The news is by your side.

Vieste, la proposta in materia di sicurezza e ordine pubblico dell’ass. Prencipe approvata dal C.C.

5

Gli episodi di microcriminalità che, si sono registrati  negli ultimi tempi a Vieste, sicuramente hanno generato allarme sociale. L’ Amministrazione Comunale di Vieste, ritiene sbagliato sottovalutare determinati episodi, ma altrettanto sbagliato sarebbe enfatizzarli o peggio ancora strumentalizzarli. La sicurezza urbana è un tema che va  affrontato con serietà, la risposta a determinati fenomeni, non deve essere dettata dall’istinto, ma deve essere ragionata a medio e lungo termine. Il delicato tema della sicurezza deve costituire una priorità per questa Amministrazione Comunale.
E’ utile ricordare che, l’Amministrazione Comunale di Vieste, già negli anni passati ha assunto il tema della sicurezza urbana come uno degli obiettivi prioritari della propria azione politica, basti citare alcuni importanti risultati raggiunti:
·    l’ istituzione della locale Tenenza dei Carabinieri e dell’Ufficio Circondariale Marittimo;
·    la realizzazione, con fondi comunali, di adeguate strutture logistiche per le forze dell’ordine operanti sul territorio;
·    l’utilizzo di risorse economiche del bilancio Comunale di Vieste, per la ormai consueta convenzione con il Comando Regionale Carabinieri, per l’invio nel periodo estivo,  del nucleo speciale denominato C.I.O., utile al presidio e controllo del territorio Comunale;
·    l’ attivazione di alcuni progetti, finanziati anche dal Ministero di Grazia e Giustizia, finalizzati al monitoraggio e il reintegro nella società, dei c.d. minori a rischio che, avevano abbandonato la scuola dell’obbligo;
·    l’estensione dei turni serali nel periodo estivo, da parte degli operatori della locale Polizia Municipale.

Certamente il miglioramento delle condizioni di sicurezza dei cittadini  deve essere un processo costantemente monitorato e deve passare attraverso diverse azioni, strategie, interventi che vanno oltre le esperienze sinora maturate.
In questo contesto riteniamo doveroso da parte del Consiglio Comunale di Vieste, approvare le linee guida proposte dalla Giunta Comunale, in quanto rappresentano a nostro avviso, una strategia efficace per fronteggiare la c.d. microcriminalità, oltre all’impegno formale di destinare nel prossimo bilancio comunale, le necessarie risorse economiche, utili a concretizzare e mettere in atto le strategie in seguito rappresentate.
Quindi, al fine di predisporre adeguate misure ad hoc, si propone, l’approvazione delle seguenti linee guida per la sicurezza urbana, unitamente alla relazione del Sig. Sindaco.

LINEE GUIDA
 
azioni di miglioramento:

·    rafforzamento delle politiche per la sicurezza e di presidio del territorio;
·    potenziamento degli investimenti sulla sicurezza;
·    definizione di nuovi strumenti: rafforzamento delle reti sociali e recupero degli spazi di degrado urbano;
·    riorganizzazione del Comando Locale di Polizia Municipale.

politiche per la sicurezza:

·    un impiego maggiormente accentuato e mirato della Polizia Municipale, a presidio del territorio Comunale;
·    una sempre più intensa cooperazione tra Amministrazione Comunale e Forze dell’Ordine;
·    Potenziamento della videosorveglianza in punti critici della città, dando la possibilità alle altre forze di polizia di poter accedere a tale servizio;
·    Programmare e realizzare progetti integrati mirati a garantire la sicurezza.

potenziamento degli investimenti sulla sicurezza:

·    Acquisizione e potenziamento di mezzi, attrezzature e ulteriori strumenti operativi, da fornire agli operatori di P.M.
·    Formazione professionale;
·    Programmare nuove assunzioni;
·    Miglioramento della sicurezza della circolazione stradale;
·    Iniziative di educazione stradale e di cultura della legalità;
·    Attività di informazione e comunicazione pubblica;
·    Campagne d’informazione sulla sicurezza e legalità.

definizione di nuovi strumenti: rafforzamento delle reti sociali e riqualificazione degli spazi:

·    rafforzamento delle reti sociali e recupero degli spazi di degrado urbano, sono attività che, si devono articolare soprattutto nella predisposizione di misure mirate a favorire una maggiore sinergia tra la P.M. e altre strutture che operano sul territorio comunale e segnatamente possono così sintetizzarsi:
·    agire, in stretto raccordo con le altre strutture comunali: Servizi Sociali – Servizi Tecnici e Attività Produttive;
·    interagire con la scuola, le associazioni di volontariato e le rappresentanze sociali, gli strumenti di comunicazione operanti nel territorio comunale;
·    recupero urbanistico delle aree degradate, la cura dell’illuminazione pubblica, le stesse iniziative culturali, al fine di rendere sempre più vissuti i luoghi della città.

riorganizzazione del Comando Locale di Polizia Municipale:

·    si tratta, di organizzare dei servizi istituzionali sul territorio che consentano maggiore visibilità e presenza attiva della Polizia Municipale, in varie zone predeterminate del territorio comunale, con particolare attenzione a quelle più decentrate; a tanto viene affiancata la creazione di un sistema di interazione tra la Polizia Municipale, i cittadini, le associazioni, i comitati, gli organi di informazione locali, volto ad implementare le occasioni di incontro funzionali all’attività di rassicurazione e prevenzione. Importanti sono il monitoraggio delle segnalazioni più significative raccolte da parte del comando ed il successivo inoltro alle forze di polizia dello Stato o agli altri servizi del Comune, oltre alla verifica del grado di risposta ai problemi segnalati.

Vieste lì 03.12.2007                                                                  Assessore P.M.                                                           
                                                                                                           Saverio Prencipe  


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright