The news is by your side.

CAGNANO/ E’ ASSALTO ALLA COPPA ITALIA. DOMENICA GARA DI ANDATA

203

Un risultato storico per il calcio garganico. L’Audace Cagnano raggiunge la finale di Coppa Pu­glia e affronta domenica prossima nella gara di andata sul campo amico, il Ca­latone (ore 16.30) con il ritorno previsto la domenica successiva. E’ la seconda squa­dra foggiana a raggiungere la finale della competizione regionale nata nel 1990 a cui partecipano le 84 squadre pugliesi di pri­ma e seconda categoria, l’altra fu nel 2019: l’Orta Nova che la perse con il Deghi Lecce (salentini che s’imposero all’andata 1-0 in Capitanata, poi 1-1 nella gara di ritorno).

L’occasione per i biancorossi dell’Au­dace Cagnano e quella di portare il trofeo per la prima volta in Capitanata e la com­pagine allenata da Matteo Zito si è pre­parata bene in questi giorni per ottenere un buon risultato che serva, poi, nella gara di ritorno. Previsto il grande pub­blico al “Puzzone” di Cagnano con quasi mille spettatori con in testa il sindaco Michele Di Pumpo che nelle ultime ore ha rivolto un appello ai suoi concittadini per una grande domenica di sport.

E allora tutta la Capitanata calcistica tiferà per la compagine del presidente Gio­vanni Coccia e del diesse Giusepep Russo. «Un traguardo già importante – ammette il massimo dirigente dei biancorossi – ma che può diventare storico se riusciamo, tutti insieme, a superare l’ultimo ostacolo che ci consentirà di vincere la Coppa. Ci sarà bisogno non solo del cuore dei ragazzi e del tecnico ma anche e soprattutto del nostro pubblico, che ha già dimostrato, in tante occasioni, non solo grande senso di civiltà e sportività, ma anche di essere per davvero il dodicesimo uomo in campo».

Emozioni da filtrare. Il momento è di quelli felici ma consiglia prudenza e vo­glia di trame lezione. L’Audace Cagnano si gode il momento e lo vuole cavalcare fino in fondo. Un successo potrebbe valere doppio. Per il territorio, innanzitutto, ma anche per corroborare idee, principi, di­rezione del lavoro che caratterizzeranno la prossima stagione della truppa lacu­stre. E’ un bel messaggio, quello lanciato dalla truppa di Matteo Zito. Salito in sor­dina, forte delle proprie certezze, libero da pressioni. Si può fare.

L’Audace Cagnano da qualche giorno ha messo l’elmetto: sarà ima finale in trin­cea, da vincere. Entusiasmo e speranza a braccetto. La gioia per un’annata da ri­cordare è tanta. Nessuno, a settembre, avrebbe scommesso sull’impennata dei biancorossi. Eppure ormai la finale è vi­cina. L’allenatore Zito, però, non vuole far calcoli: lui vuole l’impresa già domenica con un risultato importante. Gioia, or­goglio e stupore vanno a braccetto sulle sponde del lago di Varano e domenica saranno in mille a sospingere Giordano e soci verso una vittoria importante.

antonio villani


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright