Visualizza articoli per tag: Mattinata

Mercoledì, 23 Settembre 2020 10:47

Mattinata/ E’ Michele Bisceglia il sindaco

Con 949 voti vince il candidato della civica Noi Comunità, Battista si ferma a 867 voti.

Con 949 voti (52,26) Michele Bisceglia è il nuovo sindaco di Mattinata, Lucia Battista, Destinazione Mattinata, si ferma a 867 (47,74). Vittoria sofferta, dunque, per la civica Noi Comunità.

Pubblicato in Politica

Come sempre futili, i motivi che hanno determinato il denegare di una situazione che ormai andava avanti da mesi, mai denunciata per timore di ripercussioni.

Siamo a Mattinata, è domenica pomeriggio, quando i Carabinieri ricevono una telefonata con richiesta di aiuto da parte di una giovane donna straniera, 22enne, da tempo residente nel comune di Mattinata, la quale chiede di essere soccorsa poiché il marito, suo connazionale 33enne, la stava picchiando. I Carabinieri della stazione di Mattinata, unitamente a quelli del Radiomobile di Manfredonia, sono subito intervenuti nell’abitazione, dove hanno trovato una situazione chiara ed inequivocabile. L’appartamento completamente a soqquadro era il chiaro segno di una lite appena terminata, se non addirittura in corso.

L’uomo è stato immediatamente fermato dai Carabinieri e la donna, messa in sicurezza e fatta visitare dai sanitari, è stata ascoltata per lungo tempo ed ha raccontato quello che stava vivendo ormai da mesi.

Con timore, ma con altrettanta determinazione, la donna ha fornito ai Carabinieri tutti i particolari, soffermandosi sul motivo che aveva scatenato la furia del marito, e che addirittura lo aveva portato a scaraventarle una sedia in faccia, per poi cacciarla di casa, nonostante fosse presente la loro figlia di appena un anno.

La “colpa” della donna era stata quella di non aver preparato per tempo il pranzo. Né le sue giustificazioni, né il fatto che da poco avesse avuto un’interruzione di gravidanza avevano placato l’uomo, il quale tornando a casa, pretendeva di trovare tutto pronto, senza tenere minimamente conto delle difficoltà fisiche di sua moglie.

L’uomo, per le ipotesi di reato di Maltrattamenti in Famiglia e Lesioni Personali è stato arrestato e condotto preso il carcere di Foggia.

Processato con rito direttissimo, gli è stata applicata la misura cautelare dell’allontanamento dall’abitazione familiare e del divieto di avvicinamento alla parte offesa.

Pubblicato in Cronaca

Anche quest’anno a Mattinata sono stati organizzati i festeggiamenti in onore della Madonna della Luce. Durante i giorni della ricorrenza non mancheranno i segni della festa, seppur in tono dimesso e con limitazioni di programma rispetto agli anni precedenti.

Non ci sarà la tradizionale processione del 16 settembre per le vie cittadine, ma il 15 settembre, giorno della Solennità sarà celebrata, su Piazza Santa Maria della Luce, la Santa Messa con inizio alle ore 19.00, presieduta dall’Arcivescovo Padre Franco Moscone con l’uscita dell’Icona della nostra Patrona Santa Maria della Luce.

Le celebrazioni eucaristiche saranno altresì effettuate il giorno 15 alle ore 11.00 officiata dal Parroco Don Luca Santoro, il giorno 14, officiata dal CanonicoDon Stefano Mazzonee il giorno 16, officiata dall’Arcivescovo Emerito Mons. Domenico D’Ambosio.Le manifestazioni civili saranno caratterizzate dalle luminarie lungo il corso principale e il viale della chiesa, con accensione dalle ore 19.00 del giorno 13 settembre. Durante i giorni dei festeggiamenti, gireranno per le vie cittadine i complessi bandistici: città di Manfredonia il giorno 14; città di San Severo il giorno 15 e città di Mattinata il giorno 16.

Il Comitato Festa ringrazia la Commissione Straordinaria, la popolazione, i commercianti, le aziende e tutti coloro che hanno reso possibile i festeggiamenti, ricordando ai partecipanti di rispettare le norme ANTI-COVID.

                                                                                                                      Comitato Festa Patronale

FUNZIONI RELIGIOSE

6 - 14 SETTEMBRE

Solenne novena in onore di Santa Maria della Luce


ore 18.00 - Celebrazione della Penitenza


ore 18.15 - Rosario comunitario meditato - NOVENA e LAUDA alla Madre della Vera Luce


ore 19.00 - CELEBRAZIONE EUCARISTICA


6 SETTEMBRE

ore 08.00 - 10.00 - CELEBRAZIONE EUCARISTICA


ore 19.00 - CELEBRAZIONE EUCARISTICA discesa dell'icona di "Santa Maria della Luce"


13 SETTEMBRE

ANNIVERSARIO della DEDICAZIONE della CHIESA ABBAZIALE - PARROCCHIA "Santa Maria della Luce"


ore 07.30 - Rosario comunitario meditato


ore 08.00 - CELEBRAZIONE EUCARISTICA


ore 11.00 - CELEBRAZIONE EUCARISTICA


ore 18.00 - Rosario comunitario meditato - NOVENA e LAUDA alla Madre della Vera Luce


ore 18.45 - Solenni Vespri in canto


ore 19.00 - SOLENNE CONCELEBRAZIONE EUCARISTICA presieduta dal M. R. Abate Can. don Francesco LA TORRE Parroco Arciprete emerito


14 SETTEMBRE

Giornata di Solidarietà Missionaria Parrocchiale


ore 18.00 - Rosario comunitario meditato


ore 18.45 - Solenni Primi Vespri in canto


ore 19.00 - CELEBRAZIONE EUCARISTICA presieduta dal M. R. Can. don Stefano MZZONE Vicario Generale dell'Arcidiocesi


15 SETTEMBRE

SOLENNITA' LITURGICA di "STANTA MARIA DELLA LUCE"


ore 07.30 - Rosario comunitario meditato


ore 08.00 - CELEBRAZIONE EUCARISTICA


ore 11.00 - SOLENNE CELEBRAZIONE EUCARISTICA presieduta dal M. R. Abate don Luca SANTORO Parroco Arciprete di Mattinata


ore 18.00 - Rosario comunitario meditato


ore I8.45 - Solenni Secondi Vespri in canto


ore 19.00 - SOLENNE CONCELEBRAZIONE EUCARISTICA nella piazza "Santa Maria della Luce" presieduta da Sua Ecc. Rev.ma l'Arcivescovo Mons. Franco MOSCONE animata in canto polifonico dalla Schola Cantorum parrocchiale.

Presenti le Automa Cittadine e il Comitato Festa Parrocchiale.


ore 20.30 - MUSICAL "Serenata a Maria" di Carlo Tedeschi a cura dell'associazione "Dare"


16 SETTEMBRE

ore 07.30 - Rosario comunitario meditato
ore 08.00 - CELEBRAZIONE EUCARISTICA


ore 11.00 - CELEBRAZIONE EUCARISTICA


ore 18.00 - Rosario comunitario meditato


ore 18.45 - Solenni Vespri in canto


ore 19.00 SOLENNE CONCELEBRAZIONE EUCARISTICA presieduta da Sua Ecc. Rev.ma Mons. Domenico D'AMBROSIO, Arcivescovo emerito di Lecce


Nei giorni della Festa Patronale la Chiesa rimane aperta fino alle ore 24.00

"MANIFESTAZIONI CIVILI"

13 SETTEMBRE

ore 08.30 - Durante tutta la mattinata presso il poliambulatorio ASL momento di solidarietà AVIS (donazione sangue)


ore 19.00 - Accensione delle luminarie della Soc. Coop. F.lli Carlone di Lucera


14 SETTEMBRE

ore 07.00 - Apertura dei festeggiamenti con sparo dei tradizionali 21 colpi di cannone e suoni di campane


ore 08.30 - Giro per le vie cittadine del Complesso Bandistico Città di Manfredonia (Fg)


ore 17.30 - Giro per le vie cittadine del Complesso Bandistico Città di Manfredonia (Fg)


15 SETTEMBRE

ore 08.30 - Giro per le vie cittadine del Complesso Bandistico Città di San Severo (Fg)


ore 17.30  - Giro per le vie cittadine del Complesso Bandistico Città di San Severo (Fg)


16 SETTEMBRE

ore 08.30 - Giro per le vie cittadine del Complesso Bandistico Mattinata (Fg)


ore 17.30 - Giro per le vie cittadine del Complesso Bandistico Mattinata (Fg)

Pubblicato in Manifestazioni

Nel corso della mattinata di ieri, la Sala Operativa della Guardia Costiera di Manfredonia veniva allertata dall’unità navale BS100 della Guardia di Finanza di Manfredonia che, già presente in località Mattinatella, agro del Comune di Mattinata (FG), segnalava la presenza di un natante di 4 metri in difficoltà e con 3 persone a bordo nonché la presenza di n° 13 bagnanti bloccati sulla spiaggia prospiciente in quanto lo stato del mare non rendeva possibile risalire a bordo dell’imbarcazione da loro precedentemente utilizzata.

Immediata l’attivazione della catena di soccorso, coordinata dalla Sala Operativa di Manfredonia che ha visto l’intervento in mare dell’unità della Guardia di Finanza già presente e dei due mezzi della Capitaneria CP263 e GC085.

Con non poche difficoltà, in considerazione dello stato del mare e del forte vento presente in zona, le due operazioni simultanee di salvataggio venivano portate a termine, con il battello pneumatico GC085 che riusciva a portare in salvo i tre occupanti del natante in difficoltà (rimasto poi bloccato sulla scogliera e recuperato in data odierna da ditta specializzata) e con la vedetta BS100 che recuperava le altre 13 persone presenti sulla medesima spiaggia. Le persone soccorse, tutte in buono stato di salute, venivano trasportate in sicurezza fino al porticciolo di Mattinata ed al porto di Manfredonia.

In altri eventi occorsi nella giornata di ieri, la Guardia Costiera di Manfredonia ha assistito e soccorso altre due imbarcazioni in difficoltà con 10 persone a bordo.

Si raccomanda a tutti prima di intraprendere il mare e la navigazione di consultare i bollettini meteomarini e verificare l’efficienza del mezzo nautico da utilizzare.

Per ogni emergenza in mare è possibile contattare il numero blu 1530.

Pubblicato in Cronaca

“Gentile redazione, mi chiamo Renato Crupi e sono un turista che, per la prima volta nella vita, ha scelto il Gargano come meta da visitare e segnatamente il comune di Mattinata. Consapevole della “particolarità” di questa stagione turistica, desidero comunque segnalare quanto accadutomi giovedì scorso, 20 agosto.

Alle 7.00 di mattina, dopo un tentativo infruttuoso il giorno precedente, mi sono recato presso l’ufficio turistico del Comune di Mattinata, per cercare di avere i permessi necessari per visitare la Baia delle Zagare. Dopo un’ora e mezza di attesa, compilando i dovuti moduli, sono riuscito a procurare a me e ai miei figli cinque dei 20 pass giornalieri che, secondo quanto previsto dal Comune di Mattinata, sono necessari per l’accesso alla Baia. Alle 10.00 siamo arrivati, con la mia auto, alla discesa che dalla litoranea porta alla baia ed ho comunicato al personale presente che eravamo muniti dei pass.

La persona presente non li ha controllati e ci ha detto di scendere giù per la strada. Una volta scesi, abbiamo trovato due sbarre di accesso ad altrettante strade e, più sulla destra, alcune persone che sembravano gestire la discesa alla Baia.

Alla sbarra di destra era presente una guardia giurata che però non si è mai mossa. Siamo stati invitati dal personale presente a parcheggiare, una volta alzata la sbarra a sinistra. Dopo avere parcheggiato l’auto in un campo di calcetto, ci sono stati chiesti 20 euro per il parcheggio, ma neanche in questo caso ci è stato chiesto di esibire i pass e ci è stato consentito di scendere giù a piedi per la strada.

Una volta arrivati giù, abbiamo verificato che le persone presenti al di fuori della spiaggia afferente allo stabilimento balneare (che ha ingresso a pagamento) erano molte più di 20: credo infatti di averne contate almeno 80. Ho quindi incontrato una coppia, con la quale avevo appena fatto la fila per i pass, che mi ha riferito di avere vissuto la mia stessa esperienza. Tutto ciò premesso, mi e vi pongo le seguenti domande:

1) a cosa darebbe diritto il pass, se comunque si devono pagare 20 euro per parcheggiare e soprattutto dato atto che nella spiaggia “libera” ci sono molte più persone delle 20 con il pass (che comunque nessuno ci ha richiesto)?

2) in secondo luogo, mi pare si ponga un problema di sicurezza visto che la parte di spiaggia esterna allo stabilimento balneare, è costellata di cartelli che indicano un divieto di balneazione causa possibilità di caduta massi dai costoni soprastanti le spiagge; mi chiedo: è opportuno che una zona così pericolosa possa accogliere così tante persone?

3) una volta che ci si è tuffati in acqua e si nuota in direzione faraglioni, si nota un manufatto alto almeno 15 metri ed esteticamente piuttosto discutibile, la cui unica funzione sembra quella di sorreggere una terrazza panoramica; è necessaria l’esistenza di questo manufatto, dato che deturpa non poco il paesaggio?

Preciso che l’intento delle mie considerazioni è costruttivo, in quanto lavoro in una pubblica amministrazione e sono costantemente in relazione a un grande numero di utenti che frequentemente esprimono bisogni ed esigenze meritevoli di attenzione e tutela.
Spero quindi che il mio piccolo contributo possa migliorare la fruibilità della Baia, come meriterebbe un luogo davvero splendido.

Cordialmente, Renato Crupi

statoquotidiano.it

Pubblicato in Turismo

Saranno Michele Bisceglia e Lucia Battista a conten­dersi la carica di sindaco o di sindaca della cittadina garganica, chiamata al voto dopo oltre due anni e mezzo di gestione commissariale straordina­ria.

Bisceglia, imprenditore quaranten­ne, sarà a capo della lista civica “Noi: Comunità”, che ha nel simbolo una melagrana. Dopo lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazione mafiosa, Michele Bisceglia ha orga­nizzato diverse iniziative di coinvol­gimento della cittadinanza, nell’ambito del progetto “Pacificazione” e della creazione a Mattinata di “Li­bera”, associazione impegnata per una società libera dalle mafie.

Bisceglia sottolinea che vi è «l’ur­genza di restituire un futuro di spe­ranza alla nostra Mattinata lavoran­do, fianco a fianco, ad una nuova stagione di riappacificazione e ricon­ciliazione popolare per lo sviluppo della nostra comunità».

Per la sua lista “Noi: Comunità” occorre migliorare e ottimizzare i servizi per i cittadini, dialogando con franchezza e serenità con i funzionari e i dipendenti comunali». Bisogna, secondo il candidato sindaco Bisce­glia, «rafforzare le aperture al Terzo Settore e quindi al mondo associativo e a quello del volontariato. Ascoltare imprenditori, artigiani, negozianti, agricoltori e allevatori, le partite Iva. Riscoprire la fiducia nei confronti della magistratura e delle forze dell’ordine, indispensabile per aspor­tare alla radice il cancro del racket, seguendo l’esempio di quei cittadini che hanno trovato il coraggio di de­nunciare».

I candidati consiglieri della lista di Michele Bisceglia sono: Antonio Armiento, Rosanna Ciuffreda, Mariagrazia Destino, Mimma De Nittis, Mariagrazia Destino, Marcello Di Ba­ri, Marilina di Mauro, Luigi Falcone, Rosa Latino, Matteo Nobile, Raffaella Santoro, Antonio Pietro Totaro, Paolo Valente.

La candidata sindaca Lucia Battista invece è a capo della lista civica “Destinazione Mattinata” che ha nel simbolo il sole e la barca a vela. La Battista è commercialista, ha 48 anni ed ha alle spalle l’attività professio­nale svolta prima a Bologna e poi a Foggia ed è stata impegnata nell’associazionismo e nel volontariato cat­tolico. Per Lucia Battista «nella sua azione il Comune dovrà ispirarsi ai principi della legalità democratica, in unità di intenti con le Istituzioni dello Stato, la cui collaborazione chiedo sin d’ora e offro da parte mia con piena convinzione».

La candidata sindaca Battista, con­sapevole del «peso e delle respon­sabilità che guidare il Comune com­porta», afferma che la sua candidatura è fatta «con la necessaria umiltà ma anche con la giusta determinazione di dovermi impegnare per il bene co­mune».

Per la lista civica che sarà guidata dall’aspirante primo cittadino Lucia Battista «Mattinata ha bisogno di una amministrazione comunale seria, af­fidabile, concreta e vicina ai citta­dini».

«Mattinata - evidenzia Battista - ha tutte le potenzialità per avere un futuro di grande sviluppo, fatto di lavoro, benessere, equità sociale».

Saranno candidati consiglieri nella lista della Battista: Flavia Arena, Rosa Bisceglia, Maurizio Ciuffreda, Sergio De Cristofaro, Sergio Di Rodi, Andrea Fermo, Giuseppe Ferrantino, Marisa Minuti, Francesco Paolo Prencipe, Katia Saluzzo, Maria Grazia Scarano, Michele Trotta.

La campagna elettorale, anche a causa della stagione estiva, procede lenta e sonnecchiosa e si accenderà solo dai primi di settembre quando i più saranno liberi dagli impegni la­vorativi nei servizi turistici.

Ora un mese di incontri, dibattiti misti alla campagna elettorale per le regionali

Pubblicato in Politica

Una passeggiata insolita, immersi nella natura e nella storia, caratterizzata dai suoni e dell'atmosfera del luogo, un viaggio onirico accompagnato dal dolce suono dell'handpan, lo strumento del XXI secolo.

Venerdi 7 agosto dalle ore 16,00 presso l'Abbazia Benedettina della Ss. Trinità di Monte Sacro.

Posti limitati, obbligo di prenotazione
3475659573 - 3501722181
Facebook : catpmattinata

Pubblicato in Turismo

“Vista l’ordinanza n. 14 del 26/06/2020 con la quale, in considerazione della circostanza che alcuni tratti del litorale del territorio di Mattinata sono caratterizzati dalla presenza di “falesie” di rilevante altezza e da pericolosi movimenti franosi dovuti alla particolare natura geologica del terreno, che costituiscono un potenziale pericolo per la pubblica per privata incolumità, è stato disposto, per motivi di sicurezza, il divieto di sosta, transito di mezzi e balneazione sugli arenili prospicienti i tratti di costa riportati negli allegati alla stessa ordinanza, fra i quali i nn. 10 e 11 che riguardano il fol. 4, particelle 173 e 615, e il fol. 3, particelle 231, 664 e 155.

Detti tratti di costa sono meglio evidenziati negli allegati, uniti anche alla presente, con la colorazione gialla. Rilevato che, per consentire ad un ristretto numero di utenti di accedere all’unico tratto di spiaggia libera praticabile, individuato tra le concessioni demaniali rilasciate all’hotel baia delle zagare ed alla società spiaggia del barone, vengono rilasciati quotidianamente n. 20 pass personali di accesso alla spiaggia di baia delle zagare;

Constatato che un sempre maggior numero di vacanzieri si intrattiene quotidianamente sui tratti di spiaggia libera, individuati negli allegati 10 e 11 all’ordinanza n. 14, sui quali vige il divieto di sosta, transito di mezzi e balneazione determinando, cosi, una situazione di grave, potenziale pericolo per l’ incolumità pubblica;

Ritenuto necessario individuare misure idonee a prevenire, nei tratti di arenile sopra indicati, un abnorme afflusso di bagnanti i quali, con il loro comportamento, oltre a violare i divieti imposti a causa delle condizioni di pericolo ivi esistenti, originano anche una situazione di pericolo per la sanità pubblica in quanto si determinano quegli assembramenti che devono assolutamente essere evitati in ragione di quanto disposto dal Presidente della Regione Puglia con l’ordinanza n. 237 del 17/05/2020;

Ritenuto che dette misure possono sostanziarsi nell’istituzione di un servizio di informazione all’utenza, da istituire alla confluenza fra la strada privata ad uso pubblico che conduce alla baia delle zagare e la SP53, che dia indicazioni circa i divieti che vigono sui tratti di spiaggia libera onde evitare, per i trasgressori, l’irrogazione di sanzioni a seguito di controlli della Polizia Municipale.

DISPONE
con decorrenza dalla data odierna, è istituito, alla confluenza fra la strada privata ad uso pubblico che conduce alla baia delle zagare e la SP53, un servizio di informazione all’utenza che dia indicazioni circa i divieti che vigono sui tratti di spiaggia libera onde evitare una abnorme, pericolosa presenza di bagnanti e, per i trasgressori, l’irrogazione di sanzioni a seguito di controlli della Polizia Municipale”.

Pubblicato in Turismo

Nell’ambito del programma degli interventi di messa in sicurezza delle strade dopo l’approvazione del progetto inerente la S.P. 55 (Macchia - Monte Sant’ Angelo) per un im­porto di 300.000 il Presidente della Provincia di Foggia, Nicola Gatta con atto deliberativo, ha approvato il progetto esecutivo di manutenzione straordinaria sulle strade provinciali nn. 53 (Mattinata - Vieste), 54 (Campi-Pugno- chiuso-Santa Tecla), 141 (del­le Saline ex S.S. 159), dell’ im­porto complessivo di 600.000.

“Si tratta di strade, con una elevata intensità di traffico, considerata la notevole pre­senza di aziende agricole, cooperative di servizi, attivi­tà imprenditoriali legate al turismo sia religioso che bal­neare, che vengono percorse durante tutto l’anno dagli utenti della strada per recarsi da e verso il Gargano.

Inoltre, sono transitate da mezzi pesanti, sia per collegamenti tra i vari centri abitati che per le aziende presenti lungo i percorsi. I suddetti interventi rientrano nell’am­bito della programmazione di breve termine alla quale si affianca quella di carattere strutturale rappresentata dagli interventi, attesi da decenni, programmati per le arterie in esame, nell’ambito del CIS-Foggia Infatti, per la S.P. 141 delle Saline, finanziata per un importo complessivo di 9.000.000 sono in corso le procedure per l’affi­damento dei servizi tecnici per il completamento della progettazione ai fini dell’appalto dei lavori.

Per la S.P. 53 (Mattinata - Vieste) per la quale sempre in ambito CIS - Capitanata è stata fi­nanziata la progettazione per 2.350.000 sono state attivate le procedure finalizzate al completamen­to della progettazione», spiega il presidente della Provincia di Foggia. Nicola Gatta.

Pubblicato in Ambiente

Terreni, sol­di depositati su conti correnti, auto e quote di una società sequestrati 18 mesi erano nella legittima disponibilità di Francesco Notarangelo, al­levatore di Mattinata di 55 an­ni attualmente detenuto, dopo essere stato uno dei 72 detenuti evasi dal carcere di Foggia il 9 marzo; é ritenuto dagli inve­stigatori un elemento di spicco della malavita locale, e legato a quello che un tempo era de­finito clan Romito.

L’ha deciso il Tribunale-misure di preven­zione di Bari, accogliendo la richiesta del difensore, avvo­cato Francesco Santangelo, e dissequestrando i beni mobili e immobili che furono oggetto di un sequestro anticipato d’urgenza disposto dalla ma­gistratura su richiesta del Que­store, eseguito dalle forze dell’ordine l’8 novembre del 2018.

In occasione del seque­stro, in una nota stampa la Questura sostenne che dalle indagini patrimoniali era emersa una sproporzione tra la disponibilità diretta e indiretta di quei beni - quantificati in lOOmila euro dalla Polizia - e i redditi dichiarati.

Da qui il sospetto che quei beni fossero provento di attività illecita. Nient’affatto ha replicato la di­fesa nelle udienze davanti al Tribunale di Bari, opponen­dosi sia alla richiesta di sorveglianza speciale del garganico che sarebbe scattata a pena espiata, tra un paio d’an­ni; sia alla richiesta di confisca dei beni.

L’avv. Santangelo al­legando una serie di documen­ti ha sostenuto che i beni al centro della richiesta di con­fisca erano stati acquistati le­citamente da Notarangelo gra­zie anche alla vendita di una casa ricevuta in eredità dalla moglie.

Attualmente l’allevatore mattinatese sconta in carcere una condanna di 2 anni per una vecchia pendenza con la Giustizia, e una condanna a 10 mesi (in primo grado) per eva­sione. Francesco Notarangelo era infatti uno dei 72 prota­gonisti della clamorosa eva­sione di massa dal carcere di Foggia del 9 marzo scorso: si costituì il giorno dopo.

Pubblicato in Cronaca
Pagina 1 di 17

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -