The news is by your side.

Foggia al 7° posto in Italia per le rapine in banca

6

La provincia di Foggia balza al 7° posto nella graduatoria nazionale delle rapine perpetrate ai danni delle banche nel 2006. Classifica guidata da Catania, cui seguono Bologna, Siracusa, Savona, Torino, Palermo e, quindi, Foggia. "L'ennesimo non invidiabile primato della nostra provincia", è l'amaro commento di Germano Caruso, segretario provinciale della FIBA/CISL l'organizzazione sindacale dei bancari. I "colpi" allo sportello sono passati dai 14 del 2005 ai 39 del 2006 con un incremento del 180%, secondo soltanto a quello fatto registrare dalla provincia di Pisa (+300%., da 7 a 28 rapine). Il dato emerge dal rapporto sulle rapine effettuato dall'Osservatorio della Sicurezza dell'Associazione delle Banche Italiane. Il rapporto evidenzia una crescita delle rapine sull'intero territorio nazionale da 2.735 del 2005 a 2.774 del 2006, che rappresentano ca. il 50% di tutte le rapine  messe a segno in Europa e che ci fa aggiudicare il non desiderato primato in ambito Europeo, davanti a Germania e Spagna.
Per Caruso, il dato non sorprende in quanto da tempo il Sindacato denuncia l'inadeguatezza delle misure preventive e chiede maggiori investimenti in sicurezza.
Il dato della provincia di Foggia è ancora più preoccupante ove si consideri che il numero delle rapine, a livello regionale, è in forte regresso (in Puglia sono diminuite del 33,5% passando da 167 a 111), che in tutte le province pugliesi le rapine diminuiscono e che le rapine effettuate nella sola provincia di Foggia rappresentano 1/3 di quelle registrate sull'intero territorio regionale. "I dati del 2007 – spiega Caruso – non evidenziano alcun miglioramento, ad oggi si contano 14 'assalti'  ed è stato già eguagliato il numero del 2005. E' da tempo -incalza Caruso- che chiediamo l'installazione di dispositivi biometrici all'ingresso e la vigilanza armata presso tutti gli sportelli. Lo scorso 2 maggio abbiamo anche inviato una lettera aperta a tutti i Responsabili delle Banche presenti nel Foggiano, rimessa per conoscenza anche al Sig. Prefetto, per richiedere l'adozione di tali misure, con modesti risultati. Continuiamo ad insistere, soprattutto sul piantonamento armato perché tale accorgimento continua ad essere il deterrente più efficace, atteso che, come si rileva dal già citato rapporto dell'ABI, solo il 12% degli sportelli che usufruiscono del servizio di guardiania sono state oggetto di rapine. Non intendiamo mollare -conclude Caruso-, talloneremo le Banche per costringerle ad aumentare gli investimenti in sicurezza, convinti che l'incolumità di clienti e dei dipendenti non ha prezzo".


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright