The news is by your side.

DUE VIESTANI, PADRE E FIGLIO, IN CONCERTO A TREVISO

7

 

«Un’opera insieme» è l’impegnativo e significativo concerto lirico-sinfonico che si è tenuto venerdì 25 gennaio al teatro di Treviso con protagonisti molti giovani della scena musicale trevigiana. Sul podio ci sarà come direttore il viestano Michele Lorusso [foto], alla guida del coro dal 2006. Con lui si esibirà, come violinista solista, il figlio diciottenne Emmanuele Lorusso.

Ad interpretare il viaggio nell’opera lirica con l’obiettivo di avvicinare la gente che già conosce la lirica e chi si avvicina per le prime volte, giovani soprattutto, sarà l’Orchestra sinfonica «Gruppo d’archi Veneto», il coro Filarmonico Trevigiano «Sante Zanon» di Treviso, che forte di 33 anni di storia e ritornato sulla scena nazionale, dopo i periodi di assestamento, e di recente protagonista, con l’Orchestra, alla Basilia Superiore di Assisi. Sul podio ci sarà come direttore il viestano Michele Lorusso, alla guida del coro dal 2006. Con lui si esibirà, come violinista solista, il figlio diciottenne Emmanuele Lo Russo. Altri solisti il tenore Francesco Pio Galasso, il baritono Andrea Cortese, il mezzosoprano Concetta D’Alessandro, la giovane soprano di Montebelluna (22 anni) Barbara Carter. E per tanti di questi protagonisti della serata sarà il debutto sul palco del prestigioso teatro cittadino, quindi un appuntamento sentito, di stimolo e con tanta voglia di ben figurare. Il programma della serata aprirà con il «Preludio» dalla Carmen di Bizet, quindi romanze e brani tratti dalle opere di Verdi, come «I lombardi alla prima crociata», «Trovatore», «Nabucco», «Rigoletto» e «Aida»; di Rossini («Barbiere di Siviglia»); di Mozart (Le Nozze di Figaro e Don Givanni); di Bizet (Carmen); quindi «Fantasie Ballet» di De Bèriot e «Intermezzo» dalla Cavalleria Rusticana di Mascagni.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright