The news is by your side.

FOGGIA/ SUPERSTRADA GARGANO. PRIMO LOTTO VICO-VIESTE GIA’ FINANZIATO PER 300 MILIONI. PARTITO IL DIBATTICO PUBBLICO PER SCEGLIERE LA MIGLIORE SOLUZIONE

359

La “superstrada del Garga­no” si farà. E’ partito il dibattito pubblico per scegliere la migliore soluzione progettuale per un in­tervento il cui costo complessivo stimato da ANAS è di 850 milioni di euro.

“Il primo lotto funzionale che sarà realizzato interesserà la Strada a Scorrimento Veloce del Gargano e, appunto, la SS 89 Gar­ganica, collegando Vico del Gar­gano a Vieste, ed è già finanziato per oltre 300 milioni di euro, ma il progetto complessivo si completa con il collegamento fino a Matti­nata”, ha detto il vicepresidente della Regione Puglia e assessore alle Infrastrutture, Raffaele Pie­montese, nel corso lancio del di­battito pubblico organizzata ieri a Foggia, a Palazzo Dogana, sede della Provincia di Foggia.

“Con il ministro delle Infra­strutture, Enrico Giovannini, che ho incontrato a Roma insieme al presidente Michele Emiliano e alla collega assessore Ani­ta Maurodinoia il 20 dicembre scorso, abbiamo convenuto sulla strategicità di molte opere per la Puglia e questa è tra le più impor­tanti”, ha osservato Piemontese, sottolineando quanto l’opera sia “importante, anzitutto, per la si­curezza e quindi per ridurre gli incidenti stradali: obiettivo che appare scontato, ma che è cen­trale nell’esperienza più comune che fa chiunque percorre ogni giorno quelle strade e deve farlo in tutte le condizioni meteorolo­giche”.

“L’intervento è importante per gli abitanti del Gargano – ha aggiunto il vicepresidente del­la Regione Puglia – che hanno bisogno di tempi più veloci e di condizioni più agevoli circa gli spostamenti interni per ragioni di lavoro, di studio o di salute. Ed è importante per i tanti italiani e stranieri che escono al casello autostradale di Lesina-Poggio Imperiale sull’A14 e che avranno una migliore accessibilità al Gar­gano e ai centri urbani e turistici, costieri e interni”. Alla conferen­za erano presenti il presidente della Provincia di Foggia Nicola Gatta, il Commissario Straordi­nario e Responsabile della Strut­tura Territoriale della Puglia per ANAS Vincenzo Marzi e il Coor­dinatore del Dibattito Pubblico Alberto Cena. È intervenuto a distanza il viceministro delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili Alessandro Morelli che era in collegamento streaming con le componenti del­la Commissione VLA-VAS Paola Brambilla, Coordinatrice della VIA, e Monica Pasca, referente delle infrastrutture lineari, in­sieme alla presidente della Com­missione nazionale del Dibattito Pubblico Caterina Cittadina.

“Con il commissario straordi­nario Vincenzo Marzi stiamo fa­cendo un intenso lavoro comune e lo ringrazio per il grande spirito di servizio e collaborazione che sta manifestando – ha detto Pie­montese -. Proprio perché par­liamo di una grande opera molto complessa, abbiamo condiviso la necessità di rendere veloce ed efficiente il percorso decisionale e progettuale, convinti della par­ticolare responsabilità che le au­torità pubbliche devono avvertire per corrispondere alla domanda espressa dalle popolazioni”.

Il primo incontro di dibattito pubblico, con l’obiettivo di infor­mare cittadini e soggetti interes­sati del progetto, esaminandone attentamente le potenzialità, le possibili alternative e gli impatti sul territorio, si svolgerà nel po­meriggio del 19 gennaio a Vico del Gargano.

“I dibattiti devono avere un inizio e una fine – ha sottolinea­to Piemontese -, sappiamo bene che responsabilità ed efficienza vanno conquistate anche per le discussioni pubbliche sulle gran­di opere di cui l’Italia, il Sud e la Puglia hanno bisogno: un dibat­tito pubblico regolato e organiz­zato serve per essere informati con completezza sugli interventi, per esprimersi in modo adeguato e per discutere sapendo di avere tempi chiari”.

“La Regione Puglia ha antici­pato anche la legislazione nazio­nale da questo punto di vista – ha concluso il vicepresidente Pie­montese – prevedendo il dibattito pubblico nella Legge regionale sulla partecipazione del 13 luglio 2017.

Perciò accompagneremo, con strumenti nostri, il dibattito pub­blico che si svolgerà su dibattito- pubblicogarganica.it”. Sulla piat­taforma partecipazione.regione.puglia.it sarà, infatti, data eco a tutta la discussione che si svilup­perà fino al 30 marzo prossimo, data prevista per la conclusione del dibattito pubblico.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright