The news is by your side.

Sanità ad Ischitella i Comunisti Italiani denunciano alla Regione i “sevizi insufficienti”

6

 Con l'avvicinarsi dell'estate emergono i problemi dei pic­coli centri garganici. «I servizi sanitari ad Ischitella sono deficitari. Molte se­gnalazioni sono state inoltrate alla di­rezione della Asl Fg perchè provvedesse a rafforzare almeno alcuni servizi e tra questi il servizio di cardiologia,

ma a tutt'oggi nessuno degli enti preposti ha dato risposte rassicuranti». Carmine Rosa, responsabile del partito dei Comunisti italiani di Ischitella de­nuncia la gravità della situazione dei ser­vizi sanitari nel piccolo centro garga­nico. Una sitauazione che rischia di peg­giorare «con l’avvicinarsi dell'estate -con­tinua Rosa -. Il cardiologo è disponibile una volta alla settimana il elle, fran­camente, non solo è insufficiente stante la típologia della popolazione ischitellana che conta di 4.478 unità per 1843 fa­miglie». Secondo ì Comunisti Italiani la Asl do­vrebbe garantire almeno due presenze ambulatoriali la settimana stante l'alto tasso della popolazione anziana. Nel pe­riodo estivo, il servizio va svolto tre volte la settimana per garantire anche le emer­genze temporanee. «Pensare – continua Rosa – di raggiungere Vico del Gargano a San Severo significa limitare le garanzie sull'efficacia di una assistenza che va erogata con rapidità e tempestività». Ma le denunce dei politici locali non bastano: Secondo i Comunisti italiani “è necessario anche che il sindaco di Ischi­tella faccia valere le ragioni dei bisogni degli ischitellani per ottenere maggiore attenzione da parte degli organi sanitari, provinciali e regionali”. «Il PdCI – aggiunge Carmine Rosa – delle problematiche sanitarie investirà la giunta regionale per il tramite di una interrogazione dei consiglieri regionali , dei Comunisti Italiani Cosimo Borra­cino e Carla De Santis».


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright