The news is by your side.

DOPO INCENDIO: A VIESTE DANNI STIMATI PER 5 MILIONI DI EURO

27

Dopo la tragedia e la grande risposta di solidarietà della cittadinana viestana è giunto anche il momento di fare la conta dei danni al territorio.

Per Vieste, ad effettuare una prima sommaria stima delle zone danneggiate dagli incendi, hanno provveduto i tecnici comunali.

Questi gli esiti, divisi per località, superficie colpita e danni occorsi: Gattarella (25 Ha, macchia mediterranea, alberi ulivo-danni aziende turistiche); Portonuovo-Calcani-Ponte Reginella (50 Ha, macchia mediterranea, uliveti, strade comunali-danni aziende turistiche): Mattoni-Tomarosso (500 Ha, macchia mediterranea,uliveti, strade comunali-manufatti agricoli privati; Torre Papagno-Carabella-San Lorenzo (60 Ha, macchia mediterranea, uliveti, strade comunali-danni aziende turistiche); Valle Menta-Montincello (60 Ha, macchia mediterranea, uliveti, strade comunali-danni aziende turistiche e manufatti privati).

In attesa che si completino le attività relative alla stima e quantificazione più puntuale dei danni subiti dal territorio e dalle aziende, si è presunta una stima sommaria di 5 milioni di euro occorrenti: per il ripristino delle originarie condizioni del soprassuolo per evitare successivi dissesti idrogeologici, per il ripristino delle strade rurali e delle condizioni di normale funzionamento delle strutture turistiche e private danneggiate.

Durante la situazione di emergenza creatasi a seguito dell’evacuazione di persone dalle zone colpite da incendi a Peschici sono state attivate le locali strutture della Protezione civile per il ricovero provvisorio negli edifici scolastici ed in alcune strutture turistiche private di circa 4.500 persone, rifocillate con alimenti, kit di necessità personali, indumenti, medicinali, ecc. Per tali attività si è stimata una spesa presuntiva da parte del Comune di circa 800mila euro.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright