Articoli filtrati per data: Sabato, 26 Ottobre 2019 - Rete Gargano

Lo scorso mercoledì, è stata giornata di gran festa presso la Fondazione Turati di Vieste che si è vestita di musica e colore. Dalla mattina i nasi rossi dei clown dottori membri dell’associazione foggiana “Amore Incompetente” hanno fatto visita ai pazienti dell’ RSD e dell’RSSA. Palloncini, canti ed attività ricreative hanno scandito il tempo prezioso trascorso insieme. Il pomeriggio è proseguito con la scia colorata di sorrisi e divertimento che ha coinvolto anche i degenti del centro di riabilitazione. La giornata è terminata con i “rumorosi” saluti di Ariblu, Caramella, Ivy, Sun, Beni, Ciolì, Smemorina e Chiquita che presto torneranno…li stanno già aspettando!!!

Pubblicato in Sanità

Tonnellate di plastica e altri rifiuti dimenticati in mare, raccolti dai pe­scherecci e gettati di nuovo in ac­qua. È quello che sono costretti a fa­re quotidianamente anche i pesca­tori pugliesi. A causa delle norme nazionali non ancora aggiornate, i pescherecci e le altre imbarcazioni che ogni giorno insieme al pescato raccolgono casualmente plastica in mare evitano di portarla a terra per riciclarla. Il motivo è molto sempli­ce: se portassero in porto quella pla­stica (e altri rifiuti pescati accidentalmente) sarebbero costretti a pa­gare le spese per il conferimento di' “rifiuti speciali”. Una pratica folle dettata dalle norme e dalla burocrazia che le as­sociazioni ambientaliste denunciano da tempo. Negli ultimi mesi la Re­gione ha provato a interrompere questa pratica. Già da novembre scorso ha promosso un’iniziativa de­nominata Puglia Fishing for litter. Si tratta di una sperimentazione na­ta dalla collaborazione con Corepla (il consorzio per la raccolta di plasti­ca), Ager (l’agenzia regionale per la gestione dei rifiuti), Arpa Puglia e Autorità portuale del mare Adriati­co meridionale e punta a favorire la raccolta gratuita di rifiuti dal mare. La sperimentazione è stata avviata inizialmente a Barletta ed è poi sta­ta estesa a Molfetta, Ma sarà presto effettuata anche a Manfredonia. So­lo a Molfetta negli ultimi mesi sono stati raccolti 2.740 chili di rifiuti. Di questi, 315 chili sono plastica diret­ta al riciclo. “Si tratta di un percorso virtuoso” dice Gianfranco Grandaliano, direttore generale dell’Ager. Un primo inizio, certo, ma non ba­sta come fa notare Francesco Taran­tini di Legambiente Puglia: “L’inizia­tiva della Regione è encomiabile. Ora bisogna estendere questa attivi­tà a tutte le marinerie pugliesi, a co­minciare dal Gargano dove la pre­senza di microplastiche è elevata come dimostrano i dati dell’Arpa”. E a proposito di Arpa, Nicola Ungaro, ex.direttore di Arpa Puglia e ora al vertice dell’agenzia in Basilicata oggi analizzerà la situazione sui ri­fiuti marini nel corso di “Mare Futu­ro” all’hotel Excelsior di Bari, con­gresso organizzato dall’Ordine na­zionale dei biologi, Arpa Puglia e Ba­silicata: “In Puglia - spiega Ungaro - nel periodo 2015-2017 sono stati osservati in media 654 rifiuti ogni 100 metri di spiaggia. Di questi, 550 erano di materiale plastico”. Situa­zione grave anche in mare: “Tra ma­re Adriatico e mare Ionio si stima la presenza di 117.316 micro plastiche per chilometro quadrato. Una cifra elevata ma in linea con il resto del Mediterraneo”. Qualcosa però sembra stia cam­biando anche a livello nazionale. Nelle scorse ore il governo ha appro­vato in prima lettura alla Camera la legge “Salva Mare” che intende favo­rire la raccolta di rifiuti in mare, assi­milandoli a rifiuti urbani e evitando così che i pescatori siano costretti a pagare per il conferimento. Il testo di legge, che dovrà passare all’esa­me del Senato, ha l’obiettivo di favo­rire soprattutto la raccolta di plasti­ca anche nelle acque interne come fiumi e laghi. Questa proposta intro­duce delle disposizioni sui rifiuti pe­scati accidentalmente che devono così essere assimilati a quelli pro­dotti dalle imbarcazioni.

Pubblicato in Ambiente

Ufficializzati gli accoppiamenti e il calendario delle semifinali di Coppa Italia.

All'andata, il 14 novembre, sarà Atletico Vieste-Unione Calcio Bisceglie e Gallipoli-Corato. Ritorno il 28.

Pubblicato in Sport

Partirà questo pomeriggio dalle sponde dei laghi di Lesina e Varano Parchirifiutifree, la campagna di Legambiente e Parco Nazionale del Gargano che nelle prossime settimane farà tappa in altri 15 comuni dell’area protetta per sensibilizzare cittadini e amministrazioni sulle buone pratiche di raccolta dei rifiuti e per contrastare le cattive abitudini che influiscono sulla perdita di biodiversità.

Sarà una cooperativa di pescatori, affiancata da ragazzi coinvolti in un progetto di alternanza scuola-lavoro, a ripulire le sponde del Lago di Varano e della Foce dove sono concentrate, secondo il report Buone & Cattive Acque di Legambiente, le maggiori criticità con reti plastiche per la mitilicoltura e residui plastici dell’agricoltura che si accumulano nel tempo per poi essere bruciati. Una valida risposta in tal senso arriva dalla legge “Salva-Mare” approvata dalla Camera dei Deputati e che dovrebbe consentire ai pescatori di portare e conferire a terra i rifiuti che recuperano in mare o nelle acque interne (fiumi, laghi ecc), senza doverne sostenere i costi di smaltimento, come invece avviene oggi.

Le stesse criticità Legambiente le ha riscontrate anche nel Lago di Lesina, dove sempre domani pomeriggio si procederà alla pulizia delle sponde con volontari ed una delegazione dell’amministrazione comunale.

Le operazioni di pulizia, alle quali prenderanno parte anche Pasquale Pazienza, Presidente dell’Ente Parco Nazionale del Gargano e Antonio Nicoletti, responsabile nazionale Aree Protette di Legambiente, sono aperte a chiunque volesse partecipare.

Luogo e orario di ritrovo:

Piazza Foce Varano, ore 15.00 (per info. 345.1582059)

Centro Visite Lesina, ore15.00 (per info. 0882.707455)

Pubblicato in Ambiente

Blogger e giornalisti da 6 regioni d’Italia per il nuovo press tour finanziato dalla Regione. I vecchi trappeti, i moderni oleifici e gli eterni uliveti al centro di un viaggio esperienziale

Verranno da Sicilia, Veneto, Lazio, Basilicata, Campania e Calabria i giornalisti e i blogger che, da oggi mercoledì 23 ottobre e fino a lunedì 28, parteciperanno al press tour denominato “Vico del Gargano e le Città dell’Olio”. Al press tour promosso dall’Amministrazione comunale vichese, hanno aderito anche i Comuni di Carpino e di Vieste. Il progetto è finanziato dalla Regione Puglia nell’ambito del Programma operativo Regionale FESR-FSE 2014-2020 “Attrattori culturali, naturali e turismo”, Asse VI-Tutela dell’ambiente e promozione delle risorse naturali e culturali – Azione 6.8 Interventi per il riposizionamento competitivo delle destinazioni turistiche. Gli ospiti del press tour pernotteranno a Vico del Gargano e, oltre che la ‘città dell’amore’, visiteranno anche Carpino e Vieste. Per una settimana, avranno modo di conoscere il patrimonio storico, architettonico, naturalistico e culturale del Gargano, con particolare riferimento alla vocazione olivicola, agroalimentare ed enogastronomica.“L’olivicoltura, nel Gargano, è economia, lavoro, una filiera che esprime eccellenze di assoluta qualità”, ha dichiarato Michele Sementino, sindaco di Vico del Gargano. “Si tratta di una coltura che è anche cultura, paesaggio, appartenenza, tradizione e innovazione”, ha aggiunto il primo cittadino vichese.“Proprio per questi motivi”, ha spiegato Rita Selvaggio, assessore comunale alla Cultura e alla Pubblica Istruzione, “abbiamo inserito il press tour all’interno del programma che caratterizza la Settimana della Cultura, con il calendario della tredicesima edizione di Vivi il Parco nell’Arte”che a giornalisti, blogger, visitatori e cittadini vichesi offrirà l’opportunità di ammirare mostre, pittori impegnati a dipingere en plein air nelle viuzze del centro storico, e di partecipare a iniziative come l’inaugurazione dei lavori del progetto Street Art.Il settore olivicolo, per il Gargano, è al contempo un fortissimo fattore culturale-identitario e una risorsa economico-occupazionale. I vecchi frantoi convivono con i moderni oleifici, rappresentando la narrazione vivente di una continuità produttiva che coniuga tradizione e innovazione. Vico del Gargano, Carpino e Vieste, oltre a essere tra le mete più apprezzate del turismo garganico, fanno parte dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio, una vera e propria rete che in tutta Italia promuove la cultura e il turismo dell’olio. L’ultima decade di ottobre è il periodo di massima attività in uliveti, frantoi, aziende di trasformazione e di imbottigliamento del settore olivicolo. L’obiettivo, dunque, è di costruire e promuovere un’offerta turistica destagionalizzata e incentrata sul viaggio esperienziale nelle Città dell’Olio garganiche. Le principali ricadute sul territorio riguardano la valorizzazione e la conoscenza di una eccellenza produttiva, oltre alla promozione di un diverso “innesco” dell’interesse da suscitare nei potenziali fruitori dell’offerta. Il target di riferimento è molto ampio: dal segmento delle gite scolastiche al turismo enogastronomico ed esperienziale, con particolare riferimento a chi ama viaggiare e soggiornare nelle località turistiche lontano dai periodi di massimo affollamento. Domenica 27 ottobre, alle ore 18.30, si terrà il convegno su “Vico e l’olivicoltura del Gargano”, con la partecipazione delle organizzazioni agricole, dei produttori olivicoli e di esperti nutrizionisti.

Pubblicato in Manifestazioni
Sabato, 26 Ottobre 2019 08:05

Questa notte torna l’ORA SOLARE

Questa notte, alle ore 3:00 del mattino si dovranno spostare indietro le lancette dell’orologio di un’ora, portandole alle ore 2:00.  Si potrà dunque dormire un’ora in più. Questo comporterà degli effetti sul nostro organismo, che dovrà adattarsi ai nuovi ritmi del giorno e della notte; il processo di adattamento si esaurirà al massimo nell’arco di due settimane.

Pubblicato in Società

ReteGargano consiglia...

Reporter della tua città

16 Gennaio 2020 - 11:10:54

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ Meglio che sto zitto di Lucio Palazzo

Perchè? La domanda d’obbligo. Perché scriverci un libro? E che ne so? In realtà non avevo nessuna intenzione di scrivere un libro, ma alla fine, messe insieme, sono risultate…

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -