The news is by your side.

Alla ‘Voce del Gargano’ Stallone annuncia ripensamento su dimissioni

8

Sono stati i ritmi della tarantella garganica e della pizzica salentina a fare da sottofondo, sabato sera al Teatro del Fuoco, alla terza edizione della "Voce del Gargano", il festival ideato da Michele Mangano e curato dall'associazione "La Bella Cumpagnie".
Non solo musica, ma anche danza e poesia per dare voce ad una tradizione ancora viva. In una serata dedicata alla cultura popolare il pensiero non poteva di certo non andare al salentino Pino Zimba, il grande maestro di tamburelli scomparso qualche giorno fà. A ricordarlo tutti gli artisti che si sono succeduti sul palco, dai Festa Farina e folk di San Marco in Lamis, agli A3 di Terlizzi fino a Her, la violista foggiana che con Pino Zimba ha lavorato durante le riprese di "Craj" il film di Teresa de Sio. Una serata dai ritmi travolgenti che a volte diventano terapeutici come nel caso dei Tarantasocialclub, il gruppo salentino che oltre ad eseguire la danza-scherma ha anche spiegato l'importanza della pizzica da loro utilizzata come musico-terapia. Sul palco anche l'attrice manfredoniana Dina Valente già al fianco di Sergio Rubini nel film "L'amore ritorna" ed ancora il C oro del crocifisso di Varano che ha fatto compiere un vero viaggio nel mondo del lavoro nei campi. Un coro molto suggestivo che ha affiancato vecchie e nuove generazioni e che è riuscito ad emozionare così tanto Carmine Stallone che proprio sabato sera, dopo la loro performance, ha annunciato un ripensamento sulle sue dimissioni come presidente della Provincia. Gargano e Salento insieme in una serata che in nome della tradizione ha unito passato e presente.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright