The news is by your side.

“TECNICA DEL BUCO”, INDAGATI ANCHE A S. GIOVANNI ROTONDO. LE INDAGINI DEI CARABINIERI COORDINATE DALLA DDA DI POTENZA

172

Sono accusate di aver commesso quattro furti in gioiellerie, tra Puglia e Basilicata, di notte, tra il dicembre 2020 e lo scorso mese di febbraio, quando erano in vigore alcune limitazioni imposte dal lockdown, come il divieto di spostamento tra regioni: otto persone, della provincia di Foggia, sono state arrestate (cinque in carcere e tre ai domiciliari con il braccialetto elettronico) per furto aggravato, consumato e tentato, in concorso.


    Le indagini dei Carabinieri, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia di Potenza, hanno accertato che le persone indagate sono coinvolte in furti commessi con la “tecnica del buco”, a Melfi, Rionero in Vulture (Potenza), Minervino Murge (BAT) e San Giovanni Rotondo (Foggia): in totale sono stati rubati monili e preziosi per un valore di circa 47 mila euro.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright