con le somministrazioni si può dire che si torna a una quasi norma­lità». Insomma, «ci sono tutte le condizioni per assumersi questa responsabilità offren­do consapevolezza alle per­sone sulla bontà della vac­cinazione», ha assicurato, «dobbiamo dare credibilità a quello che diciamo tutti i giorni, altrimenti i cittadini avrebbero ragione a chieder­si “perché mi vaccino se non vedo un traguardo?” Togliere le mascherine in aula fa par­te di questo ragionamento».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright