The news is by your side.

PUGLIA/ LA FRONTIERA È L’EOLICO IN MARE. TRE PROGETTI DELLA HOPE: L’ULTIMO È DAVANTI A VIESTE.

422

L’idea è che l’installazione in Adriatico, lontano dalla costa, di impianti eolici galleggianti di nuova generazione, possa produrre tutta l’energia necessaria al fabbisogno dell’intero Mezzogiorno. Progetti avveniristici che richiederanno anni tra studio e costruzione, oltre che finanziamenti nell’ordine dei miliardi di euro. Ma la corsa è già cominciata e coinvolge numerosi player di livello internazionale. Ed in questo senso va letta l’iniziativa della Hope, startup milanese con radici pugliesi, che mira a ottenere l’autorizzazione per tre parchi in grado di produrre, complessivamente, quasi 10 milioni di megawattora l’anno.

Nei giorni scorsi è stata pubblicata la domanda per ottenere la concessione demaniale di quasi 400 ettari di spazio di mare al largo di Vieste, dove dovrebbe sorgere il parco «Nemetun Island»: 80 aerogeneratori galleggianti da 1,5 megawatt di potenza l’uno, piazzati a 51 km dalla costa in un’area poco battuta dalle rotte marittime che solcano l’Adriatico.

gazzettamezzogiorno


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright