The news is by your side.

Rilevazione altà velocità, installati 21 Tutor sulla A-14

4

Il 60% degli incidenti mortali in autostrada è causato dall’eccesso di velocità. Nello specifico, sul tratto Foggia/Pescara della A14 il tasso di mortalità supera l’1%.  Per prevenire l’incidentalità e per educare i conducenti al rispetto delle regole del codice stradale, Autostrade Italia SpA, in collaborazione con il servizio di Polizia Stradale ha istallato dalla fine di agosto, nel tratto della A14 compreso tra Cerignola e Termoli Est, un nuovo sistema di rilevamento dell’eccesso di velocità denominato SICVE, ma più conosciuto come Tutor. Si tratta dell’evoluzione del vecchio sistema, ancora in uso, dell’Autovelox. Ma se quest’ultimo calcola la velocità istantanea delle vetture, il Tutor ne calcola quella media, su distanze di 15-20 km, attraverso 21 postazioni installate in entrambi i sensi di marcia. Il sistema Tutor è formato da sensori posti nell’asfalto che rilevano la tipologia di veicolo, l’ora ed il giorno, e che trasfiscono poi i dati alla telecamera posta su di un palo. Questa provvede a fotografare la targa del veicolo in movimento. A distanza di 15 km un altro analogo sistema registra i tempi di percorrenza e la velocità. I dati delle macchine che superano i 130 km orari vengono trasmessi alla Polizia Stradale che procederà poi con i verbali di contravvenzione che, da fine agosto ad oggi, sono stati più di 300. Per le vetture la cui velocità rientra invece nei limiti previsti vige il rispetto della tutela della privacy e della sicurezza informatica.