The news is by your side.

COVID/ IN PUGLIA 7129 CASI E 16 MORTI, INCIDENZA AL 19%. LE PERSONE RICOVERATE SONO 656, MENTRE 38 IN TERAPIA INTENSIVA. 844 NUOVI POSITIVI IN PROVINCIA DI FOGGIA. DA DOMANI STOP STATO EMERGENZA.

144

Sono 7.129 i nuovi casi di coronavirus registrati in Puglia su 36.781 test giornalieri eseguiti, con l’incidenza che sale al 19,3% (ieri era al 18,5%).

 Le vittime sono 16. Delle 118.596 persone attualmente positive, 656 (ieri erano 671) sono ricoverate in area non critica e 38 in terapia intensiva (ieri erano 36).

    Questa la distribuzione dei nuovi casi per provincia: Bari, 2.340; Lecce, 1.838; Foggia, 844; Taranto, 838; Brindisi, 680; Bat, 510. I residenti fuori regione sono 56 e 23 di provincia non definita.

DA VENERDI’ 1 APRILE STOP STATO EMERGENZA

 Da venerdì 1 aprile entrano in vigore le nuove regole introdotte dal decreto del Governo Draghi in merito alla pandemia. Un ritorno alla normalità visto che decadono moltissime norme in merito all’utilizzo del Green Pass, mascherine e tanto altro. Partiamo dal Green Pass: dal 1 aprile non sarà più necessario esibire il Green Pass rafforzato, ottenuto da chi ha completato il ciclo vaccinale o chi è guarito da Covid da meno di sei mesi, per accedere a bar e ristoranti all’aperto. Il Green Pass rafforzato sarà ancora richiesto solo in caso di feste o eventi che possano causare assembramenti. Dal 1 al 30 aprile, invece, in caso di bar e ristoranti al chiuso è necessario mostrare ancora il Green Pass base rilasciato con il vaccino, con la guarigione e con un tampone antigenico e/o molecolare.

Novità anche in materia di trasporti. Per viaggiare a bordo di un bus, tram o metropolitana dal 1 aprile basterà esibire il Green Pass base indossando sempre una mascherina Ffp2. Stesse regole anche per viaggiare a bordo di una nave, aereo, e treni ad alta velocità. Covid, le nuove regole dal 1 aprile: negozi, alberghi, palestre e discoteche. Con la fine dello stato di emergenza fissata il giorno 31 marzo, dal 1 aprile l’Italia vive una sorta di “freedom day” con l’abolizione di una serie di regole e restrizioni che da circa due anni hanno cambiato la nostra vita. Dal 1 aprile nessun obbligo di Green Pass per accedere ai negozi, resta solo l’obbligo di indossare fino al 30 aprile una mascherina, anche chirurgica.

Stop al Green Pass anche per soggiornare in un hotel e strutture ricettive dove il passaporto sanitario rafforzato resta obbligatorio fino al 30 aprile per accedere alle aeree benessere, piscine e spogliatoi. Nessun Green Pass anche per recarsi dal parrucchiere, barbieri, saloni di bellezza e centri estetici, ma anche per entrare in banca, uffici pubblici e poste.

Per piscine, palestre e centri benessere al chiuso resta obbligatorio il Green Pass rafforzato per allenarsi, rilassarsi, ma anche per accedere a docce e spogliatoi fatta eccezione per “gli accompagnatori delle persone non autosufficienti in ragione dell’età o di disabilità”. L’obbligo decade dal 1 maggio. Novità anche in merito agli spettacoli, concerti, manifestazioni ed eventi sportivi: fino al 30 aprile è richiesto il Green Pass base con obbligo di mascherina Ffp2, mentre per andare al cinema, teatro e sale al chiuso è richiesto Green Pass rafforzato e mascherina ffp2. Stesse regole anche per discoteche e feste dove è necessario, fino al 30 aprile, l’obbligo del green pass rafforzato.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright