The news is by your side.

S. Menaio, intesa con i proprietari per pagare le quote dell’AQP

26

Scritta la parola fine sull’annosa questione riguardante il pagamento delle quote d’allaccio alla nuova fogna da parte dei proprietari di immobili a San Menaio. Gli irriducibili sessanta proprietari che, fino all’ultimo, hanno percorso tutti i gradi di giudizio di carattere amministrativo perchè fosse riconosciuta non valida l’ordinanza dell’ex sindaco di Vico del Gargano, Pierino Amicarelli, che imponeva, infatti, ai proprietari di abitazioni e dei titolari di esercizi commerciali e strutture turistiche, l’obbligo del pagamento di euro 973,21 per ogni singolo allaccio. L’amministrazione comunale di Vico del Gargano ha voluto andare incontro ai proprietari, consentendo di poter dilazionare la cifra, in «considerazione – ha spiegato l’assessore al bilancio, Michele Pupillo – della difficoltà manifestata da parte di alcuni contribuenti nel far fronte al pagamento, in unica soluzione, dei tributi comunali relativi ad anni pregressi, oltre alle sanzioni e relativi interessi, al fine di mettere nelle condizioni i cittadini di poter adempiere ai propri obblighi nei confronti del Comune, e conseguentemente, introitare nelle casse comunali le imposte, sanzioni e interessi dovuti dai cittadini».
Con argomentazioni ben articolate, il Consiglio di Stato ha respinto tutte le eccezioni e, conseguentemente, ha dichiarato l’inammissibilità del ricorso.
Si chiude, dunque, una fase lunga oltre sei anni, iniziata con l’ordinanza dell’ex sindaco di Vico del Gargano, Pierino Amicarelli, con cui si chiedeva il versamento di poco meno di mille euro per l’allaccio alla nuova rete fognante, e che s’è conclusa soltanto da poche settimane.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright