The news is by your side.

SVILUPPO DELLE AREE INTERNE DI CAPITANATA: 5 COMUNI DEL GARGANO: CAGNANO VARANO, CARPINO, ISCHITELLA, MONTE S. ANGELO E VICO

156

Le Aree interne rappresentano da Nord a Sud circa il 60% del territorio nazionale. Tali aree sono individuate in base alla distanza dai centri che offrono servizi fondamentali come quelli sanitari, l’istruzione e la mobilità. La Strategia nazionale per le aree interne (SNAI) attua una politica di sviluppo e coesione territoriale che ha come obiettivo quello di contrastare lo spopolamento e la marginalizzazione delle suddette aree.
Tra le aree interne coinvolte dalla Strategia nazionale in Capitanata si annoverano: l’area interna del Gargano con 5 comuni (Cagnano Varano, Carpino, Ischitella, Monte Sant’Angelo e Vico del Gargano),una popolazione di circa 35 mila abitanti, interessata dall’avvio per la firma del 61esimo Accordo di programma quadro (APQ), con risorse per circa 7 milioni e l’area interna  dei Monti Dauni con 29 comuni, una popolazione di oltre 56.000 abitanti, a cui verranno destinati oltre 76 milioni.
Il Presidente della Provincia, Nicola Gatta, plaude alle iniziative e agli interventi della Ministra per il Sud e la Coesione territoriale, Mara Carfagna, che ha mostrato grande sensibilità per le istanze provenienti dai territori dauni: “Dalle caratteristiche essenziali del territorio si evince come le aree interne di Capitanata presentino delle criticità quali il decremento demografico, l’abbandono di attività imprenditoriali nei diversi settori e di campi dediti all’agricoltura, comportante un sostanziale impoverimento e in alcune zone il dissesto idrogeologico. Tali fenomeni possono essere contrastati con una politica di investimenti che abbiano ad oggetto asset strategici, come  viabilità e mobilità, turismo, che puntino al rinnovamento e allo sviluppo economico grazie anche alla valorizzazione delle risorse naturali di cui il nostro territorio è ricco. Occorre anche potenziare i servizi, scuola, sanità e capitale sociale, creare nuove opportunità occupazionali. Pertanto, il mio plauso va alla Ministra Carfagna che si è mostrata sensibile alle problematiche delle aree interne attraverso una pianificazione di interventi specifici e mirati che ci consentiranno di uscire dal costante isolamento. Rivolgo un ringraziamento ai Sindaci dei Comuni delle Aree interne per l’eccellente e prezioso lavoro svolto nell’esclusivo interesse delle comunità interessate”.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright