The news is by your side.

DS:bilancio comunale di Vieste privo di qualsiasi strategia per lo sviluppo

6

A proposito della polemica tra il Sindaco ed il Coordinatore della Margherita Michele Dicarlo sulle critiche di quest’ultimo al bilancio comunale è intervenuto il segretario dei DS Aldo Ragni.

“Mi pare che le critiche di Dicarlo siano assolutamente giustificate mentre del tutto fuori luogo è stata la reazione del Sindaco. L’aumento della Tarsu non è affatto dovuto ai maggiori costi per la gestione della discarica come dice il Sindaco, ma a quelli per la nuova gara d’appalto che ha visto l’aumento del 15% rispetto al servizio degli anni precedenti come ci ha spiegato in Consiglio Comunale lo stesso assessore al Bilancio Ragno. Incremento che ci pare in ogni caso ingiustificato visto che all’aumento dei costi non è corrisposto un miglioramento del servizio, anzi.  

La diminuzione di mezzo punto dell’ICI sulla prima casa non ha nulla a che vedere con le politiche a favore delle fasce più deboli della popolazione come ha detto il Sindaco, visto che questa riduzione riguarda indistintamente tutti i ceti sociali. A questo proposito vorrei ricordare che fummo proprio noi consiglieri di opposizione, invece, a chiedere anzitutto una riduzione più significativa (di un punto percentuale sulla prima casa) e soprattutto che questa riduzione fosse riservata proprio ai redditi più bassi, proposta bocciata in Consiglio Comunale dalla maggioranza di centrodestra.

Chi si è scagliato contro gli operatori turistici è proprio questa amministrazione. Vorrei infatti ricordare al Sindaco che è stato il consigliere di maggioranza Dirodi a rimproverare la Giunta del fatto che l’aumento dell’ICI fosse rivolto sostanzialmente ai soli operatori turistici visto che non colpisce chi possiede la seconda casa, poiché il mezzo punto tolto alla prima ed aggiunto alla seconda pareggia il danno, e quindi saranno in gran parte gli operatori turistici ad affrontare il costo di questo aumento; ed ancora Dirodi, ha rimarcato come gli operatori turistici dovranno pure sostenere i costi per la politica del turismo visto che in bilancio non è stato previsto assolutamente nulla per il turismo; così come nulla per il turismo è stato previsto nel piano delle opere pubbliche che, ad esempio, lasciano ancora in totale stato di abbandono strade importantissime per questo strategico settore come il Lung. Mattei ed il Lung. Europa, da circa un anno e mezzo passate nelle competenze del nostro comune.

Ribadisco quindi il giudizio assolutamente negativo già espresso in Consiglio Comunale sul bilancio 2007, bilancio privo di qualsiasi strategia per lo sviluppo non solo economico ma anche culturale e sociale della nostra città. D’altronde non ci si poteva aspettare molto da un’amministrazione che ha fatto del mettersi in mostra di qualche assessore il suo impegno prioritario”.

                                                                                        Aldo Ragni, segretario dei Ds Vieste


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright