The news is by your side.

“Gino Lisa”, arriva il via libera dell’Enac.

4

Si accelerano i tempi per la definizione della data della partenza del primo volo della «Itali Airlines» Foggia-Milano Malpensa. La verifica finale, prima che il consorzio «Promodaunia» possa far partire la campagna promozionale del collegamento, dovrebbe avvenire tra domani e dopodomani. Dopo la prima riunione di lunedì scorso, la strada sembra decisamente in discesa. Anche grazie alla rimozione di uno degli ultimi ostacoli che impedivano la riattivazione dell’aeroporto «Gino Lisa», ossia il rilascio formale delle autorizzazioni per l’espletamento di sicurezza su bagagli e passeggeri da parte dell’Enac alla società «Apulia». «Finalmente – afferma il presidente della Provincia Carmine Stallone – anche questo tassello si è aggiunto al mosaico. Sono fiducioso che su questra strada potremo entro la fine della prossima settimana indicare la data del primo volo». Sì, perché per poter iniziare a pensare seriamente alla riattivazione dei collegamenti dal «Lisa» si dovrà attendere ancora la presentazione del piano dei voli da parte della compagnia aerea pescarese alla società «Aeroporti Puglia» (ex Seap). «La presentazione del piano dei voli -spiega il presidente di “Promodaunia” Michele Galante – crediamo possa avvenire entro la fine della prossima settimana. La “Itali” aspettava che tutto fosse a posto prima di inviarlo. E con l’autorizzazione dell’Enac credo che si sia fatto un ulteriore passo avanti». L’ <+corsivo>impasse <+tondo>relativa al servizio di sicurezza sarebbe stata sbloccata anche grazie all’interessamento dell’assessore regionale ai trasporti Mario Loizzo, che proprio a Foggia aveva annunciato le evoluzioni della questione aerea. «Credo che questa sia davvero la volta buona – aggiunge l’assessore provinciale ai trasporti Antonello Summa -. Sono estremamente fiducioso che entro la fine di questa settimana il quadro dovrebbe essere completo e potremo annunciare finalmente la partenza del primo volo». Oltre l’autorizzazione per la sicurezza, infatti, tutto dovrebbe essere a posto. Anche i dubbi circa il servizio antincendio sono stati superati. Per usufruire di questo servizio lo scalo foggiano dovrebbe «adeguare» la categoria di riferimento attribuita dall’Enac (la quarta), uniformandola con quella dei velivoli (la terza). Un’operazione per la quale è necessaria l’emanazione di un decreto ministeriale da parte del Viminale. Nell’attesa del decreto il «Lisa» potrà comunque usufruire di una deroga che consente un flusso di 700 voli all’anno. Il piano dei voli, tuttavia, a grandi linee è noto da tempo. Il collegamento sarebbe attivato dal lunedì al venerdì, partendo da Foggia la mattina presto per Milano. Lo stesso aereo farebbe rotta poi per Pescara, e poi  per Torino ed in serata il velivolo ripartirebbe per tornare a Foggia.