The news is by your side.

IL 12 AGOSTO LA GUIDA TURISTICA DI RIGNANO GARGANICO

9

Sarà presentata il prossimo 12 agosto, alle ore 21.00, nell'ambito della seconda edizione di "Rignano Città Aperta", la guida turistica di Rignano Garganico, realizzata dal Centro Studi Paglicci in collaborazione con il Circolo Culturale “Giulio Ricci” e la Cooperativa Araiani a r.l., è rivolta ai numerosi turisti e ai rignanesi, garganici e pugliesi in sede e fuori sede.
Il volume, tutto a colori, di 120 pagine, fornisce al lettore un panorama dettagliato dei tesori archeologici, naturalistici, architettonici, eno-gastronomici e culturali in genere del più piccolo comune della Montagna del Sole, che nel 2006, è stato visitato da oltre 50.000 turisti, concentrati in tre periodi fondamentali dell’anno Pasqua, Ferragosto e Natale.
Tra i tesori menzionati: Grotta Paglicci e i suoi reperti paleolitici; i giacimenti preistorici di Grotta Spagnoli, Grotta dei Miracoli, Grotta Trappedo, Valle Ividoro e Valle Palombara; i Dolmen di Lamasecca e della Madonna di Cristo; la Dolina Centopozzi; la Chiesa Matrice “Maria Santissima Assunta”; la Cappella rurale della Madonna di Cristo; il Belvedere; il centro storico di origini medievali; il Palazzo Baronale; la pista di volo libero con il deltaplano; i dipinti murari di Natale Penati; la statua della Madonna del Carmine di Nick Petruccelli e via discorrendo.
Grosso spazio alle produzioni tipiche locali quali la musciska, la carne di capra in acqua e sale, il pancotto, il pane, l’olio, il vino, il caciocavallo podolico; come pure ampie pagine illustranti le manifestazioni più importanti: dalle sagre estive al presepe vivente, passando per il “martedì in albis”, festa della Madre di Cristo, patrona assieme a San Rocco della cittadina garganica che ha dato i natali a importanti personaggi di ieri e di oggi (il questore Giuseppe Montesano; lo scrittore verista Giulio Ricci; il musicista Domenico Corigliano; il designer Donato Coco; ecc.).
Per concludere un importante capitolo è dedicato alle tradizioni popolari e religiose.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright