The news is by your side.

Vieste:partita la raccolta differenziata

3

Per Vieste il 2007 dovrebbe essere, nel settore della raccolta dei rifiuti, l’anno della svolta o almeno dell’inversione di tendenza. Di questa mini rivoluzione, in un settore sempre problematico, se ne è discusso presso la sala consiliare del Municipio in un’apposita conferenza stampa organizzata da Achabgroup srl, società specializzata in comunicazione nel settore ambientale che per conto della Sieco srl, la società di Triggiano (Ba) che per i prossimi sette anni gestirà la raccolta dei rifiuti a Vieste, sta curando tutta la campagna di comunicazione. All’incontro, in rappresentanza del Comune di Vieste, c’erano il sindaco Ersilia Nobile, l’assessore all’Ambiente Antonio D’Errico ed il responsabile del settore Luigi Vaira. Il titolare della Sieco srl Vasienti ed il project manager di Achabgroup Nicola De Ieso hanno illustrato il nuovo sistema di raccolta differenziata. La nuova organizzazione prevede servizi diversificati per centro storico, resto della città e le attività turistiche. Per il centro storico, incluso il borgo ottocentesco ed il lungomare Mattei è previsto un servizio "porta a porta". Ad ogni famiglia sarà consegnato gratuitamente un kit composto di sacchetti e contenitori per le diverse frazioni di rifiuto da differenziare. Verranno raccolti separatamente carta e cartone (da inserire nel sacchetto bianco), plastica e alluminio (da porre in quello giallo), vetro (da mettere nel secchiello verde) ed il rifiuto indifferenziato (nel secchiello grigio). I cittadini potranno comodamente depositare i sacchetti con le varie tipologie di rifiuti nei pressi delle proprie abitazioni o condomini, nei giorni e negli orari stabiliti [confronta tabella a fianco]. I due secchielli sono dotati di un sistema di un apposito sistema di chiusura per evitare che animali randagi possano rovistarvi o rovesciarlo.  Per lo smaltimento dei rifiuti ingombranti basterà chiamare l’apposito numero verde. Per quanto riguarda le attività commerciali, è previsto il ritiro domiciliare di cartone, carta (da porre nel cosiddetto «ecobox» o sacco bianco, entrambi forniti gratuitamente) ed indifferenziato (con appositi contenitori) nelle modalità e nei giorni stabiliti, diversi da quelli delle civili abitazioni. Per tutte le altre zone della città è previsto un rafforzamento della comunicazione e promozione della raccolta differenziata stradale, al fine di rendere più efficace il servizio. Interventi specifici e personalizzati sono previsti per le attività turistiche che saranno contattate singolarmente per verificare le singole necessità di raccolta. Per i turisti, notevoli speranze di collaborazione sono riposte in quelli stranieri, particolarmente sensibili ad una cultura di rispetto per l'ambiente, ed abituati, nei loro paesi, ad effettuare correttamente la raccolta differenziata. Dalla settimana prossima inizierà la distribuzione porta a porta dei kit per la raccolta. Nelle zone della città servite con questo nuovo sistema di raccolta ovviamente spariranno quei cassonetti in cui finora si è depositata l’immondizia. La partenza del nuovo servizio sarà accompagnata da specifici interventi di comunicazione per spiegare e sensibilizzare all’utenza il nuovo sistema di raccolta. Oltre a manifesti e locandine, verrà distribuito materiale informativo alle famiglie, ai commercianti e agli uffici. I materiali conterranno informazioni sulle modalità di raccolta, e consigli utili per la distinzione delle varie tipologie di rifiuto. Tutti gli intervenuti, in particolare il sindaco Nobile, hanno tenuto a sottolineare come l’efficacia del nuovo sistema di raccolta dipenderà soprattutto dalla senso civico che i viestani mostreranno nell’adeguarsi alla novità che, se risulterà efficace, porterà indubbi benefici per tutta la comunità. Non bisogna sottovalutare il fatto che gran parte degli scarti che produciamo giornalmente può essere riutilizzato, riciclato e recuperato, il che vuol dire risparmio di risorse naturali, sia in termini di materie prime che di energia. Per l’assessore D’Errico con questo nuovo sistema si spera di portare la quota di raccolta differenziata dall’attuale 5% a superare il 30% del totale.