Venti destinazioni balneari italiane unite per creare un tavolo permanente per confrontarsi periodicamente su progetti ed interventi in un'ottica di partenariato che coinvolga portatori di interessi anche del privato. E' questo, in sintesi, il contenuto del documento sottoscritto questa mattina a Bibione dai sindaci che hanno partecipato al G20s delle spiagge italiane. Nell'occasione la conferenza dei sindaci ha indicato in Castiglion della Pescaia la localita' che nel 2019 organizzera' il G20s. A breve pero' i venti sindaci si ritroveranno a Riccione per mettere a fuoco alcune questioni su cui cominciare a collaborare in maniera sinergica. "Siamo molto soddisfatti per questo G20s. E' stata un'importante occasione di confronto ma soprattutto il momento iniziale per fare squadra con realta' che vivono le stesse problematiche di Vieste. E' un progetto di ampio respiro in cui Vieste giochera' un ruolo determinante", ha commentato al termine il sindaco di Vieste Giuseppe Nobiletti presente a Bibione con una delegazione.

Pubblicato in Turismo

I dati del turismo in Puglia per il 2017 raccontano di un'economia solida e in espansione. Dai report dell’Istat sul "Movimento dei clienti negli esercizi ricettivi della regione" si desume che si è avuto aumento del 4,8% degli arrivi complessivi (italiani e stranieri) e del 5,2% dei pernottamenti. In particolare si attesta sul +7,2%% l'incremento dall'estero con buone crescite soprattutto da Paesi Bassi, Australia, Stati Uniti d'America e Germania.

Così nel 2017 in Puglia ci sono stati in totale 3.911.688 arrivi con pernottamenti pari a 15.189.837.

In Puglia nel 2017, su base provinciale Lecce è prima con 1.075.021 arrivi e 5.037.650 presenze, segue Foggia con 942.867 arrivi e 4.499.026 presenze, poi Bari con 989.014 e 2.287.578 presenze, poi Brindisi con 458.881 arrivi e 1.854.943 presenze, poi Taranto con 289.468 arrivi e 1.158.496 presenze ed infine la BAT con 150.259 e 329.894 presenze.

Questo dato per provincia va però contestualizzato al territorio. Per questo in provincia di Lecce su un totale di 97 Comuni sono 79 a fare presenze turistiche ovvero l’81,44 %, mentre in provincia di Foggia su 61 Comuni solo 33 generano presenze turistiche pari al 54,09 %, in provincia di Bari su 41 Comuni fanno turismo in 34 pari al 82,92 %, in provincia di Brindisi su 20 Comuni sono in 18 a fare presenze pari al 90,00 %, infine nella BAT su 10 Comuni fanno presenze 8 pari all’80,00%.

Nel caso specifico della Capitanata il 94,82% delle presenze è dato dal Gargano e Vieste contribuisce per il 44% con i Monti Dauni che generano lo 0,36% del totale.

Su base comunale Vieste resta la “regina” incontrastata in Puglia con 294.272 arrivi e 1.987.401 presenze, doppiando ampiamente la seconda, Ugento, che ha fatto 114.428 arrivi e 865.507 presenze, al terzo posto Otranto con 148.876 arrivi e 800.298 presenze, al quarto Bari, al quinto Lecce, al sesto Peschici, al settimo Fasano, Gallipoli, Carovigno, Melendugno, all’undicesimo San Giovanni Rotondo, al 16esimo Rodi Garganico, al 21esimo Mattinata, al 22esimo Manfredonia, al 25esimo Vico del Gargano, al 33esimo le Isole Tremiti, al 37esimo Cagnano Varano ed al 42esimo Monte Sant’Angelo.

Sul Gargano per le presenze rispetto al 2016 il dato è variegato:

Vieste                            1.987.401    +2,67%

Peschici                             691.271    -1,66%

San Giovanni Rotondo         402.958    -7,94%

Rodi Garganico                   339.826    -4,77%

Mattinata                          198.912  +6,37%

Manfredonia                       168.735 +21,79%

Vico del Gargano                149.117  +3,04%

Isole Tremiti                        88.259  -4,25%

Cagnano Varano                  70.408 +11,72%

Lesina                                 63.530   -6,57

Monte Sant’Angelo              54.592 -15,75%

(Foggia                             125.144  -0,97%).

Certo il Gargano, e Vieste in particolare, continua a fare la differenza in Puglia per i flussi turistici. Ma la voce di questo territorio nel richiedere attenzione e disponibilità di interventi risulta quasi afona ed inascoltata. E’ innegabile come l’atteggiamento di molti Comuni nei confronti della Regione sia ancora e sempre di vassallaggio, di adulazione per raccattare un tozzo di contributo. Peraltro la stessa Regione ed alcuni assessori nello specifico fanno di tutto per mostrare il loro strabismo a favore di altre aree. Che si faccia un milione o due di presenze a loro poco importa. E’ importante invece disseminare di contributi a pioggia il territorio arrivando al paradosso che, ad esempiom per la gestione dei punti di informazione una località che fa anche solo 500 presenze debba ricevere le stesse risorse di un’altra che ne fa due milioni.

Di questo e tanto altro si dovrebbe chiedere conto all’assessore che gira le masserie di Puglia per presentare il corposo Piano Strategico del Turismo in cui la realtà dei territori sembra essere un accessorio quasi ininfluente. Altro che pavoneggiarsi con falsi miti di “Turismo 2.0” o “3.0” e giù di lì, hashtag a manetta, slogan un tanto al chilo, con tutto il seguito di coloro che vanno dietro a questa visione distorta di strumenti sicuramente utili ma che si fanno diventare l’essenza stessa del prodotto. Nient’altro che fuffa.

A quando il risveglio sul Gargano di chi opera nel turismo, di chi amministra le realtà turistiche, di chi tutela i lavoratori, di chi dice di voler bene a questo territorio? E non sarebbe il caso e soprattutto l'ora di dar vita al brand di una COSTA GARGANICA?

(DRAGUTH RAIS)

Pubblicato in In primo piano

“Siamo pienamente soddisfatti per i flussi del week end pasquale. E’ stato un bell’inizio della stagione turistica. Molti gli stranieri in particolare dal Nord Europa”. E’ stato questo il primo commento dell’assessore comunale al Turismo Rossella Falcone dopo il ponte di Pasqua, un vero e proprio test per l’avvio della stagione turistica. “Vieste oggi riesce ad essere attrattiva non solo come meta del turismo balneare nella stagione estiva. – ha evidenziato la Falcone - Anche in primavera ed autunno sono ormai sempre più consistenti i flussi, soprattutto di ospiti stranieri molto attenti alla storia ed alla cultura di questo territorio”.

Questi spunti erano stati anche presentati nell'incontro con gli operatori turistici locali che l’assessore viestano aveva promosso poco prima di Pasqua. In un Cinema Adriatico da “sold out”, affollatissimo di imprenditori turistici ed addetti al settore, sono stati snocciolati i dati del “sistema turismo Vieste”: dall’analisi dei flussi turistici all’utilizzo delle risorse derivanti dalla tassa di soggiorno, dall’iniziative promozionali intraprese agli eventi di accoglienza organizzati sul territorio.

Si è partiti da un dato consolidato negli anni: con quasi 2 milioni di presenze Vieste è nettamente al primo posto in Puglia per numero di pernottamenti, più del doppio di quelli di Ugento, al secondo posto della classifica regionale e quasi quattro volte più di Gallipoli, appena ottava.

Dati che hanno portato Vieste nel 2016 ad essere riconosciuta in Italia al 26esimo posti come destinazione turistica, preceduti da “big player” come Roma, Milano, Venezia, Firenze, Torino, Bologna, Napoli, e da tradizionali mete turistiche come Rimini, Riccione, Jesolo, Lignano Sabbiadoro, Sorrento, Abano Terme, Cesenatico. Ma comunque prima di Pisa, Genova, Padova, Palermo, Cattolica, Montecatini Terme, Ischia, Riva del Garda, Sirmione, Viareggio.

La provenienza dei turisti è per l’83% dall’Italia e per il 17% dall’estero.

Per l’Italia si è ribadito, ad esempio, che la Lombardia continua ad essere la regione che “fornisce” il maggior numero di turisti a Vieste, seguita da Puglia, Campania e Lazio. Pertanto si sta lavorando per creare delle opportunità sulla scorta del protocollo d’intesa siglato dalla Regione Puglia con la Regione Lombardia e presentato a metà febbraio alla BIT di Milano, denominato “Double Your Journey”.

Per l’estero il primo mercato estero di riferimento è sempre la Germania con quasi il 50% della provenienza turistica straniera, con una crescita dei Paesi dell’Est e del Nord Europa.

Nel 2017 con le risorse della tassa di soggiorno pari a 814.772 euro (nel 2016 erano 796.872 euro e nel 2015 ammontavano a 666.134 eruro) si sono finanziate le spese per manifestazioni sportive (2,68%), manifestazioni culturali (12,15%), accoglienza turistica (13,74%), sistemazione verde pubblico (21,29%), trasporto pubblico (20,97%), opere d’investimento (2,91%), rifacimento lungomari (27,26%).

 

 

Dall’analisi del totale delle presenze dichiarate e quelle risultati dal versamento della tassa di soggiorno, al netto dei soggetti esenti, è stata evidenziata un’evasione dell'imposta di circa il 25%. Per far fronte a questo problema, con delibera di Giunta comunale del maggio 2017, si era provveduto ad istituire il Nucleo di Controllo sulle attività economiche composto da personale dell’Ufficio Tributi, Ufficio Suap, Ufficio Tecnico e Polizia Locale. A seguito dei controlli effettuati sono stare comminate sanzioni per violazione della normativa sui “bed and breakfast”e sulle strutture ricettive, per violazione di quella relativa agli agriturismi ed al Regolamento comunale sulla tassa di soggiorno.

Nel 2017 si sono incentivate le azioni promozionali all’estero con press tour di giornalisti provenienti da Belgio, Germania (è apparso un ampio reportage su “Magazine C-TOUR”, un’importante testata tedesca di settore che si pubblica da oltre 20 anni), Paesi Bassi (è apparso un servizio su “Camper Reis Magazine”, trimestrale dedicato agli amanti dei viaggi in camper, e su “Between Business” un mensile olandese online e cartaceo con tiratura mensile di 45.000 copie). A novembre 2017 si è svolto a Vieste l’”Apulia Film Forum” per accreditare Vieste come location per produzioni cinematografiche e televisive a livello internazionale. A luglio 2017 è stata registrata sull’isolotto del Faro di Sant’Eufemia una puntata di “Masterchef Italia” per promuovere la destinazione attraverso canali televisivi. Così non è mancata la presenza attraverso conferenze a fiere di settore,come il TTI-TTG di Rimini e la BIT di Milano.

Nell’ambito dell’accoglienza, ovvero di servizi all’ospite, sono diverse le azione che saranno dispiegate per il 2018. Per i trasporti: bus navetta “Gargano Easy to Reach” dall’aeroporto di Bari a Vieste con riattivazione del servizio da maggio a settembre e proposta di inserimento nel PTS; nel trasporto urbano è stato pubblicato nuovo bando per l’assegnazione del servizio e proposto l’inserimento nel piano di ambito provinciale. Per l’informazione: nell’Info Point ubicato presso l’Antica Pescheria a Marina Piccola, come lo scorso anno, si provvederà a potenziare il servizio fruendo di finanziamenti regionali; si realizzerà la messa in rete degli attrattori culturali con il progetto “Sistema Museale Vieste”; si realizzerà una rete wi-fi pubblica nelle zone centrali della città grazie al progetto di Distretto Urbano del Commercio (in cui Vieste è capofila) e partecipando al bando “WIFI4EU”.

Per gli eventi e manifestazioni estive, sono stati confermanti i seguenti appuntamenti.

A giugno: 1°-2-3 la Regata dei Parchi “Vieste-Lastovo”; 1°-2-3 la “Marathon del Gargano” (mountain bike); il 1° la Rassegna “Vieste in arte”- seconda edizione; dal 13 al 16 “Trofeo del Gargano – Città di Vieste” (torneo di calcio giovanile); dal 15/6 al 15/9 il “Museo di Elvis Presley on tour”; il 17 il “Galà delle bande musicali”; il 20 il “Ciak si gira l’arte”; il 26 la “Musica sotto le stelle”; il 28 “Un mondo di favole”.

A luglio: il 1° la “Magna Grecia Beach Rugby Cup 2018”; l’11 il recital “Tra le note di Gershwin” con il pianista Fiorenzo Pascalucci; il 26 “Walt Disney in armonia”ed a fine luglio il concerto di Max Gazzè che con la sua musica ha portato Vieste sul palcoscenico dell’ultimo festival di Sanremo.

Ad agosto: dal 31 luglio al 1° il “Mundial summer beach soccer 2018”; il 9 il “Film Music Concert”; il 23 la “Serenata alla Tarantella”.

A settembre: dal 3 al 7 la “Settimana dell’Olio”; l’8 la “Vieste Night Run”.

Ad ottobre: dal 5 al 7 la ”Targa Puglia”.

Pubblicato in In primo piano

Si è svolta stamane a Foggia, a Palazzo Dogana, il primo degli incontri programmati dall’assessorato regionale al Turismo e dall’Agenzia Pugliapromozione, con il supporto di Innovapuglia, per spiegare agli operatori turistici  come accedere a tutti i servizi online della Pubblica Amministrazione con un'unica Identità Digitale, utilizzabile da computer, tablet e smartphone. Anche la Puglia turistica sta per recepire il sistema SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) che diventerà obbligatorio dal 31 marzo 2018.

Per Vieste erano presenti l’assessore al Turismo Rossella Falcone ed una rappresentanza del Consorzio Gargano Mare. Per favorire la partecipazione a questi eventi formativi da parte degli operatori turistici, si è ottenuto che entro fine marzo si terrà a Vieste un apposito incontro vista la necessità di adeguarsi a queste procedure innovative.

Questo sistema di autenticazione SPID diventerà, infatti la porta di accesso ai servizi del DMS (il Destination Management System) di Pugliapromozione, del sistema SPOT per la trasmissione dei dati sulla movimentazione dei clienti delle strutture ricettive e per il sistema CPS (Comunicazione Prezzi e Servizi) dopo l’entrata in vigore da ottobre delle disposizioni attuative previste dalla L.R. n.49/2017.

Pubblicato in Turismo

Martedì 28 novembre si celebrerà a Bruxelles l'edizione 2017 della "Giornata europea del turismo" con una conferenza sul tema: "Il futuro del turismo dell'UE". Quest’anno sarà presente anche il Comune di Vieste, con l’assessore al Turismo, Rossella Falcone, ed una delegazione del Consorzio “Gargano Mare” con la presidente Mariella Nobiletti e Vittoria Vescera. Nella conferenza si affronteranno questioni quali l'accesso ai finanziamenti nell'ambito del prossimo quadro finanziario pluriennale dell'UE, la catena del valore del turismo e le sue implicazioni sui consumatori, sulle imprese e sulle comunità locali ed inoltre il futuro della governance del turismo a livello di UE, nazionale e regionale. L'obiettivo sarà quello di scambiare opinioni sulle sfide esistenti e sulle opportunità – tra cui anche quella del turismo sanitario – che offre il turismo nell'UE con lo scopo di avviare una discussione sulle priorità del turismo nell'ambito del nuovo quadro finanziario pluriennale dal 2020 in poi. Verranno illustrate le migliori pratiche per trasformare le sfide in opportunità. L'evento riunirà fino a 400 partecipanti, fra i quali i commissari europei ed altri rappresentanti della Commissione europea e rappresentanti di alto livello di autorità pubbliche a livello europeo, nazionale e regionale, mettendo a confronto rappresentanti delle associazioni europee di settore, le associazioni dell’industria dei viaggi e del turismo e altre parti interessate.

Pubblicato in Turismo

La Investiment conferenza sul tema “Il mercato turistico immobiliare” ha aperto oggi nel Business Center di Aeroporti di Puglia la nuova sezione  del Buy Puglia interamente dedicata agli operatori turistici pugliesi: BUY PUGLIA INVESTMENT & EDUCATION. Opinion leader, esperti, operatori, istituzioni, si sono confrontati in un intenso programma di incontri, tavole rotonde e workshop di formazione su 4 aree tematiche principali: INVESTMENT, SVILUPPO ALBERGHIERO, MARKETING,
 OSPITALITÀ.

A dare il benvenuto il vicepresidente di Aeroporti di Puglia, Antonio Vasile, che ha colto l’occasione per annunciare il nuovo volo per Francoforte, l’Assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone e Giorgio Bianchi di PKF Hotelexpert. Quindi la tavola rotonda moderata dalla giornalista Laura Dominici di Guida Viaggi, con l’Assessore Capone e  Vincenzo Capobianco dell’Agenzia del Demanio.

 “E’ importante la crescita del turismo in Puglia che testimonia la bontà del lavoro di tanti imprenditori che hanno deciso di investire sul turismo e di farlo in maniera industriale, e testimonia l’efficacia delle nostre strategie e dei nostri investimenti e incentivi. Sul piano dell’accoglienza dovremmo utilizzare  un meccanismo  del tipo:  “Una stella in più per ciascuna struttura ricettiva” – ha affermato l’Assessore regionale all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone.

“Gli investimenti del turismo sono importanti anche sotto il profilo immobiliare – ha continuato la Capone - la Regione Puglia si è interrogata sul tipo di domanda, cosa vogliono oggi i turisti, e poi sul tipo di strutture compatibili con il nostro paesaggio, posto che puntiamo su un turismo sostenibile. Due domande interconnesse a cui abbiamo dato una risposta insieme alle associazioni di categoria. Abbiamo privilegiato la ristrutturazione e valorizzazione dell’esistente, con particolare riguardo alle strutture di pregio, palazzi e masserie, che danno identità al nostro territorio, piuttosto che incentivare il nuovo. È questo che vogliono i turisti da noi: esperienze uniche in luoghi non omologati”. 

“Con gli incentivi del nuovo ciclo di programmazione – ha spiegato l’assessore - sono stati agevolati investimenti complessivi nel turismo per 529 progetti del valore di oltre 384 milioni di euro, attraverso due strumenti di agevolazione, Pia Turismo (Programmi integrati di agevolazione) e Titolo II Turismo. Per il Pia Turismo, rivolto alle piccole e medie imprese, in poco più di due anni sono stati agevolati investimenti per oltre 172,3 milioni di euro (di cui 73,2 milioni di risorse pubbliche). I progetti agevolati sono 32, le unità lavorative sviluppate a regime, tra vecchia e nuova occupazione, saranno 496. Il Titolo II Turismo, rivolto alle piccole imprese, in due anni ha generato investimenti per 212 milioni di euro (di cui 77,3 milioni di risorse pubbliche). Sono stati agevolate 497 iniziative che svilupperanno 4.906 unità lavorative a regime, tra vecchia e nuova occupazione. A questi incentivi si aggiungono il bando Nidi, rivolto ai giovani che vogliono realizzare B&B e il bando per l’efficientamento energetico. Per le grandi strutture non esistono spazi di incentivi con fondi Fers ma credo che, di intesa che istituzioni bancarie e fondi di investimento, si possa   agire su un piano parallelo e sperimentare forme di investimento  e percorsi concreti,  senza  alterare però quella che è  la strategia della Regione per un turismo sostenibile. L’incontro di oggi del Buy Puglia Investiment – ha concluso la Capone - serve anche a sollecitare investimenti nella nostra regione, anche su strutture di pregio inutilizzate che sono di proprietà pubblica che possono essere utilizzate come strutture turistiche. L’accordo con il Demanio può aiutare anche i Comuni per progettare interventi pubblico/privati e mettere a gara i loro beni”.

Pubblicato in Turismo

“Eravamo convinti di vivere nella terra regina per presenze turistiche in Italia. Invece nel Rapporto di UniCredit-Touring Club Italiano, la Puglia si ritrova al dodicesimo posto”. E’ quanto sottolinea il consigliere regionale (Gruppo AP), Gianni Stea in un appello al presidente della Regione Puglia, Emiliano e all’assessore Loredana Capone. “Viviamo in una terra di mare, sole e arte. Se nonostante questo la “regina” diventa “paggio” vuol dire che siamo ancora all’anno zero in tema di programmazione e alle prese con una burocrazia ottusa. La Puglia non ha ancora compreso che di burocrazia si muore. Così apprendiamo del sequestro – nel bel mezzo della stagione estiva – di quattro ristoranti sulla costa di Savelletri perché ci sono difficoltà di interpretazione tra la normativa locale e quella nazionale. Apprendiamo, con orrore, che a Otranto, l’audiguida multilingua del mosaico composto dal monaco Pantaleone nel 1163, giace in condizioni disastrose. Apprendiamo che muse e chiese fanno orari part time, a volte restano chiusi. Il tutto condito da una macchina burocratica asfissiante e dalla nostra naturale propensione a farci del male nel nome e per conto di un malinteso senso dell’ambientalismo integrale e ottuso, privo di qualsivoglia progettualità concreta e visione presente e futura”.

 

------------------------------------------------------------------------------------------

 

Info pubblicitaria/ LA GARGANICA rende i vostri eventi indimenticabili!

Fidati dello specialista delle decorazioni da festa per bambini ed adulti. Che si tratti di festeggiare un compleanno, una ricorrenza, un giorno speciale in famiglia o un'occasione tra amici, LA GARGANOPARTY ti propone tutto il necessario per una decorazione festiva eccezionale.Organizzi una festa e hai voglia di creare un decoro originale? Creative sculture in palloncini? Lasciati sorprendere dalla Garganica Party. Se non sai da dove iniziare LA GARGANICAPARTY ha in serbo per te tante idee perfette per organizzare feste a tema di ogni sorta! Opta per una festa hawaiana, una festa di nascita, un compleanno sul tema dei pirati per i bambini, un matrimonio vintage, un compleanno a tema Disney... tutto ti è concesso!
Goditi l'organizzazione della festa perfetta! Da LA GARGANICA  trovi inoltre i fiori più belli e di ogni tipo, proposte uniche create per soddisfare tutte le esigenze…addobbi floreali , splendide composizioni e accurati per sale da ricevimento , camere d’albergo, matrimoni tutto con consegna a domicilio gratuita !

La Garganica un mondo di servizi in più… La Garganica in via Verdi a Vieste, telefono: O884/701740 – 340/6232075

 

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Turismo

Il turismo continua a essere un driver decisivo per il nostro Paese. L’industria turistica italiana vale, infatti, oltre 70 miliardi di euro (ovvero il 4,2% del Pil) che salgono a 172,8 miliardi di euro (il 10,3% del Pil) se si aggiunge anche tutto l’indotto. E in questo contesto la Puglia con oltre 13,5 milioni di presenze turistiche, si piazza al 12° posto fra le regioni italiane (ai primi posti si confermano il Veneto con 63,2 milioni, la Toscana con 44,3 milioni e la Lombardia con 37,8 milioni). A confermare questi dati è il Rapporto sul Turismo 2017, curato da UniCredit in collaborazione con Touring Club Italiano, nel quale vengono analizzati i dati più recenti e le tendenze del settore turistico sia nel mondo che nel nostro Paese, con un’attenzione particolare alle diverse performance regionali.
Il turismo si conferma come un settore rilevante nell’economia pugliese, ancora con grandi potenzialità e significativi margini di crescita. Per quando riguarda l’offerta ricettiva, nel 2015 la Puglia si è attestata al 10° posto in Italia per numero di esercizi turistici (5.702) e al 6° posto per numero di letti totali (284.041). Nel quinquennio 2010-2015 inoltre l’offerta ricettiva della Puglia ha registrato un significativo incremento di letti totali pari al 18,9% (+3,8% il dato medio Italia). Un dato interessante riguarda poi la distribuzione dei posti letto regionali per tipologia di struttura ricettiva: nel periodo considerato il 43,1% dei posti letto è stato offerto da campeggi e villaggi turistici, il 35,0% da alberghi, il 9,9% da alloggi in affitto, il 7,7% da B&B e il 3,7% da agriturismi.
Sulla base poi delle presenze turistiche (che nel 2015 sono state oltre 13,5 milioni) la Puglia si è dunque classificata al 12° posto in Italia con una crescita nel quinquennio 2010-2015 del 4,2% (+4,6% il dato medio Italia). Per quanto riguarda invece la distribuzione percentuale delle presenze turistiche nelle province pugliesi risulta in testa Foggia con il 32,2% del dato complessivo regionale e, a seguire, vi sono Lecce (31,7%), Bari (13,3%) e Brindisi (12,8%).
Nel Rapporto si evidenziano poi i principali mercati esteri di provenienza che per la Puglia nel 2015 sono stati, nell’ordine, la Germania (25,4%), la Francia (10,3%) e la Svizzera (9,0%). Inoltre, il settore turistico pugliese ha una quota del 4,9% sul valore aggiunto nazionale, dando lavoro a oltre 65.000 addetti (distribuiti fra alloggio e ristorazione) con una quota dell’8,8% sul totale occupati in Italia.

Pubblicato in Turismo

“Non è più rinviabile l’avvio dei lavori per l’allungamento della pista del “Gino Lisa” e, di conseguenza, la riapertura dello scalo al traffico aereo. Ulteriori dilazioni temporali rischiano di ridurre irrimediabilmente la capacità di un contesto economico, non solo turistico, di restare competitivo sui mercati”.

E’ estremamente decisa Mariella Nobiletti, presidente del Consorzio “Gargano Mare” di Vieste, nel ricordare come non vada persa l’occasione offerta dal cambio di parere dell’UE sui fondi per l’aeroporto foggiano per passare dalla parole ai fatti. “Peraltro chiediamo soltanto che si facciano gli stessi investimenti che sono stati realizzati in altre realtà della Puglia e del Sud in generale. – tiene a sottolineare la presidente dell’organizzazione che da vent’anni con le sue aziende rappresenta il 40% della ricettività turistica sul territorio - Al nostro turismo serve poter attirare anche l’utenza che si muove per i week end, specie nella bassa stagione. Ma questo, senza uno scalo che sia distante all’incirca un’ora dalla destinazione, diventa impossibile”.

“Da tempo anche i tour operator stranieri continuano a chiederci un aeroporto sul territorio per poter chiudere i contratti. – spiega Nobiletti - In caso contrario rischiamo di essere tagliati fuori, di essere marginali in un contesto in cui i collegamenti aerei sono essenziali non solo per entrare su nuovi mercati ma anche per conservare quelli tradizionali”.

Pubblicato in In primo piano

La presentazione alla presenza di Maurizio Luigi Carrer (organizzatore del team Eurobike Corato), paolo Colonna (atleta professionista del team Scott), Dario Carlino (assessore allo sport comune di Vieste), Stefano e Francesca Martucci (titolari de I Melograni) è stato illustrato il percorso e sono stati svelati tutti i dettagli che ambiscono a rendere unico l’evento garganico. Assente giustificato per impellenti cause di lavoro il presidente della Federciclismo Bari-Bat avv. Lorenzo Spinelli.

Si comincia il 2 giugno con la prova del percorso, seguita dal test sulle biciclette a pedalata assistita (E-Bike) del 3 giugno (presenti le aziende leader sul mercato come Haibike Reshmuller e Bosch). Il 4, alle 8:30 si darà poi ampio spazio alla competizione. Questi i dettagli del percorso: partenza da I Melograni, giro turistico in Vieste intorno al porto e successiva spiaggia di Pizzomunno. Si imbocca quindi la deviazione per Paradiso Selvaggio e, al km 0, piede a terra, sarà dato il via ufficiale.

Wilier, Scott e Focus i principali team professionistici. Numerosi gli atleti di alto livello già iscritti (47 gli agonisti, tra under 23 e prof, a cui aggiungere le centinaia di cicloamatori)

L’evento sarà sotto speciale osservazione da delegati della Federazione Ciclistica Italiana, oichè la corsa ambisce a divenire sede dei campionati italiani di specialità e per l’assegnazione è necessaria una prova propedeutica uno o due anni prima, in cui osservatori FCI testano il polso dell’organizzazione, valutando se è pronta o meno. Importante l’impegno del comitato regionale pugliese della FCI, mediante i vertici regionali e provinciali Bari-Bat, affinché in puglia arrivasse per la prima volta un evento nazionale. Da sottolineare l’impegno della federazione nel cercare di ripartire dal basso, geograficamente inteso, ovvero dal sud. Ripartire dai grandi eventi e prestare attenzione alle categorie giovanili (che hanno anche un ampio spazio nelle corse organizzate nell’Iron Bike, su percorsi ridotti). Tracciato tecnico, con discese impegnative, con una novità: l’organizzazione ha pensato di disporre una sorta di officina in un punto critico del percorso; ci sarà un meccanico per le riparazioni d’emergenza e garantire a tutti uno spettacolare, quanto sereno arrivo sulla spiaggia.

Non resta che confidare nella bontà del meteo, perché la Marathon del Gargano negli ultimi anni ne ha viste di tutti i colori. L’anno scorso faceva caldissimo e al traguardo, immagini uniche, lasciata la bicicletta i ciclisti si sono tuffati in mare. Due anni fa invece hanno beccato secchiate d’acqua e gelo in foresta umbra arrivando giù alla discesa come maschere di fango, quasi da Parigi-Roubaix.

Pubblicato in Sport
Pagina 1 di 2

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -