The news is by your side.

TURISMO 2023/ PUGLIA, SARDEGNA E SICILIA SONO LE METE PREFERITE DAGLI ITALIANI

255

Poi ancora, la «X generation» (41-56enni) predilige le crociere (52%) ed il 63% dei «baby boomer» (57 anni ed oltre) preferisce infine rimanere al mare in Italia.

Molti italiani nel 2023 preferiranno rimanere in Italia, ma una grande percentuale non intende rinunciare a mete esotiche, soprattutto a corto e medio raggio, che anche sui motori di ricerca hanno registrato crescite record: come Sharm el-Sheikh (+160%) e Dubai/Emirati Arabi (+140%).

Con l’inizio del nuovo anno è prassi stilare un elenco dei buoni propositi, tra i quali sono immancabili lo smettere di fumare (per chi fuma), il seguire una dieta dimagrante, l’andare in palestra o praticare un nuovo sport, il coltivare un nuovo hobby o una passione, lo studio di una nuova lingua e —per ultimo ma non meno importante— la decisione delle mete delle agognate vacanze estive.

Il portale Vamonos Vacanze (Vamonos-Vacanze.it) ha condotto uno studio sui trend dei viaggi del nuovo anno, analizzando le tendenze degli italiani sui motori di ricerca e conducendo un sondaggio su un campione di 2 mila uomini e 2 mila donne di età compresa tra i 18 ed i 65 anni, distribuiti nelle diverse regioni d’Italia.

«Ma c’è perfino chi prenota fin da subito per garantirsi il prezzo migliore e non doverci pensare più avanti» commenta Emma Lenoci, ideatrice della piattaforma Vamonos-Vacanze.it che anche quest’anno per l’estate ha già comprato grandi pacchetti dalle compagnie, per potere così offrire ai viaggiatori i prezzi migliori.

Dallo studio del tour operator emergono alcune conferme come la tendenza ormai consolidata nel tempo di rimanere in Italia, scelta che riguarda il 54% dei vacanzieri, orientati al momento soprattutto sulla Puglia che conquista il primo posto con il 14% delle preferenze, ma anche sulla Sardegna (12%) e sulla Sicilia (9%), rispettivamente al secondo e terzo posto.

Una grande percentuale di italiani non rinuncerà tuttavia alle mete esotiche, ma solo il 7% opterà per il lungo raggio, optando per mete quali Bahamas, Madagascar, Maldive, Mauritius, Seychelles e Thailandia.

Il 23% prediligerà mete a corto e medio raggio, che anche sui motori di ricerca stanno registrando crescite record: come Sharm el-Sheikh (+160%) dove Vamonos-Vacanze.it organizza durante tutto l’anno meravigliosi viaggi-esperienza per una vacanza fuori dalle solite cerchie di amicizie e fuori dalla abituale “comfort zone” o come Dubai/Emirati Arabi (+140%).

Il 10% delle preferenze vanno invece alle crociere, come quelle che Vamonos-Vacanze.it organizza durante tutto l’anno insieme ad MSC a Dubai e negli Emirati Arabi, ma anche in Francia, Spagna e Grecia.

Nella wish-list anche Miami negli Stati Uniti, meta molto gettonata sia dagli uomini che dalle donne. Mentre il Messico conquista nettamente le preferenze femminili e la Giordania quelle maschili.

In quanto poi a fasce di età, in generale si può dire che i giovanissimi ancora oggi vogliono l’America. La maggior parte (65%) dei ragazzi della «generazione Z» (nativi digitali, under-27) vorrebbe infatti organizzare durante il 2023 un viaggio proprio negli Usa.

La tendenza è invece per le mete esotiche nella maggior parte della «generazione Y». Il 58% dei millennial (27-40enni) —definiti anche come generation next, net generation oppure anche echo boomer— preferisce infatti il mare fuori dai confini nazionali.

Poi ancora, la «X generation» (41-56enni) predilige le crociere (52%) ed il 63% dei «baby boomer» (57 anni ed oltre) preferisce infine rimanere al mare in Italia.

Vamonos-Vacanze.it ha infine stilato una top-10 dei Paesi esteri più desiderati del 2023 per un soggiorno breve o per una vacanza più lunga. Il ranking della wish-list che ne risulta —ammettendo risposte multiple— è il seguente: 1) Emirati Arabi (75%), 2) Stati Uniti (73%), 3) Egitto (68%), 4) Messico (65%), 5) Marocco (62%), 6) Spagna (61%), 7) Grecia (58%), 8) Brasile (56%), 9) Thailandia (54%) e 10) Giordania (49%).


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright