The news is by your side.

PUGLIA/ CRESCE L’USURA: IN 5MILA SI RIVOLGONO ALLA CONSULTA

142

Cresce l’usura in Puglia in seguito alla crisi derivante dalla pandemia. Sono state infatti 5.065 le persone che si sono rivolte nel 2020 alla Consulta Nazionale Antiusura Giovanni Paolo II; 663 le posizioni istruite e 17.261.362 euro erogati con la garanzia dei fondi statali. Sono alcuni dei dati che emergono dal bilancio 2020, approvato dall’assemblea ordinaria annuale alla Consulta Nazionale Antiusura Giovanni Paolo II. In 25 anni di attività le Fondazioni associate, che ad oggi sono 32, hanno effettuato 144.065 ascolti, istruito 22.659 posizioni ed erogato 472.655.946 euro. Nel 2020 l’usura, il sovraindebitamento, la ludopatia e il gioco d’azzardo hanno continuato a manifestarsi nel Paese con i tratti inediti di un contesto sociale ed economico totalmente sconvolto dalla pandemia. «Nell’isolamento quasi assoluto dei primi mesi del 2020 e nel successivo altalenarsi di aperture e di chiusure che il nostro Paese ha vissuto nella seconda metà dell’anno, le Fondazioni Antiusura, seppure costrette a rallentare le modalità tipiche del loro servizio, hanno continuato ad offrirlo, aiutando persone, famiglie, micro imprese a conduzione familiare», riferisce la Consulta. «Il nemico comune da contrastare, si è rivelato ben presto essere la mancanza di quella liquidità indispensabile semplicemente per vivere nel giorno per giorno. Pandemia, dunque, come drammatico fattore di crisi per l’accesso al mercato legale del credito, da un lato e, dall’altro, come straordinaria opportunità di sviluppo del mercato illegale, proprio grazie alla sua straordinaria capacità di fornire liquidità e credito», si sottolinea.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright