The news is by your side.

Campionato Provinciale Allievi/ Nuova Gioventù Vieste – Sporting Club Vico G. 4 – 1

13

Lo Sporting Vico è una squadra che sa fare grandi cose. La Nuova Gioventù invece è una “ grande “ squadra. Nella collocazione dell’aggettivo è spiegata la classifica della squadra viestana. Non si va lassù per caso. La Nuova gioventù non è solo la capolista indiscussa. E’ anche la squadra imbattuta e che ha subito meno gol in campionato.

Così il big match fra le prime della classe, incoronano la squadra di Ranuschio in vetta alla classifica. Ha vinto la Nuova Gioventù perché ha sfruttato meglio gli episodi, perché non si è lasciata prendere dal panico quando ha subito la reazione del Vico, perché ha manifestato straordinaria confidenza con l’essenzialità del calcio. Il successo non è in discussione. E’ vero che la squadra ospite ha bene impressionato per organizzazione di gioco, che ha spesso messo in difficoltà il centrocampo della capolista, dando  vita ad una sfida combattuta lealmente e offrendo al pubblico uno spettacolo gradevole e corretto. Ranuschio, ha avuto il merito di allestire una squadra( falcidiata dalle assenze), che ha funzionato bene soprattutto in fase difensiva con una pregevole tattica del fuorigioco senza rischiare più di tanto, imbrigliando i cannonieri della squadra avversaria. Primo tempo equilibrato e giocato a viso aperto da entrambe le formazioni. La Nuova Gioventù punge poco e in apertura si affida alle conclusioni dalla distanza di Vetrano e Tatalo. Il Vico, tiene bene il campo e si avvicina al gol al 13’, con uno spiovente di Mugolo, che per poco non sorprende il distratto Zillo. E’ un buon momento per gli ospiti che, tuttavia, quando si stendono con Biscotti e Murgolo sbagliano sempre l’ultimo appoggio. La Nuova Gioventù è lì e comincia la sua partita, al 20’ Lopriore solo davanti al portiere alza sulla traversa su assist di Piccolelli. Nella ripresa, la squadra di casa preme di più è al 46’ sbocca il risultato con Vetrano(uno dei migliori) che di testa insacca sugli sviluppi di un corner calciato da Di Mauro. Nemmeno il tempo di rimettere la palla in gioco che Cavaliere raddoppia. Passano altri due minuti è il falco Piccolelli porta a tre le reti per la squadra di casa. Nei minuti finali, il direttore di gara concede un penalty alla squadra ospite che accorcia le distanze con Murgolo. Ultimo sussulto, nei minuti finali, con Sicuro A. che realizza la rete della sicurezza servito splendidamente da Stefania. Primato in solitudine, mai una sconfitta, appena due gol incassati, numeri inequivocabili, il passo è da leader “ Andiamoci piano, osserva il tecnico viestano, per il momento va bene così, ma abbiamo ancora qualche lacuna da colmare. Stiamo lavorando per questo, pian pianino vedo la formazione che avevo in mente ad inizio stagione. Siamo un gruppo davvero straordinario, è questo la nostra forza. Anche chi non gioca molto dimostra attaccamento ai colori sociali”.

Le pagelle

Zillo 6  Distratto in una circostanza, poi tranquillo, sicuro e poco operoso per tutto il primo tempo. Nella ripresa devia un insidioso rasoterra e sul gol non ha colpe.
delli Santi 6,5 Lavora bene in copertura, sulla sua fascia i pericoli sono limitati al minimo. Quando prova a spingere, commette un paio d’ingenuità. Offre comunque, un rendimento medio alto.
Di Mauro 6,5  Attenta ed arcigna partita di copertura la sua, è poi chiamato a rafforzare la linea di centrocampo. Una prova gagliarda.
Tatalo 6,5 Incerto sino all’ultimo per un problema, sta in campo con sufficiente autorità. Cresce di rendimento con il passare dei minuti. Un guerriero
Fezga 7 Implacabile come gli capita sempre da almeno un paio di mesi. Non dà spazio né a Murgolo, né a Biscotti i capocannonieri del torneo. Anticipa e tiene botta. Non cede di un centimetro, una sicurezza. Pilastro
Impagnatiello 7 Lui permette alla squadra d’essere tranquilla nella zona centrale della difesa. Un errore per eccesso di confidenza in occasione del rigore per gli ospiti. Monumentale
Sicuro N. 6.5 Lavora meno palloni, quando ha il gioco in mano però non si lascia sfuggire l’occasione. E’ attivo senza palla, si muove per aprire gli spazi, positivo il suo apporto.
Vetrano 7,5 Diga di centrocampo e punto di riferimento dei compagni. La ripresa e tutta sua. Un perno in mezzo al campo, dinamico e preciso, in grado di far ripartire la manovra. Ciliegina sulla torta il gol che ha sboccato il risultato.  Granatiere
Piccolelli 7 Una grande intuizione sul lancio di Tatalo. Beffa in velocità il proprio marcatore e si presenta solo davanti al portiere avversario. Fa un paio di finte e piazza il pallone nell’angolo dove non può arrivarci nessuno. Il falco vola alto.
Cavaliere 6,5  Egoista, eccessivamente innamorato del pallone. Trottolino in attesa di un’invenzione. Ancora un gol, è il settimo in questo Campionato. Puledro a briglia scolte.
Lopriore 6,5  Gran movimento, prova a smarcarsi, invoca un lancio che scateni la sua corsa. Tante belle intenzioni, nessun fatto concreto. Irrequieto
Grima 6,5 ha mostrato gran concentrazione riuscendo a dare sicurezza e stabilita’ al reparto.
Sicuro A. 6,5 Il cannoniere non si smentisce neppure questa volta, risultando spietato nelle rare occasioni che gli sono capitate, capitalizzando al massimo il suo rendimento. Bomber di razza
Prencipe 6,5  Esegue con ordine e saggezza il compito affidatogli da Ranuschio. Svolge il classico lavoro sporco, mettendosi al servizio della squadra. Concreto
Stefania 6,5  vivo e vivace, lancia altri segnali incoraggianti.

Nuova Gioventù: Zillo(dal 70’ Grima) Delli Santi, Di Mauro(dal 73 Prencipe), Tatalo, Fezga, Impagnatiello, Sicuro N., Vetrano, Piccolelli(dal 65’ Stefania), Cavaliere, Lopriore(dal 72 Sicuro A) all. Luigi Ranuschio
Reti al 46’ Vetrano, al 48’ Cavaliere, al 50’ Piccolelli, al 65’ Murgolo e al 75’ Sicuro A.

 

Campionato Provinciale Giovanissimi

La gara tra la Nuova Gioventù Vieste e il Marconi Ischitella non è stata disputata per impraticabilità del terreno di gioco.


error: Il contenuto di questo sito è protetto dal Copyright