Visualizza articoli per tag: Mattinata

L’imminente chiusura di ben tre gallerie che da Mattinata conducono a Vieste, vitali per i collegamenti interni e per i flussi turistici, sono un duro colpo alla mobilità e all’economia del nostro territorio; colpo che giunge, peraltro, in un momento di forte depressione economica dovuta al post pandemia.

Programmare puntualmente a luglio, momento clou della stagione estiva di cui vive il Gargano, interventi di manutenzione e di efficientamento non è solo ridicolo e surreale, ma significa fare del male al nostro territorio. Non bastano le decine di cantieri di cui Autostrade per l’Italia ha disseminato l’A14, che – lo ricordo ad Aspi- è arteria fondamentale di collegamento coi nostri territori del Sud, contro i quali si sta battendo il nostro europarlamentare Massimo Casanova. Oggi arriva un’altra doccia fredda da Anas.

E’ più che mai urgente un’azione politico-istituzionale per ascrivere a queste due società i danni di un tale scempio: il governatore in carica batta un colpo e accolga l’esortazione dell’on. Casanova a mettere in atto un’azione di risarcimento per i danni che la Puglia, e segnatamente il nostro territorio, stanno subendo”.

Pubblicato in Politica

C’è forse l’intento di qualcuno a voler penalizzare il turismo sul Gargano? Come avrebbe detto qualcuno: “a pensare male si fa peccato, ma spesso si indovina”. 

Non bastava la strada in condizioni pietose e al limite del sopportabile e la solita ridondante campagna elettorale senza un ben che minimo risultato portato sul Gargano, adesso al danno anche la beffa.

Chiedo a tutti i consiglieri regionali che adesso si affrettano a rilasciare comunicati di sdegno: ma dove eravate quando si programmavano i lavori da parte dell’Anas? Una telefonata per capire quali erano le intenzioni no? Non è così che si rappresenta il Gargano! Non è così che si fanno gli interessi di cittadini ormai ridotti allo stremo. Considerato anche che quella è una strada utilizzata da chi a Vieste ci viene per lavoro.

Paolo Prudente

Italia in Comune 

Pubblicato in Politica

“La stagione turistica è iniziata e l’ANAS cosa fa? Chiude le gallerie tra Mattinata e Vieste. Questi lavori si potevano e si dovevano fare prima, ora invece si crea un ulteriore disagio che si aggiunge a quelli già gravissimi causati al comparto turistico dall’emergenza coronavirus”.

E’ Michele Bisceglia, candidato sindaco di Mattinata per “Noi Comunità”, a commentare con queste parole l’annuncio dell’ANAS. Dalle ore 8 di lunedì 6 alle ore 19 di venerdì 10 luglio, la Strada Statale 688 di Mattinata sarà chiusa dal chilometro 3+00 al chilometro 9+935, con deviazione del traffico veicolare sulle SS 89 e SP 53. I lavori di efficentamento energetico e per l’installazione di nuovi quadri di comando riguarderanno le gallerie San Benedetto, Papone e Sperlonga.

“Una migliore programmazione degli interventi avrebbe evitato che i lavori portassero alla chiusura delle gallerie proprio in questo momento, cioè proprio quando il settore turistico e i suoi operatori stanno facendo di tutto per recuperare almeno in parte le perdite subite causa Covid-19 e rilanciare una stagione che si presenta delicata e complessa”, ha aggiunto il candidato sindaco Michele Bisceglia.

“Il Gargano è il primo motore turistico della Puglia e, come tale, ha un valore strategico per la crescita di tutta la regione”, ha dichiarato Bisceglia. “Anche per questo vanno evitati errori come quello di calendarizzare in piena estate dei lavori che potevano essere certamente anticipati.

Strade, sistema dei trasporti e infrastrutture sono fra le priorità non solo di Mattinata ma di tutta l’area garganica. A questo proposito, troviamo incoraggianti le notizie che riguardano i passi in avanti compiuti dall’iter per il completamento della Superstrada del Gargano da Vico del Gargano a Vieste e Mattinata. L’auspicio è che governo e Regione Puglia possano trovare la quadra nel più breve tempo possibile, così da ultimare un’opera che permetterà alle diverse aree del Gargano di essere collegate tra loro”, ha concluso il candidato sindaco di Mattinata sostenuto da Noi Comunità.

Pubblicato in Società
Mercoledì, 24 Giugno 2020 14:28

Mattinata/ Terremoto questa mattina di magnitudo 2.2

Lieve scossa di terremoto sul promontorio garganico. Il sisma registrato dall’istituto Ingv alle ore 11:30 di questa mattina con epicentro a 3 chilometri da Mattinata. Magnitudo 2,2 ad una profondità di 19,7 km. Il terremoto è stato localizzato da Sala Sismica INGV-Roma.

Pubblicato in Ambiente

Riceviamo e pubblichiamo.

“Alle elezioni comunali noi ci saremo. Il nostro impegno viene da lontano e lontano intende arrivare. Vogliamo dare a Mattinata una nuova prospettiva basata su un progetto condiviso con tutti i mattinatesi che intendono realmente scrivere una nuova pagina di storia per il loro paese”. 

Attraverso una nota stampa ufficiale, è “Noi Comunità” ad annunciare che alle elezioni comunali di settembre presenterà una propria lista e un proprio candidato sindaco. Il gruppo è ampio, mette insieme donne e uomini di tutte le età, professionisti, lavoratrici e lavoratori di diversi settori, studenti, casalinghe, impiegati, imprenditori, tecnici, operai e insegnanti.

Una parte importante del gruppo proviene dall’impegno attivo negli ambiti della legalità e dell’antimafia-sociale, un esperimento di confronto su temi e questioni fondamentali come l’integrazione comunitaria, lo sviluppo sostenibile, il lavoro, il sostegno alle imprese, l’innovazione capace di generare opportunità concrete.

“Bisogna migliorare e ottimizzare i servizi per i cittadini, dialogando con franchezza e serenità con i funzionari e i dipendenti comunali, persone che quotidianamente si impegnano per far funzionare la macchina amministrativa. Vogliamo avere un sindaco e degli amministratori comunali capaci per cinque anni di restare aperti al confronto, alla verifica democratica del loro operato, alla partecipazione attiva della Comunità alle scelte decisive per il suo presente e il suo futuro. 

Obiettivi che intendiamo realizzare anche attraverso nuovi strumenti di partecipazione democratica. In questi anni, abbiamo dimostrato che quegli obiettivi sono coerenti con il percorso che abbiamo intrapreso nell’associazionismo, nel lavoro, nella vita di tutti i giorni, continuando a interessarci attivamente di tenere insieme un tessuto collettivo fatto di persone perbene, di gente che ha a cuore Mattinata e crede davvero in questo paese, nelle sue enormi potenzialità, nella forza e nelle eccellenze espresse dalla sua gente, dalle sue imprese, dagli ambiti di impegno sociale sia laico che religioso. 

Pensiamo che per uscire da un recente passato caratterizzato dai problemi che tutti conosciamo non ci sia alternativa: fare di Mattinata un esempio di buona e sana amministrazione pubblica, un modello di sviluppo che trasformi le potenzialità in progresso reale, sostenibile, capace di moltiplicare le opportunità di lavoro e di impresa, di costruire un paese in cui si vive, si studia e si lavora bene, in un clima sociale e culturale aperto alle esperienze di collaborazione e cooperazione. 

Siamo e vogliamo tornare ad essere Comunità nel senso migliore e più ampio del termine, alla luce del sole di Mattinata, con un orizzonte che sia all’altezza delle migliori aspettative coltivate quotidianamente dai cittadini che credono nel loro paese. Noi ci siamo, Noi Comunità c’è”.

Pubblicato in Politica

Nel pomeriggio di ieri i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Manfredonia hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di una giovane donna di Mattinata, Francesca Mantuano, cl. '91, accusata di estorsione.

L’indagine aveva preso avvio a seguito dalla denuncia presentata ai Carabinieri di Mattinata, nel pomeriggio del 16 aprile scorso, da un cittadino che aveva trovato attaccato al cancello d’ingresso della propria abitazione un biglietto manoscritto dal chiaro contenuto minaccioso con tanto di richiesta estorsiva.

Avviate quindi le indagini, Carabinieri avevano proceduto ad acquisire i filmati registrati dalle telecamere poste all'esterno dell'abitazione, grazie ai quali era stato possibile riconoscere la donna che, scesa dalla propria auto nei pressi dell'abitazione, si era avvicinata al cancello, lasciandovi il biglietto in questione. Sul foglio, come sopra anticipato, oltre alle minacce vi era una inequivocabile richiesta estorsiva per la somma di 1000 euro.

Un paio di settimane più tardi, il 29 aprile, la vittima aveva poi ritrovato un secondo biglietto minatorio sempre sullo stesso cancello, riportante gli stessi contenuti di quello precedente. Questa volta, però, oltre ai momenti dell'affissione del biglietto, la visione delle immagini riprese era stato possibile ricostruire anche il tragitto percorso in auto dalla stessa donna. In più, ora il messaggio riportava le istruzioni per la vittima sul dove lasciare, alle 18.00 del giorno seguente, una busta contenente il denaro richiesto. Il punto prescelto era sotto una determinata panchina del parco giochi.

A questo punto gli investigatori avevano organizzato, in accordo con la Procura della Repubblica di Foggia, un servizio per osservare non visti la consegna. E qui la svolta alle indagini. La busta, lasciata nel punto convenuto, era poi stata prelevata dall'indagata e subito sequestrata dai Carabinieri che, osservata tutta la scena, erano finalmente usciti dal loro nascondiglio con grande sorpresa della donna.

La vicenda non era però destinata a terminare così. Lo scorso 11 maggio si era infatti verificato un ulteriore fatto particolarmente grave ancora ai danni dell’estorto. Quel giorno, infatti, il poveretto si era ritrovato sempre sullo stesso cancello l'ormai solito biglietto riportante solamente una secca minaccia, questa volta però "corredato" da una gallina, uccisa da poco. In quest'ultima circostanza, a causa del buio, le telecamere avevano potuto riprendere in modo riconoscibile la sola vettura utilizzata.

I Carabinieri della Stazione di Mattinata e della Sezione Operativa del NORM della Compagnia di Manfredonia nei giorni scorsi hanno raccolto e trasmesso gli esiti investigativi alla Procura della Repubblica di Foggia, la quale, valorizzandoli e integrandoli con le considerazioni proprie, ha ottenuto dal G.I.P. la misura custodiale notificata ieri pomeriggio alla MANTUANO, conducendola nel carcere del capoluogo, dove a breve verrà sottoposta all'interrogatorio di rito.

L'auspicio degli investigatori, sia della Polizia Giudiziaria che dell'Ufficio di Procura, è ora che la positiva conclusione di quest'ennesima triste vicenda spinga ulteriormente le vittime di soprusi e prepotenze a capire che una via di uscita c'è, e che è rappresentata dall'affidarsi alle Istituzioni della Stato.

Pubblicato in Cronaca

Salvare la stagione bal­neare per la spiaggia di Mattinatella, una dei luoghi più belli della costa garganica. Que­sta la speranza e la richiesta degli operatori turistici, ai quali il Comune di Mattinata ha risposto positivamente. I lavori di difesa costiera e di rimozione e mitigazione dello stato di rischio della baia di Mattinatella . hanno rischiato di compromettere l’avvio delle attività di campeggi, stabilimenti bal­neari, bare ristoranti per l’estate 2020, con tutte le prevedibili conseguenze negative in termini economici e occupazionali per un centinaio di famiglie.

Già in cantiere da molto tempo, addi­rittura il progetto generale di difesa dell’in­tera costa mattinatese risale al 2001 ed è stato attuato negli anni per step iniziati con i lavori di difesa costiera alla spiaggia gran­de e dell’area portuale, l’intervento nella baia di Mattinatella ha avuto l’anno scorso il definitivo ok dal Comune garganico. 11 5 settembre 2019 c’è stata infatti l’approva­zione definitiva dell’intervento sulle deli­cate falesie di Mattinatella con delibera del­la Commissione straordinaria che ammi­nistra il Comune garganico.

Il termine per la riconsegna ai titolari delle concessioni de­maniali originariamente era stato fissato al 30 aprile: di fatto ciò non è accaduto. Solo da alcuni giorni (e non da fine gennaio scorso) sono iniziati i lavori di difesa costiera. Si dovrebbe perciò perfezionare a breve un nuovo cronoprogramma che porti a salvare la imminente stagione balneare, a seguito degli incontri a gran voce richiesti ed ot­tenuti dagli operatori turistici con la Com­missione straordinaria.

Questo è emerso nella riunione in Comune a cui hanno preso parte oltre agli operatori turistici assistiti dal legale Giulio Gentile anche i rappre­sentanti di categoria. Erano presenti Confesercenti con Franco Granata e Confapi, Confimpresa (Rino De Martino) e per Con­fali Micky De Finis, che è anche respon­sabile del Centro studi di Confmdustria. De Finis ha espresso soddisfazione per l’inizio del confronto con il Comune e l’auspicio di ima pronta soluzione della questione.

In vista del nuovo incontro fissato per i prossimi giorni gli operatori turistici di Mattinatella chiedono che la “buona vo­lontà” già espressa in termini generali dai tre commissari straordinari (Giuseppe Ca­nale, Antonietta Lonigro e Antonio Scoz­zese) alla presenza dei funzionari comunali e della ditta appaltatrice si traduca ora in date certe per il montaggio delle strutture a mare. In tal modo permettendo di salvare almeno i mesi centrali della stagione estiva 2020, già di per sé non priva di incognite e restrizioni nelle modalità a causa della pandemia da coronavirus.

Francesco Bisceglia

Pubblicato in Coronavirus

“Talks” in videoconferenza, gruppi di 12 persone dibattono sul come sarà il post lockdown. Grande esperimento collettivo di partecipazione con canzoni, recitazione, musica e disegni. Da casa, sarà realizzato anche il film documentario sull’iniziativa attraverso i video di tutti

Un'iniziativa collettiva di partecipazione che unisce un paese intero, tutta una Comunità, per immaginare il ritorno alla normalità nel post coronavirus. Si tratta di “PacificAzioneTalks”, un esperimento social, con gruppi di 10-12 persone in videoconferenza per discutere e confrontarsi tra cittadini, con imprenditori, operai, agricoltori, commercianti e professionisti su come ci si immagina di ricominciare dopo lo stop imposto dall’emergenza Coronavirus. 

“Il tempo in cui siamo costretti responsabilmente a restare a casa non può essere tempo perso, noi crediamo che si possa ricominciare proprio da questa emergenza per ripensare a noi stessi e pensare al post lockdown”, spiegano i ragazzi di PacificAzione, il forum attivo da qualche anno a Mattinata con iniziative concrete sui temi della legalità e dell'integrazione sociale. Il primo appuntamento con i PacificAzioneTalks è stato già calendarizzato per sabato 4 aprile alle ore 18.00. Per iscriversi basta inviare una email all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Oltre al Talks, nei giorni scorsi, l’associazione ha lanciato anche un talent, si tratta di un contest per  “raccontarsi” in tutti i modi possibili, con la musica, il canto, la recitazione, il disegno. Saranno realizzati brevi video della durata massima di 60 secondi che, tutti insieme, diventeranno un film documentario.

Tutto questo è Mattinata’s Got Talent. Il Mattinata’s Got Talent, naturalmente, si svolgerà tutto da casa. Sono invitati a mostrare talento e creatività i mattinatesi di tutte le età, anche quelli non residenti. “Bisogna favorire la resilienza e la semplicità creativa, c'è voglia di ripartire insomma!”. “Noi vogliamo alimentare questo stato d’animo costruttivo, invitando tutti a esercitare il proprio ingegno, a mettersi in gioco con talenti e passioni”.

Sono quattro le categorie previste: Young da 0 a 12 anni; Teen da 13 a 19; Senior da 20 a 99; e Family, per chi voglia organizzare una performance coinvolgendo tutti i componenti della stessa famiglia. Tutte le informazioni dettagliate sul come partecipare sono consultabili sulla pagina social di PacificAzione: https://www.facebook.com/pacificazione/.

Pubblicato in Coronavirus

Cucina garganica sugli scudi in Germania, nel cuore dell’Europa, sul fiume Elba. Doppia stella Michelin per il locale BiancRestaurant (AmSandtorkai 50 Hamburg) di Amburgo del noto chef stellato Matteo Ferrantino, mattinatese doc.

Un bis da record perché arriva a distanza di un solo anno dalla prima stella Michelin del febbraio 2019. E se si considera che il locale (il nome Bianc è un omaggio alle origini garganiche) è stato aperto nel 2018, si comprende bene il perché ci si trova dinanzi ad una vera e propria impresa. Impresa, sia chiaro, non alla portata di tutti. Non è infatti roba di tutti i giorni bissare le stelle Michelin nel giro di soli 12 mesi.

L’impresa è invece riuscita al noto cuoco garganico che continua la sua inarrestabile e irresistibile ascesa nell’olimpo dei “fabbricatori del gusto” a livello europeo e mondiale. Per il noto chef mattinatese, che proprio lo scorso 2 marzo (il giorno prima del premio) ha festeggiato i 41 anni di vita, un compleanno “stellato” e un regalo graditissimo da parte della prestigiosa guida francese.

“Due stelle Michelin: una cucina eccellente. Merita la deviazione!Bianc” si legge su percorsi ViaMichelin. Michelin 2020: “I migliori prodotti esaltati dalla competenza e dall’ispirazione di uno chef di talento che “firma” con la sua squadra piatti eterei ed evocatori, talvolta molto originali” gli altri commenti riportati sul portale targato sempre Michelin.

Ancor più elogiativa la relazione degli ispettori della guida Michelin (vanno, come da regolamento, a mangiare sempre in incognito) resa ufficiale quale motivazione in occasione del riconoscimento della seconda stella (niente manifestazione, causa coronavirus il tutto è andato in onda in diretta streaming): “Cucina mediterranea in salsa moderna e creativa, questo lo stile di Matteo Ferrantino, di cui si riconoscono la firma originale, il talento e il mirabile percorso. In questa palazzina di uffici della HafenCity, l’architettura di Julia Erdmann crea un’elegante atmosfera di piazza rendendo la cena indimenticabile”. “Sono al settimo cielo, fantastico” le uniche parole al telefono di un raggiante Ferrantino, alfiere della cucina garganica e mediterranea nel mondo.

“La prima stella un sogno, la seconda è il paradiso, ma anche una responsabilità in più” ammette. E’ il primo chef mattinatese a ricevere l’ambito premio e addirittura a fare il bis nel giro di un anno. Partito giovanissimo da Mattinata, una volta finite le scuole all’istituto alberghiero di Vieste, ha girovagato mezza Europa (Inghilterra, Portogallo, Austria, Germania) lavorando in molti ristoranti, tutti di rango.

Due anni fa è sbarcato ad Amburgo, città portuale tedesca e seconda (dopo la capitale Berlino) più popolosa del Paese, dove ha aperto un locale, Bianc: nel 2019 la prima stella Michelin,ieri addirittura la seconda 2020.Per la terza? “Stiamo già lavorando …” risponde al telefono,lasciando per un attimo gli amati fornelli della cucina del BiancRestaurant. Matteo Ferrantino fa parte di una stirpe di cuochi mattinatesi, nel ramo c’è anche il fratello maggiore Giuseppe che lavora in loco.

Ferrantino vanta un curriculum di tutto rispetto: nel 2006 lo troviamo a Salisburgo, in Austria, al mitico Hangar 7 (vecchio aeroporto trasformato in ristorante), 40 coperti, clientela super selezionata e 200 euro a testa per una cena a base di cucina internazionale. Ambiente suggestivo ed originale: dai tavoli –quasi sospesi nel vuoto nei vari ripiani – è possibile godere di una visuale sottostante a dir poco eccezionale: in ordine sparso i bolidi di Formula Uno della scuderia Red Bull (messi lì dal magnate austriaco Dietrich Mateschitz, tra i 40 uomini più ricchi del pianeta nonché proprietario dello stesso avveniristico ristorante), vecchi aeroplani perfettamente funzionanti, affascinanti piper, motociclette da corsa, velivoli da guerra ed elicotteri.

Ad ammaliare il palato degli avventori, i sapori dei tipici piatti – promossi da Ferrantino- della Montagna del Sole, vale a dire orecchiette con peperoni, basilico e cacioricotta. A gustarli anche il mitico Giovanni Trapattoni e il suo vice Lothar Matthaus quando insieme allenavano il Salisburgo calcio, la top model Naomi Campbell (di passaggio) e il Principe Alberto di Monaco (un habitué).

Lo chef mattinatese era l’unico italiano tra i 15 cuochi della cosmopolita cucina dell’Hangar. A volerlo lì, EckartWitzigmann, premiato alcuni anni fa quale cuoco del millennio, nume tutelare della gastronomia mondiale, che due anni dopo gli affidò “le chiavi” del ristorante Vila Joya in Portogallo, locale “in” della costa portoghese, con pochi e selezionati coperti, frequentato da esponenti del jet set internazionale. Ferrantino vanta trascorsi anche con DieterKoschina (altro nome di rango della gastronomia mondiale).

Oggi la voglia di mettersi in discussione ed il tentativo di “volare da solo” lo hanno spinto – grazie anche al supporto di un facoltoso cliente tedesco habitué di Vila Joya – ad aprire il ristorante Bianc ad Amburgo: una scommessa destinata ad essere vincente, almeno a dar retta alla seconda stella Michelin, giunta ad appena 24 mesi dall’apertura.Ad appena 41anni lo chef professionista è il novello portabandiera nel mondo dei sapori e profumi di casa Gargano.

 

Francesco Trotta

Pubblicato in Personaggi

Particolarmente partecipato e molto sentito il dibattito che ieri sera alle 19.00 si è svolto a Mattinata all’interno dei locali della Parrocchia Santa Maria della Luce, dove i Carabinieri del luogo si sono intrattenutiper oltre due ore,mostrando anche dei filmati, dispensandoconsigli e suggerimenti utili a prevenire l’odioso fenomeno delle truffe, soprattutto quelle in danno di anziani.

I saluti iniziali sono stati affidati a don Luca, che ha ringraziato l’Arma locale per quanto fa quotidianamente e per la sensibilità che mostra anche nel voler incontrare la popolazione.

All’incontro hanno partecipato oltre 50 mattinatesi; numerosissime e interessanti le domande rivolte ai militari, che con semplicità e facendo riferimento a casi pratici ripresi dalla cronaca nazionale, hanno reso la spiegazione del reato di truffa molto semplicemettendo in guardia i cittadini da eventuali malintenzionati.

Fermo restando che questo subdolo reato non è un’emergenza nel comune di Mattinata, l’occasione è stata favorevole anche per parlare più in generale della legalità e della necessità che la comunità si apra maggiormente al dialogo con i Carabinieri, “confidando” qualsiasi anomalia, sopruso o fatto che si reputi di interesse delle Forze dell’Ordine, certi di una tempestiva risposta e della discrezione dei militari che non li esporrà ad eventuali rischi.

Il Comandante della Stazione Carabinieri, senza creare inutili e superflui allarmismi, ha rassicurato la popolazione mettendosi a disposizione di tutti, sia per ricevere domande, sia per organizzare nuovi incontri con l’auspicio che tale interazione sia un importante passo in avanti per migliorare il “sistema sicurezza”.

Pubblicato in Società
Pagina 1 di 16

retegargano.it supplemento on line de Il Faro settimanale.- Reg. Tribunale Foggia n.6 dell'11 giugno 1996
p.zza Kennedy, 1 - Vieste (FG) - info@retegargano.it
Direttore responsabile: ninì delli Santi
ASSOCIAZIONE "IL FARO DEL GARGANO" - Vieste (FG) - P. IVA 04229820719

- Rete Gargano - Notizie dal Promontorio -