The news is by your side.

Vico: attenzione agli incendi

5

arriva l’ordinanza del sindaco

PREMESSO che durante la stagione estiva il fenomeno degli incendi boschivi si ripresenta con tutta la sua pericolosità;
CONSIDERATO che l'abbandono dei terreni agricoli e forestali è una concausa degli incendi ed un fattore non trascurabile ai fini della prevenzione degli stessi;
ACCERTATO che molte aree private, del territorio di questo Comune, ivi comprese la Frazione di S. Menaio e la Località Calenella, versano in uno stato di completo abbandono invase da erbacce, rovi e ramaglie secche, ricettacolo di insetti, ratti e rettili;
VISTA la presenza, nelle aree private confinanti con le sedi viabili delle strade comunali – vicinali – provinciali e statali, di materiale vegetale la cui crescita incontrollata è causa del restringimento delle carreggiate invase anche dal pietrame proveneniente dai muri a secco;
RITENUTO indispensabile rendere transitabili le strade comunali, vicinali e statali, con operazioni di pulitura e rimozione del materiale ingombrante (pietrame) e della vegetazione, facilmente infiammabile, dai cigli stradali, dalle scarpate, dalle cunette e dagli altri luoghi adiacenti le Vie di comunicazione, nonché dalle zone limitrofe alle installazioni di energia elettrica e telefonia;
RAVVISATA la necessità di adottare provvedimenti ed iniziative per la tutela del patrimonio naturale di tutto territorio comunale;
VISTA la L.R. del 12.5.97, n. 15;
VISTA la L.R. del 30.11.2000, n. 18;
VISTA la Legge del 21.11.2000, n. 353;
VISTA la nota della Regione Puglia n. 25582 del 23.5.2007;
VISTO l'art. 18 del Regolamento di Polizia Urbana vigente;
VISTO l'art. 29 comma 1,2,3 del C.d.S. (D.lgs. 30 Aprile 1992, n. 285 e successive modifiche);
O R D I N A
A tutti i proprietari di aree private, o chi per esse, nel territorio del Comune di Vico del Gargano, ivi comprese la Frazione di S. Menaio e la Località Calenella, confinanti con i tratturi, le strade comunali, vicinali, provinciali e statali, nonché, con le zone limitrofe alle installazioni di energia elettrica e telefonia, che si trovano in uno stato di completo abbandono, occupate da erbacce, rovi e ramaglie secche, di provvedere alla immediata pulizia di dette aree, senza l'utilizzo di disserbanti,  e di ripristinare i muri a secco dirupati e quant'altro sia di intralcio, danneggi o restringa le sedi viabili. Quanto sopra al fine di prevenire gli incendi, di salvaguardare la pubblica e privata incolumità e a tutela del patrimonio naturale.
Per le violazioni alla presente Ordinanza Sindacale, salvo quanto previsto dal D.Lgs. 26.4.2002, n. 270 ed eventuali modifiche, sarà comminata una sanzione amministrativa, di cui all'art. 29 del C.d.s., pari ad un minimo di € 148,00 ad un massimo di € 594,00, pagamento in misura ridotta, di cui all'art. 16 della Legge 24.11.81, n. 689, pari ad € 148,00.
Gli Agenti della Forza Pubblica e gli Agenti della Polizia Municipale sono incaricati della vigilanza della presente Ordinanza.
Vico del Gargano lì 18 Giugno 2007.-

L'Assessore all'Agricoltura Roberto Budrago

Michele Lauriola   


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright