The news is by your side.

“ESTATE FLORIDA PER LA MARINA” VIESTE POTENZIA L’OFFERTA TURISTICA CON IL SUO PORTO

603

Tra le side vinte e nuovi obiettivi da raggiungere il Marina di Vieste, il porto turistico sulla banchina di Ponente, gestito dal 2017dal Grup­po Marinedi guarda con fiducia al fu­turo e diventa parte integrante del­l’offerta turistica della Perla del Gar­gano, dopo un momento difficile, du­rante il quale c’era stato il blocco di ogni tipo di attività su quella sponda, con l’allontanamento dei diportisti. “Ma questa, come la precedente, sa­rà un’estate florida”, assicura il consulente legale della socie­tà, Antonio Bufalari che conferma la volontà di implementare l’attività di ri­lancio dell’infrastruttura, seppure in parte rallentata per il Covid.

“Da una parte siamo stati svantag­giati dalla pandemia perché è stato difficile fare una manutenzione in ef­ficienza per via di tempi morti, diffi­coltà a reperire le materie prime e quant’altro – ha spiegato il manager – . Dall’altra abbiamo avuto due stagio­ni nelle quali il turismo nautico è cam­biato, è rimasto molto più sulle coste nazionali. E anche se nel 2021 sono ripartiti i viaggi per la Croazia e per la Grecia rileviamo un diportismo che comincia a pensare anche alla costa domestica. Vieste è geograficamen­te strategica ed è una meta spettaco­lare. In più, l’amministrazione comu­nale è stata brava in questi anni a creare eventi che hanno trasformato l’offerta, arricchendola con il turismo esperienziale, avviando tantissimi progetti di cui anche noi abbiamo be­neficiato”. In linea con il nuovo volto di Vieste c’è anche il porto, che con­sente al turismo diportistico di usu­fruire di un’offerta adeguata.

“Per fare questo – ha ricordato Bufa­lari – abbiamo dovuto rivoluzionare le aree: quest’anno per fortuna, dopo un po’ di rodaggio, abbiamo tutti i lo­cali aperti, occupati e frequentatissi­mi. Il Marina è diventato un punto di aggregazione, si è trasformato in un’ulteriore piazza della città, in un perfetto equilibrio tra acqua e terra. Avere attività di ricezione belle, che creano movimento e vita è sempre un valore aggiunto. La particolarità del Marina di Vieste poi è che è a pochi metri dal centro storico, a differenza di altri approdi. Quindi si può scende­re dalla barca e a piedi vivere la città senza la necessità di trasferimenti. In ogni caso in Marina c’è un attività di noleggio auto per chi ne volesse usu­fruire, soprattutto per gli spostamen­ti verso l’interno, alla scoperta del Gargano”. La sfida era appunto spostare una parte del cuore della città nel porto e si può dire che sia stata vinta: il Mari­na offre ristorazione di alta qualità, in­trattenimento ed è diventata la pas­seggiata anche dei viestani. Missio­ne compiuta “ma non siamo ancora soddisfatti – sottolinea il referente di Marinedi -, abbiamo ancora altri obiettivi. Innanzitutto vogliamo im­plementare i servizi legati al diporto, d’intesa con il Comune che ha pro­getti di riqualificazione, offrire assi­stenza anche a terra ma non solo. Vieste, superato il Covid, tornerà ad essere meta per la vela. Mentre il con­testo rappresenta un ottimo ambien­te perla pratica di questo sport, non è invece molto sviluppata l’attività di scuola velica su cui vogliamo invece lavorare. Con la Federazione Italiana Vela, con il Coni, con le scuole locali, e anche con la Lega Navale di Vieste con cui c’è un rapporto di partenariato sportivo nautico eccellente, con la Gargano Sailing Team che vorrebbe implementare i corsi velici, stiamo progettando nuove attività e vorrem­mo stare vicini a queste realtà. Ave­vamo già pensato alla possibilità di sviluppare la vela non solo d’estate per i turisti ma anche d’inverno, cer­cando un soggetto idoneo che potes­se promuoverla anche nelle scuole, ai bambini dai 6 anni in su. A tal proposito abbiamo già instaurato un dia­logo con l’assessore di riferimento,

Dario Carlino.Anche in questo ca­so, il Sindaco Giuseppe Nobilettie l’amministrazione comunale ci han­no dato l’ok. C’è inoltre un progetto europeo sulla mobilità sostenibile con la vela intesa come sistema di lo­comozione lenta per la scoperta del territorio su cui stanno lavorando le assessore Rossella Falcone e Graziamaria Starace”.

A completamento dell’offerta anche l’idea di portare a Vieste un paio di tappe del campionato invernale di Manfredonia, rivela Bufalari, idea su cui la Federazione Italiana Vela ha già dato l’ok. Un passo in più verso la tanto discussa destagionalizzazione del turismo che porterebbe, per di­verse settimane nei mesi tradizional­mente morti e di chiusura delle attivi­tà, alla necessità di tenere aperte una parte delle strutture recettive e di ri­storazione.

Oltre a tutto questo, al Marina di Vie­ste si respira un’atmosfera acco­gliente, piacevole, con addetti ai la­vori entusiasti e disponibili impegna­ti ad offrire la migliore esperienza possibile ai diportisti e a tutti coloro che hanno voglia di passare ore di svago al porto.

Cinzia celeste

L’attacco


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright