The news is by your side.

Vieste: Claudia Koll emoziona e commuove

22
Al termine di una intensa giornata, ha raccontato la sua testimonianza di vita nuova, fatta di missioni in Africa, visite ai malati e tanta preghiera

20080714_claudia_koll_don_giorgio.jpg Con una lunga e semplice tunica nera su un paio di pantaloni di ugual colore, Claudia Koll si è donata alle quasi mille persone che hanno assiepato la Chiesa all’aperto del Santuario di Santa Maria di Merino, sulla litoranea Vieste-Peschici.

Claudia, bella anche nella sua semplicità, è apparsa quasi infastidita dai tanti flash di curiosi che l’hanno accolta, ma entusiasta e desiderosa di abracciare tutti coloro hanno provato le forti emozioni legate al racconto della sua conversione.

Secondo la testimonianza dell’attrice la conversione ha avuto inizio quando, durante una meditazione, si è sentita spinta da una entità a volgere all’odio la sua vita. Al suo rifiuto interiore ha fatto seguito un momento di grande sofferenza fisica e spirituale causato dalla ribellione di tale entità alla sua scelta. La stessa Koll racconta di avere, il quel momento, recitato il Padre Nostro stringendo tra le mani un crocifisso che le era stato regalato solo alcuni giorni prima, riuscendo a provare una grande pace.

Da quel momento è nata la nuova Claudia Koll, la cui vita è fatta di visite ai malati di AIDS, ai carcerati, ai malati ma soprattutto di missioni in Africa. "Lì soffrono la fame – ha raccontato – e le ristrettezze di cibo hanno creato l’ordine in cui si mangia in famiglia: prima il padre, che lavora, poi la madre, poi i figli ed infine le figlie". "Da quel momento – ha proseguito nel racconto – ho capito che si viveb enissimo anche senza vestiti costosi o senza sprecare acqua e cibo".

Ad accompagnarla c’era Giuseppe, anche lui componente dell’associazione "Le opere del Padre", che ha descritto il progetto di un ospedale che si vuole costruire in Burundi per aiutare i tanti bambini malati in un territorio martoriato dalla recente guerra. Per favorire questa iniziativa è stata organizzata una estemporanea raccolta di fondi alla quale hanno aderito i tanti che hanno seguito il racconto dell’attrice. E poi tutti ad abbracciare e ringraziare Claudia Koll per le forti emozioni che è riuscita a donare alla platea.

Il racconto della testimonianza, durato quasi due ore, è stata solo l’ultimo tassello della intensa giornata viestana che don Giorgio Trottale ha organizzato. Nel pomeriggio aveva fatto visita al mendicicomio comunale dove aveva fatto visita agli anziani, per poi recarsi a Santa Maria di Merino per la recita del Rosario, seguita dalla Santa Messa, celebrata dallo stesso sacerdote. Al fianco dell’attrice, il Sindaco di Vieste, la dott.ssa Ersilia Nobile, e l’assessore alla cultura, Nicola Rosiello.

Sandro Siena

{mp3}manifestazioni/20080714_claudia_koll{/mp3}


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright