The news is by your side.

La Comunità Montana sposa le “Bandiere Arancione” del Touring club

3

 Intesa tra la Comunità Montana del Gargano e il Touring Club Italiano per dotare della "Bandiera Arancione" i comuni garganici dell'entroterra. Tra i "nominati" risultano Rignano Garganico, Ischitella e Carpino. E' quanto emerso l'altra mattina a Monte Sant'Angelo al termine di un incontro tra il presidente dell'Ente Montano Nicola Pinto e i delegati del TCI Enzo D'Onofrio e Severino Cannelonga. L'idea è quella di dare un sigillo di qualità e garanzia ai tre piccoli comuni, tutti dotati di specifiche peculiarità e rispettosi dell'ambiente che li circonda. La "Bandiera Arancione" è il marchio di qualità turistico ambientale per l'entroterra del Touring Club Italiano. Viene attribuita alle località che soddisfano criteri di analisi correlati allo sviluppo di un turismo di qualità. La valorizzazione del patrimonio culturale, la tutela dell'ambiente, la cultura dell'ospitalità, l'accesso e la fruibilità delle risorse, la qualità della ricettività, della ristorazione e dei prodotti tipici sono solo alcuni degli elementi chiave per ottenere il marchio. Il Tci da sempre opera per lo sviluppo del turismo di qualità e per la valorizzazione delle risorse e del patrimonio culturale e ambientale italiano. La BANDIERA ARANCIONE, è uno degli strumenti con il quale il Touring offre ai turisti una garanzia di qualità e alle località uno strumento di valorizzazione. Grotta Paglicci a Rignano, i Cantori di Carpino e le Cruedde di Ischitella saranno utilizzati come "bigliettino da visita" per la decisione finale, che non potrà prescindere dalle decisioni e dalle garanzie offerte da Enti sovraterritoriali come la Comunità Montana del Gargano e il Parco Nazionale del Gargano. Pinto si è detto soddisfatto per la decisione del TCI e ha offerto tutta la collaborazione dell'Ente da lui presieduto, che sarà presente alla Borsa Internazionale del Turismo di Milano a fine febbraio.