The news is by your side.

SOS MEDICI SUL GARGANO/ INASCOLTATI GLI APPELLI DEI SINDACI. “SOLO PROMESSE, LA SITUAZIONE NON È CAMBIATA”

229

Siamo ormai ad agosto ma l’emergenza medici sul Gargano non è stata ancora risolta. I sindaci di Vieste e Vico tornano ad alzare la voce. “I numerosi appelli – afferma il sindaco viestano Giuseppe Nobiletti – non hanno fatto breccia, e nemmeno l’ultima riunione in Prefettura ha sortito frutti. Solo promesse, la situazione non è cambiata. Siamo sempre di fronte ad una carenza di medici e non possiamo accettare la giustificazione relativa al fatto che è una emergenza nazionale. Stiamo ripetendo da tempo che i medici vanno incentivati almeno per coprire le carenze durante l’estate. Qui a Vieste al momento è coperta solo un’ambulanza e questo crea disagi anche agli altri territori, da Peschici a Vico a Rodi. Sono deluso che ad oggi non si riesce a porre rimedio a questa emergenza”.

Deluso e amareggiato anche il sindaco di Vico del Gargano, Michele Sementino. “Questo è un problema atavico che cerchiamo di affrontare in maniera seria da diversi anni, ma purtroppo non vediamo disponibilità da parte dell’Asl, premesso che il commissario Nigri non ha nessuna colpa. Noi diciamo sempre che se realizziamo dei corsi di emergenza urgenza dobbiamo obbligare i medici che partecipano  a restare sul territorio. Non possiamo più pensare che il Gargano è lontano da Foggia e non devono esserci i medici. Stiamo chiedendo l’aumento delle indennità per i medici. I comuni di Peschici e Vieste hanno messo a disposizione gli alloggi, ora tocca agli altri fare qualcosa. E poi è impensabile  che il turista che arriva sul Gargano e ha necessità di fare dialisi non può farla perché va prenotata un anno prima. È assurdo che in un territorio a forte vocazione turistica non può garantire questo servizio essenziale”.

 

saverio serlenga


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright