Articoli filtrati per data: Domenica, 17 Febbraio 2019 - Rete Gargano

Atl. Vieste-AS Avetrana 3-1

5' Mosca (V), 22' Colella rig. (V), 54' Lomartire (AS), 72' Sollitto (V)

Molfetta Calcio-AT San Severo 0-0

Otranto-Casarano 1-2

62' Di Rito (C), 66' Mincica (C), 72' Vergari (O)

Vigor Trani-F. Altamura 1-1

4' Dentamaro (A), 45+2' Negro (VT)

Brindisi-Mesagne 3-1

35' Schirinzi rig. (M), 82' e 90+2' Pignataro (B), 85' Quarta (B)

Corato-Molfetta Sportiva 2-0

49' Sguera, 74' Della Penna

Gallipoli-Terlizzi 1-1

6' Maiolo (G), 61' Wilson (T)

Barletta-UC Bisceglie 0-0

 

LA CLASSIFICA

Casarano 55

Brindisi 46

Barletta 43

F.Altamura 39

A.Vieste 36

Gallipoli 34

V.Trani 34

Molfetta Calcio 33

Otranto 32

Corato 29

Terlizzi 24

Mesagne 22

Alto Tavoliere 22

U.C. Bisceglie 21

Alto Salento 15

Molfetta Sp. 11

 

Prossimo turno (24.02.2019 ore 15 – giornata n. 24 – 9a rit.)

AT San Severo-AS Avetrana

F. Altamura-Atl. Vieste

Terlizzi-Brindisi

Barletta-Corato

Casarano-Gallipoli

Molfetta Sportiva-Molfetta Calcio

Mesagne-Otranto

UC Bisceglie-Vigor Trani

-------------------------------------------------------------------------------------------------------

Pizze a chilometro zero? si distinguono al Ristorante Pizzeria Bella Napoli a Vieste di fronte al faro.

La semplicità dei sapori.

Alla Bella Napoli i piatti per fare gol non hanno bisogno di tanti passaggi.

La genuinità e la qualità dei prodotti contadini da sempre utilizzati sono il segno distintivo del Ristorante pizzeria Bella Napoli.

Anche quando la tua squadra non fa gol. …alla Bella Napoli la pizza è sempre tonda.

Ti aspettiamo questa sera.

Bella Napoli – Di fronte al Faro – Viete -

-------------------------------------------------------------------

Pubblicato in Sport

«Il Governo gialloverde, sebbene impaludato in drammatiche e pericolose questioni politiche nazionali e internazionali, trova il tempo per impugnare la legge pugliese che istituisce il Registro regionale delle strutture ricettive non alberghiere con l’attribuzione del `Codice identificativo di struttura´ (Cis), un provvedimento importante per la dura battaglia contro l’abusivismo ricettivo». Ne dà notizia Federalberghi Puglia il cui presidente, Francesco Caizzi, sottolinea che «restiamo esterrefatti di fronte a questo incredibile atto del Consiglio dei ministri». «Il Governo - prosegue - ha impugnato la legge della Regione Puglia che istituisce il Cis, un provvedimento che aveva recepito le istanze della Federalberghi e che sarebbe stato un efficace strumento per porre un argine al proliferare della piaga dell’abusivismo e garantire un sistema d’accoglienza rispettoso delle regole». «La piaga dell’abusivismo nel settore ricettivo - evidenzia Caizzi - ha continuato a dilagare anche nel 2018. La situazione nazionale, al pari di quella regionale, ci ha reso la fotografia di un sistema che ha superato i livelli di guardia. Ad agosto, per esempio, in Puglia erano disponibili su Airbnb ben 35.694 alloggi (+94,91% rispetto ad agosto 2016), a livello nazionale erano 397mila. Numeri impressionanti». «Da questi dati, infatti - conclude Caizzi - si deduce che oltre 200mila host italiani hanno esercitando la propria attività in nero».

Pubblicato in Turismo

Chi sperava nella salvezza degli uliveti della costa adriatica del Salento si deve purtroppo ri­credere: da giugno 2018 Xylella fastidiosa si è sca­tenata e dai primi focolai del Gallipolino (contrada Castellana dove perda prima volta è stata carat­terizzata ad ottobre del 2013) ha fatto la sua com­parsa in modo sempre più brutale e pervasivo an­che nell’area tra Vernole e Melendugno, dalla parte opposta del Salento. Trentotto chilometri in linea retta, 55 chilometri tra strade provinciali e la statale Lecce-Gallipoli: il batterio si è mosso, anzi si è fatto trasportare, a una buona velocità e in modo sempre più rapido. Il paziente lavoro di raccolta dei campioni è di due ispettori fitosanitari, Angelo Delle Donne e Angelo Schiavone, tra i più esperti: in tutto 1.561 campioni in 14 tappe a partire dal 24 marzo 2016 fino all’otto febbraio 2019. Quattro raccolte nel 2016, due nel 2017, tre nel 2018 e cinque in accelerazione a gennaio e febbraio 2019. Il protocollo applicato è stato rigoroso e omogeneo.

Pubblicato in Ambiente

“Nessuno ha mai pensato di rendere una qualsiasi norma retroattiva o tantomeno tesa a sanare, soprattutto in materia edilizia. Accettiamo per ora la decisione, eccessivamente garantista, del Governo, ma siamo pronti a spiegare meglio, e in ogni sede, la norma impugnata. Non a caso sostengo da mesi che sul Piano Casa non si può più procedere con proroghe di anno in anno, perché tali proroghe, proprio come dimostrato da questo caso, possono aprire spazi a interpretazioni che non chiariscono né i compiti degli enti locali e né soprattutto le richieste dei cittadini. Per questo occorre che il Piano Casa diventi uno strumento a carattere permanente e strutturato. Non si può più prorogare una norma che sin dalla sua nascita aveva una valenza solo temporanea”.

 Così l’assessore alla Pianificazione Territoriale, Alfonso Pisicchio, commenta la decisione del Consiglio dei Ministri, di impugnare la legge regionale numero 59 del 17 dicembre 2018 e relativa agli emendamenti presentati in Consiglio regionale sulla proroga del Piano Casa.

Pubblicato in Ambiente

Si avvia al rush finale il campionato pugliese maschile di serie C Gold di basket. Oggi è in programma la settima gior­nata di ritorno, quint’ultimo tur­no della stagione regolare. Tra­sferta impegnativa per la Bisa­num Viaggi Sunshine Vieste: i biancazzurri saranno ospiti del­la Cestistica Ostuni, che, clas­sifica alla mano, è tra le migliori formazioni del torneo. L’incon­tro, che avrà inizio alle ore 18 al palasport di Ostuni, è stato af­fidato agli arbitri Russo di Ta­ranto e Pocognoni di Leporano. Nel turno scorso, la Bisanum si è aggiudicata il derby casa­lingo con la Soavegel di Francavilla Fontana. Gara che ha vi­sto i padroni di casa imporsi con il risultato di 89-82. Il quintetto biancazzurro, così, è tornato al successo dopo lo stop in trasferta del weekend precedente, subito sul campo della Tecnoswitch Ruvo. I viestani adesso sono in un ampio gruppo di cinque squadre che hanno 12 punti ed occupano, nella graduatoria, le posizioni dalla settima alla penultima. L’obiettivo ora, per la squadra del tecnico Ciociola, è innanzi­tutto evitare la penultima e l’ultima posizione, che vorrebbero dire dover disputare i play-out al termine della stagione regolare. Ostuni invece è al terzo posto con 22 punti, accanto a Ceglie. Finora 11 vittorie e 6 sconfitte per la Cestistica Ostuni, che vie­ne da tre affermazioni consecu­tive, avendo superato, nell’ordi­ne, il Cus Jonico Taranto in tra­sferta, la Libertas Altamura fra le mura amiche e il Mola New Basket fuori casa. Il quintetto di coach Romano può contare su giocatori del calibro di Manchi­si, Teofilo, Sherman, Kadzevicius. «Dopo la rovinosa sconfitta esterna contro Ruvo, la risposta della nostra squadra è stata ec­cellente, essendo arrivata un’importante vittoria casalin­ga contro Francavilla Fontana che è una nostra diretta concor­rente - sottolinea, in una nota, il club viestano -. Ora ci attende questa sfida in quel di Ostuni, contro una corazzata attrezzata per l’assalto alla promozione tanto quanto le prime della clas­se Monopoli e Lecce». Nella Bisanum potrebbe esor­dire Vincenzo De Angelis, guar­dia e ala piccola, classe ‘94, ex Ceglie e Taranto, abile nel tiro: è stato in prova nei giorni scorsi e il club viestano ha deciso di tes­serarlo.

IL PROGRAMMA

 Ostuni-Vieste

Ceglie-Altamura

Lecce-Ruvo

Castellaneta-Monopoli

Taranto-Mola

Francavilla Fontana-Monteroni

LA CLASSIFICA

Monopoli e Lecce 28

Ceglie e Ostuni 22

Ruvo 20

Altamura 14

Ta­ranto, Monteroni, Vieste, Francavilla Fontana e Castellaneta 12

Mola 10.       

Pubblicato in Sport
Domenica, 17 Febbraio 2019 09:56

Terza Categoria/ Peschici, c’è l’Audax.

Tre squadre in quattro punti. Giochi aperti per la promozione diretta in Terza categoria. La capolista Pe­schici ha la possibilità di allungare con due gare in casa di seguito. Oggi arriva l’Audax San Severo, domenica 24 arriva lo United Monte. Inutile dire che i ragazzi del tecnico Teodoro Vlassis mirano al doppio successo, ma dall’altra parte c’è da dire anche che in questo campio­nato nulla è vinto sulla carta e le partite si devono gio­care sul rettangolo di gioco. Si gioca anche per i play-off. Un solo punto divide il Sant’Agata dalla Polisportiva Sammarco. E questa mat­tina (ore 11,30 alla Figc di Foggia) sarà spareggio vero per la quarta piazza tra i padroni di casa e gli ospiti garganici. Squadre che devono assolutamente trovare il suc­cesso. Il Sant’Agata reduce da un pari (domenica scorsa sul campo del Poggio Imperiale) e da una sconfitta (in casa con la Gioventù Calcio San Severo). Ecco allora che la gara vale molto, per la classifica e soprattutto per il morale. Insomma una gara che probabilmente le squadre giocheranno a viso aperto pensando di portare a casa i tre punti in palio. Il tecnico Mario Sollazzo (Sant’Agata) e Luigi Di Claudio (Sammarco) devono rinunciare a di­versi infortunati ed alcuni uomini appiedati dal giudice sportivo. In casa la vicecapolista Gioventù San Severo che riceve la Dinamo San Nicandro, l’Ascoli Satriano viaggerà alla volta di Ischitella.

LE GARE DI OGGI

Ischitella-Ascoli Satriano

Elce Deliceto-Atletico Cagnano

Atletico Peschici-Audax San Severo

Gioventù San Severo-Dinamo San Nicandro

United Mon­te Sant’Angelo-Poggio Imperiale

Sant’Agata-Sammarco

 

LA CLASSIFICA

Peschici 36

Gioventù Calcio San Severo 34

Ascoli Satriano 32

Sant’Agata 26

Sammarco 25

Atletico Cagnano 18

Elce Deliceto e Audax San Severo 16

Dinamo San Nicandro, Monte Sant’Angelo e Ischitella 11

Poggio Imperiale 3.

A.V.

Pubblicato in Sport

Care e cari,

ancora una volta Foggia fa i conti con i boati di ordigni o di assalti destinati, come ormai da anni, ad attività commerciali della città. Accanto all'insopportabile senso di impotenza che assale in questi casi gli animi di chi ancora non si è assuefatto a questo stato di cose, più fortemente hanno smosso le coscienze le parole delle vittime: quel grido di rabbia e di frustrazione ci interroga tutti su cosa e come possiamo aiutare le vittime, su cosa possiamo fare come comunità per fermare una piaga che sembra non conoscere tregua, anzi sembra acuirsi.

La stagione che sta vivendo la nostra comunità è sicuramente tra le più complicate: i tanti successi investigativi e gli arresti di questi mesi hanno inferto colpi durissimi alla “Società foggiana”, creando dei vuoti nella cappa mafiosa che ha avvolto la città per decenni. Questi vuoti sono, oggi, terra inesplorata e libera che, se lasciata non presidiata, può diventare possibile preda di nuovi gruppi criminali, organizzati o meno. Ed è su questo che vogliamo lavorare: da più voci si è levato il coro di apprezzamento per il lavoro svolto dalla “squadra stato” ma si è forse sottovalutata la responsabilità che la libertà richiede. Non possiamo permetterci di delegare ancora una volta tutto alle istituzioni, non possiamo non prenderci la corresponsabilità per ciò che riguarda la nostra comunità. Ed il dibattito diventa ancor più urgente alla vigilia di una tornata elettorale che ci chiamerà a scegliere chi governerà il nostro territorio nei prossimi anni: attenzione a non lasciare che qualcuno possa mettere il cappello alla lotta alle mafie e alla corruzione per beceri fini utilitaristici.

Per tutti questi motivi riteniamo che scendere in piazza per cortei, fiaccolate, flash-mob o altro può essere certamente importante per far sentire la solidarietà a tutte le vittime dirette, ma non basta più. Vogliamo capire, confrontarci con tutte le parti coinvolte, provare a costruire una risposta ed un movimento che sia duraturo nel tempo e che provi ad immaginare delle risposte dal basso. Incontriamoci, usciamo dai freddi post social.

Giovedì 21 febbraio, alle ore 16.30 presso il salone della Cgil (Via della Repubblica), insieme ad una rete di associazioni, incontreremo il Procuratore, dott. Ludovico Vaccaro, ed il Prefetto, Dott. Massimo Mariani, insieme ad alcuni rappresentanti dei commercianti: ascolteremo da loro lo stato delle cose, cercheremo di capire i problemi di chi fa impresa sul territorio, ma chiederemo anche di mettersi in rete realmente, di costruire un patto di fiducia con il resto della comunità foggiana con cui impegnarci, insieme, a non piegarsi più alle richieste estorsive e a denunciare.

Vogliamo dare il nostro contributo come cittadine e cittadini da un lato, ma anche come consumatori, ed invitiamo chiunque voglia attivarsi con noi.

“Libera – Associazioni, nomi e numeri contro le mafie”

Coordinamento Provinciale di Foggia

Costituendo Presidio di Foggia

Pubblicato in Società

La Puglia tutta cresce e cresce in ragione del settore turistico e, come dimostra Bankitalia nel suo rapporto sull’economia pugliese del 2018, il settore turismo è decisivo nella crescita dell’economia dei servizi della regione. 

 Non solo. I dati dell’Osservatorio Regionale del Turismo segnalano il record di presenze e arrivi nel 2016, 2017 e 2018. Basti pensare che dal 2015 gli stranieri crescono del +41.8%.

 Questo in ragione del fatto che crescono anche le strutture ricettive che dal 2015 al 2018 nel comparto alberghiero sono aumentate del 2%, i posti letto del 3% (aumento in valore assoluto di 2800 posti letto). Nello stesso periodo le strutture ricettive extralberghiere sono aumentate del 35% mentre i posti letto sono aumentati dello 0,7% (aumento in valore assoluto di 1200 posti letto).

 Con riferimento allo strumento Pia turismo, per tramite di Pugliasviluppo, sono state presentate 49 istanze che sviluppano investimenti per circa 280 meuro che creano 3.300 nuovi posti letto. Nell’ambito del titolo II capo VI sono state presentate 606 istanze (di cui 207 alberghiere e 399 extra alberghiere) che sviluppano investimenti per 313 meuro. Le sole 207 istanze relative alle strutture alberghiere sviluppano investimenti per 145 meuro che creano 5.800 nuovi posti letto.

 “In realtà incentiviamo  il miglioramento degli insediamenti alberghieri - dichiara l’assessore Capone - Noi promuoviamo la qualità delle strutture ricettive, sostenendo l’ampliamento dei posti letto e il miglioramento dell’accoglienza. Sono 9000 i posti letto incentivati con l’ultima programmazione comunitaria, di cui 3000 nuovi. Ma il nostro obiettivo è anche garantire il rispetto dell’autenticità dei luoghi e delle regole urbanistiche”.

 “Non vogliamo che la Puglia abusi delle bellezze del paesaggio che abbiamo la fortuna di avere e per le quali i turisti ci apprezzano e ci scelgono - prosegue l’assessore Loredana Capone - e se il New York Times o Forbes, per citare le ultime riviste specializzate di caratura mondiale, ci mettono tra le destinazioni più ricercate è evidente che siamo sulla strada giusta.”

“In definitiva condividiamo con gli industriali la necessità che ci siano norme di semplificazione delle procedure, spesso lunghe e farraginose, come il ministro Centinaio sa bene perché gli abbiamo segnalato più volte la questione - aggiunge l’assessore Capone - ma noi vorremmo un maggiore contrasto all’abusivismo che rischia di danneggiare l’immagine di chi si impegna e garantisce economia ed occupazione,  perciò abbiamo approvato la legge sul codice identificativo delle strutture ricettive. Purtroppo però – conclude l’assessore - invece che intervenire semplificando le norme e facendo una legge nazionale contro l’abusivismo, come tutte le Regioni chiedono,  il Governo ha impugnato la nostra legge sul codice identificativo”.

Pubblicato in Turismo

ReteGargano consiglia...

Ristorante Il Capriccio

Reporter della tua città

21 Aprile 2019 - 09:03:24

IL LIBRO DELLA SETTIMANA/ LIBERATORI SENZA GLORIA: I crimini alleati e le stragi partigiane di Gianfredo Ruggieri

Nel corso dei conflitti l'uomo tende a perdere la sua dimensione umana per accostarsi a quella animale. Atti eroici e nefandezze si confondono nel vortice degli eventi. Dei…
- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -