The news is by your side.

AMATI (PD): «NON VOTATE LE LISTE DEL MIO PARTITO IN PUGLIA, FRUTTO DI RACCOMANDAZIONI, MESCHINITÀ, BASSEZZE, MISOGINIA, OSSEQUI AI CAPETTI»

334

Dopo il senatore Dario Stefano, le durissime accuse di Fabiano Amati, consigliere regionale Puglia del Pd, presidente della commissione Bilancio e già assessore regionale nella giunta di Nichi Vendola.

Per Amati, “le liste del Pd Puglia sono state generalmente composte sulla base di raccomandazioni, meschinità, bassezze, misoginia, ossequi ai capetti di turno impegnati a risolvere in Puglia problemi campani di collocamento e soggezione ai metodi nepotisti e torbidi del non iscritto Michele Emiliano”. “Le liste del mio partito, il Pd – aggiunge Amati -, risultano percio’ invotabili».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright